Trama

Il chirurgo plastico Ledgard (Antonio Banderas) ha perso la moglie in un incendio causato da un incidente stradale e dedica 12 anni a sperimentare un tipo di pelle sintetica che avrebbe potuto salvarla. Per raggiungere il suo scopo non si fa scrupoli nel superare il limite etico della transgenesi, anche se questo questo non sarà il suo unico crimine.

Note

Dopo il noiosissimo Gli abbracci spezzati, saggio scolastico e citazionista sul noir, Pedro si butta sul thriller (melo)drammatico. E rifà, male, se stesso. Con poca autoironia, visto che dalla battuta godibile su Vera Cruz al finale paradossalmente lieto (direbbero alla Tv svizzera di Mai dire Gol «tutto è bene quel che finisce bene»), passando per “el Tigre”, tutto appare forzato. Come le sceneggiature della vecchiaia almodovariana, alla ricerca di un perfezionismo freddo, di una circolarità chiusa, quasi a scusarsi del proprio meraviglioso caos giovanile. Si è rinchiuso nel genere, quando prima ne sfondava i confini, usa se stesso come un feticcio e il proprio cinema come un puzzle da rimontare diversamente ma sempre con gli stessi tasselli.

Commenti (6) vedi tutti

  • Almodovar tenta un azzardo nel thriller con un approccio metodico e teso; il tutto riesce a metà rendendoci un film labile in cui la femminilizzazione è strumento horrorifico, ma c'è dietro la mano di un artista che persino lontano dal suo genere se la cava alla grande. Ciononostante, chissà se Almodovar si spingerà di nuovo oltre le sue commedie.

    leggi la recensione completa di Decks
  • Personaggi e trama assolutamente intriganti. Nessuno viene tralasciato e se il "tigre" regala i momenti più importanti, è la madre il vero fulcro narratore in una storia dove anche prevedibilità lasciano un senso di sorpresa.

    commento di negro
  • Mettiamola cosi,una variazione di frankenstein del 2000.Peccato i salti temporali che solitamente odio(tipo sei mesi prima ecc…) e che danno confusione alla trama del film.Certo resta un capitolo insolito nella bella filmografia di Almodovar.

    commento di ezio
  • E' UN FILM CHE DISSACRA TUTTO MA , A PARTE L'ARGOMENTO UN PO' ROBUSTO, E' VALITO PER GLI INTERPRETI E LA SOLITA BRAVURA DEL REGISTA.

    commento di fralle
  • Sotto la tutina da gatta il cuore batte all'impazzata mentre alza la mano tremante verso il suo carnefice "Dottore ti supplico non strapparmi la mia malattia!"

    commento di michel
  • Voto :  8   Un film bellissimo,emozionante e doloroso. Non si rimpiangono i capolavori del maestro.Chi non ha colto la bellezza di questo film si merita  "L'alba del pianeta delle scimmie"…

    commento di ripley77
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Viola96 di Viola96
8 stelle

Sia maledetta la critica mondiale,troppo attaccata al passato di un autore per apprezzare anche la sua modernità.Come successo a Woody Allen,massacrato pesantemente per il discreto "Incontrerai l'uomo dei sogni",così succede al grande Almodòvar.Dopo il sottovalutatissimo "Gli abbracci spezzati",che difendemmo in pochissimi,Pedro sforna questo "La pelle che abito",interessante melodramma a… leggi tutto

27 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

marlucche di marlucche
6 stelle

Un Almodovar che cerca di cambiare pelle che abita, quella baroccheggiante e visivamente eccessiva del passato in favore di una messa in scena che, concentrandosi su pochi personaggi, diventa occhio implacabile sulle loro anime. Eppure io ancora ricordo Il discreto fascino del peccato visto in una sala d'essai con mia madre, con quegli altarini traboccanti, gli eccessi di un barocchismo… leggi tutto

12 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

dollyfc di dollyfc
4 stelle

 Voto 5      Questo , di Almodovar, è il quinto film che vedo e sono arrivata alla conclusione che il maestro ed io non riusciamo ad intenderci. La storia che poteva risultare intrigante nel raccontare l'ossessione di un medico ( chirurgo estetico di fama che raggiunge risultati a dir poco stupefacenti nella ricostruzionne della pelle umana ) per riportare in vita l'amata consorte, parte… leggi tutto

15 recensioni negative

Trasmesso l'8 marzo 2018 su Iris
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 25 gennaio 2018 su Iris
Il meglio del 2017
2017

Recensione

Decks di Decks
6 stelle

Lo stile di Pedro Almodovar è ormai conosciuto a livello internazionale; il cineasta ispanico ha allietato le serate di mezzo mondo con le sue storie atipiche e passionali, dimostrando un'apertura mentale di cui ben pochi artisti del suo calibro hanno avuto il coraggio di mostrare. Ecco però che nel 2011 Almodovar va oltre, si discosta decisamente dal suo messaggio e sforna forse,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Utente rimosso (Pandacattivo) di Utente rimosso (Pandacattivo)
3 stelle

La pelle che abito?! Forse era meglio intitolarlo la pelle che indossò! Comunque la si metta, se non fosse per l'inappropriata presenza del fascinoso Banderas, questo film non sarebbe forse neanche mai uscito, un semi thrillertrash drammatic inquietante quanto insulso, una storia che forse se romanzata su carta avrebbe tutt'altro spessore ma ciò che si vede quì è una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013
Disponibile dal 4 novembre 2013 in Dvd a 7,99€
Acquista

Recensione

ethan di ethan
8 stelle

Totalmente in disaccordo con il giudizio del recensore - anche se la redazione ha poi rimediato mettendolo tra ''i 50 film che non avreste dovuto perdere nel 2010-2011'' - che gli regala solo 2 stellette: 'La pelle che abito', tratto dal romanzo 'Tarantola' di Thierry Jonquet è un riuscito connubio tra noir e mélo, in cui la struttura a flashback contribuisce a creare una buona dose di…

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

kubritch di kubritch
4 stelle

E' sempre Almodovar, un genio che ci parla dell'Arte contemporanea al Cinema come nessun altro, mai in modo didascalico come ho visto in 'Midnight in Paris'. Ci fa entrare all'interno dei significati, della sostanza dell'esserci. Ma ha fatto pure di piu': ha influenzato il gusto estetico di quasi tutto l'occidente dipingendo i suoi quadri in movimento con colori primari e geometrie…

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

Viola96 di Viola96
8 stelle

Sia maledetta la critica mondiale,troppo attaccata al passato di un autore per apprezzare anche la sua modernità.Come successo a Woody Allen,massacrato pesantemente per il discreto "Incontrerai l'uomo dei sogni",così succede al grande Almodòvar.Dopo il sottovalutatissimo "Gli abbracci spezzati",che difendemmo in pochissimi,Pedro sforna questo "La pelle che abito",interessante melodramma a…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 19 settembre 2011
Il meglio del 2001
2001
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito