Espandi menu
cerca

Disobedience

play

Regia di Sebastián Lelio

Con Rachel McAdams, Rachel Weisz, Alessandro Nivola, Cara Horgan, Liza Sadovy, Omri Rose, Sophia Brown, Bernardo Santos, David Olawale Ayinde... Vedi cast completo

In streaming Fonte: JustWatch VEDI TUTTI (12)

Trama

Ronit, figlia di un noto rabbino di Londra, fugge a New York per vivere la propria vita di donna libera. Otto anni dopo, in occasione della morte del padre, rientra nella capitale inglese ma la comunità ebraica a cui appartiene non ha dimenticato la sua disobbedienza.

Approfondimento

DISOBEDIENCE: DAL ROMANZO DI NAOMI ALDERMAN

Diretto da Sebastián Lelio e sceneggiato dallo stesso con Rebecca Lenkiewicz, Disobedience racconta la storia di una donna che, dopo la morte del padre rabbino, torna nella sua comunità ebrea ortodossa e genera scandalo quando mostra un particolare interesse nei confronti di una vecchia amica. Tutto ha inizio quando Ronit Khrushka, fotografa che viva la sua vita a New York, apprende la notizia della morte del padre, il rabbino Rav, a Londra, decidendo di far rientro nella capitale inglese e immergersi nella stessa comunità che anni prima non aveva accettato il suo spirito libero. Ad accoglierla trova Dovid Kuperman, suo amico che per il rabbino era come un figlio, e l'ostilità degli altri che credeva oramai superata. Più che addolorata, Ronit è arrabbiata per non essere stata informata delle condizioni di salute del padre e per il necrologio in cui si afferma che era senza figli. Con stupore, scopre anche che Dovid ha sposato Esti, una loro ex migliore amica divenuta insegnante in una scuola femminile ortodossa. Tra le due donne, esistono vecchi conti in sospeso che le pongono in una posizione di evidente disagio. Il passare dei giorni porterà alla luce quale forte legame intercorra tra le due donne.

Con la direzione della fotografia di Danny Cohen, le scenografie di Sarah Finlay, i costumi di Odile Dicks-Mireaux e le musiche di Matthew Herbert, Disobedience adatta per lo schermo il romanzo Disobbedienza di Naomi Alderman, pubblicato con successo nel 2006. A volerne la trasposizione è stata l'attrice Rachel Weisz, che lo ha proposto alla produttrice Frida Torresblanco, come la stessa ha spiegato: "Ero alla ricerca di un progetto che avesse al centro delle donne forti, intelligenti e determinate. Ciò che più mi ha colpito del romanzo è stato il modo in cui tratta il tema della trasgressione e della disobbedienza di due donne. Nel mondo in cui viviamo, la trasgressione non suscita più scalpore e la parola tabù quasi non esiste più. Il termine disobbedienza vuol dire poco o niente. Le due parole però assumono un significato diverso se si riferiscono a una piccola comunità chiusa, come quella ebraica ortodossa della parte settentrionale di Londra. Una storia di trasgressione e disobbedienza all'interno di un microcosmo ordinato e tradizionalista come quello si tramuta inevitabilmente in un grande dramma universale con cui tutti devono fare i conti".

Il cast

A dirigere Disobedience è Sebastián Lelio, regista e sceneggiatore di origine cilena, il cui film di esordio, La sagrada familia, nel 2006 è stato premiato al San Sebastian Film Festival. Con il supporto del Festival di Cannes, nel 2009 ha realizzato la sua opera seconda, Navidad, mentre ha affidato al Festival di… Vedi tutto

Trailer

Commenti (8) vedi tutti

  • Per la prima volta, Sebastian Lelio ha girato un film lontano dal suo Cile, interamente in lingua inglese per una produzione americana, come quasi tutti gli attori. Da vedere!

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Argomento interessante ma film lento lento e noioso

    commento di Artemisia1593
  • L'ennesima storia d'amore Saffico contrastata dalla comunità. Piuttosto superficiale nell'analisi dei rapporti tra i personaggi.

    commento di iro
  • Un film pieno di dettagli,silenzi e sguardi,dietro una cultura molto distante dalla nostra,da non perdere.

    commento di ezio
  • L'uomo fra tutte le creature è l'unico che ha il potere di disobbedire.

    leggi la recensione completa di champagne1
  • Immagino che a pochissime persone interessi la Cultura Ebraica, il mondo Yddish. E se vi consigliassi un film recente, che parla di cultura ebraica, ma in modo diverso dal solito?

    leggi la recensione completa di noventano
  • Film di costruzione magistrale , immagini dense di umori, sensazioni, spinte dal profondo trattenute a stento.

    leggi la recensione completa di yume
  • film piuttosto calibrato nell'ambientazione, nella caratterizzazione dei personaggi e nella scrittura, tutto sommato anche più riuscito del tanto osannato Una mujer fantastica...forse anche perché la Weisz vale sempre la visione.

    commento di giovenosta
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

laulilla di laulilla
8 stelle

  Tornata a Londra per i funerali del padre, Ronit (Rachel Weisz) rivede i parenti e gli amici di gioventù, ben inseriti, ora, nella comunità ebraico-ortodossa nella quale era cresciuta ed era stata educata, ma che aveva volontariamente lasciato da più di vent’anni per non esserne soffocata: teneva troppo ai suoi progetti e alla sua libertà. Se ne era… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

barabbovich di barabbovich
5 stelle

L'anziano rabbino di una comunità inglese ebrea assai coesa muore. Al suo funerale arriva, del tutto inattesa, l'unica figlia dell'uomo (Weisz), che ha ricevuto la notizia dalla moglie (McAdams) del discepolo prediletto del defunto (Nivola). Tra le due in passato c'era stata una storia di amore saffico fortemente osteggiata da tutta la comunità. Il nuovo contatto riaccende la… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2023
2023

Recensione

stefanocapasso di stefanocapasso
6 stelle

Alla morte del padre, rabbino capo della comunità ebraico ortodossa di Londra, Ronit torna da New York per i suoi funerali. L’unica figlia del rabbino era letteralmente scappata 7 anni prima quando la sua storia d’amore con Esti aveva fatto scandalo, in quanto omosessuale. Per fuggire dalla situazione oppressiva Ronit aveva lasciato tutto e non aveva più dato notizie di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2022
2022
Trasmesso il 4 luglio 2022 su Cielo
2021
2021

Recensione

alexio350 di alexio350
7 stelle

Quando Ronit (Rachel Weisz) torna da New York in una comunità ebraica di Londra per assistere al funerale del padre, si riaccenderà la passione tra lei ed Esti (Rachel McAdams), la quale nel frattempo ha rinunciato a vivere il suo amore per le donne in nome di un matrimonio di facciata. La relazione tra le due  verrà alla luce e porterà non poco…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2020
2020
2019
2019

Recensione

barabbovich di barabbovich
5 stelle

L'anziano rabbino di una comunità inglese ebrea assai coesa muore. Al suo funerale arriva, del tutto inattesa, l'unica figlia dell'uomo (Weisz), che ha ricevuto la notizia dalla moglie (McAdams) del discepolo prediletto del defunto (Nivola). Tra le due in passato c'era stata una storia di amore saffico fortemente osteggiata da tutta la comunità. Il nuovo contatto riaccende la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

champagne1 di champagne1
7 stelle

Avvertita della morte del padre, il rabbino-capo di una comunità ebraica ortodossa nei dintorni di Londra, Ronit parte da New York e torna dai vecchi amici e conoscenti da cui era "scappata" anni prima. Ritroverà ostilità e diffidenze, ma anche il vecchio amore che aveva causato la sua fuga...     Al suo primo film in lingua inglese, il regista Lelio ripropone…

leggi tutto
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

noventano di noventano
8 stelle

Immagino che a pochissime persone interessi la Cultura Ebraica, il mondo Yddish.   Forse i WOODY ALLEN-isti di stretta osservanza. i FRATELLI COEN-isti che non hanno certo aspettato l'Oscar per parlare agli amici di film come MISTER HULA HOOP oppure BARTON FINK.   E se vi consigliassi un film recente, che parla di cultura ebraica, ma in modo diverso dal solito?  …

leggi tutto
2018
2018
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti

Recensione

laulilla di laulilla
8 stelle

  Tornata a Londra per i funerali del padre, Ronit (Rachel Weisz) rivede i parenti e gli amici di gioventù, ben inseriti, ora, nella comunità ebraico-ortodossa nella quale era cresciuta ed era stata educata, ma che aveva volontariamente lasciato da più di vent’anni per non esserne soffocata: teneva troppo ai suoi progetti e alla sua libertà. Se ne era…

leggi tutto

Recensione

yume di yume
8 stelle

  “Il nostro motto dev’essere dunque: riforma della coscienza non per mezzo di dogmi, ma mediante l’analisi della coscienza non chiara a sé stessa, o si presenti sotto forma religiosa o politica. Apparirà allora che il mondo ha bisogno da lungo tempo del sogno di una cosa.”  K.Marx da una lettera a Ruge da Kreutznach (settembre 1843)  …

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 22 ottobre 2018
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito