Trama

III secolo d.C.: il milite romano Sebastiano da Narbona viene confinato su un'isola con otto compagni dediti ai piaceri del corpo. Il comandante del plotone si innamora di lui, ma Sebastiano resiste eroicamente alle tentazioni della carne.

Note

Il martirio delle frecce si trasforma in un'estenuante seduta psicanalitica, fatta di godimento masochistico e pulsioni omosessuali. Primo lungometraggio di Jarman: faticoso e intellettualistico, a partire dalla scelta di far parlare gli attori in latino (storpiato, va da sé, da una pesante cadenza inglese). E neppure la colonna musicale di Brian Eno contribuisce a rendere l'insieme meno indigesto.

Commenti (2) vedi tutti

  • Il primo lungometraggio di Derek Jarman, girato in Sardegna, è interessante solo ed esclusivamente come reperto del cinema LGBTQ d'avanguardia.

    leggi la recensione completa di Roberto T.
  • Un film di indiscutibile bellezza. A volte sembra di essere sospesi nel tempo. Bellissimo e tutto da osservare il panorama che fà da sfondo alla pellicola. Notevolissima la colonna sonora.

    commento di columbiatristar
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

kotrab di kotrab
8 stelle

Esordio nel lungometraggio del fuori classe D. Jarman, Sebastiane è una esperienza al confine tra sensorialità ed evocazione estatica in chiave prettamente estetica e poeticamente militante, che ha necessitato di qualche anno e più d'una visione per un personale apprezzamento: la modificazione storica a favore dello sfruttamento ideologico della sensualità del martirio di San Sebastiano… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

LIBERTADIPAROLA75 di LIBERTADIPAROLA75
6 stelle

Quasi trent'anni prima de LA PASSIONE DI CRISTO di Mel Gibson, il giovane artista underground Derek Jarman (qua al suo esordio nel lungometraggio cinematografico, in coppia con Paul Humfress) adatta il linguaggio latino (ma con forte accento inglese negli attori. E questo è uno dei difetti del film!) per un film in costume. La trama è ispirata a una versione apocrifa della storia del martire… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Roberto T. di Roberto T.
4 stelle

  Versione gaya della vicenda di San Sebastiano che, confinato su un'isola disabitata del Mediterraneo (il film fu girato in esterni in Sardegna), rifiuta di concedersi al soldato romano che fa la guardia...  Primo lungometraggio da (co-)regista di Derek Jarman è praticamente un soft-porn d'autore recitato in latino nel quale i protagonisti passano la maggior parte del tempo a… leggi tutto

2 recensioni negative

2019
2019

Recensione

Roberto T. di Roberto T.
4 stelle

  Versione gaya della vicenda di San Sebastiano che, confinato su un'isola disabitata del Mediterraneo (il film fu girato in esterni in Sardegna), rifiuta di concedersi al soldato romano che fa la guardia...  Primo lungometraggio da (co-)regista di Derek Jarman è praticamente un soft-porn d'autore recitato in latino nel quale i protagonisti passano la maggior parte del tempo a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2017
2017
locandina
Foto
2015
2015

Recensione

Daniele26 di Daniele26
7 stelle

Il regista Derek Jarman ci illustra la vita di San Sebastiano,tra iconografia classica e miti pagani. Suggestive le immagini iniziali, omaggio al Satirycon felliniano, con un baccanale pieno di eccessi kitsch e un simpatico Lindsay Kemp che si presta divertito all'emozione del gioco erotico. La figura di Sebastiane è focalizzata nel dualismo ieratico di un mistico sensuale che rifiuta le…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2014
2014
locandina
Foto
2013
2013

Recensione

LIBERTADIPAROLA75 di LIBERTADIPAROLA75
6 stelle

Quasi trent'anni prima de LA PASSIONE DI CRISTO di Mel Gibson, il giovane artista underground Derek Jarman (qua al suo esordio nel lungometraggio cinematografico, in coppia con Paul Humfress) adatta il linguaggio latino (ma con forte accento inglese negli attori. E questo è uno dei difetti del film!) per un film in costume. La trama è ispirata a una versione apocrifa della storia del martire…

leggi tutto
2010
2010

Recensione

kubritch di kubritch
8 stelle

Poeticamente metafisico, pasoliniano (se mi passate il brutto attributo) per certi versi, agli antipodi del pragmatismo dei narratori americani. L'uno esclude l'altro. Lo dico solo a beneficio di sintesi. So benissimo che anche gli americani ne sono capaci ma in linea generale non è molto recapito e dunque ri-prodotto. 4 1/2. Ad avercene più poesia anche al cinema.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

kotrab di kotrab
8 stelle

Esordio nel lungometraggio del fuori classe D. Jarman, Sebastiane è una esperienza al confine tra sensorialità ed evocazione estatica in chiave prettamente estetica e poeticamente militante, che ha necessitato di qualche anno e più d'una visione per un personale apprezzamento: la modificazione storica a favore dello sfruttamento ideologico della sensualità del martirio di San Sebastiano…

leggi tutto

Martiri

Redazione di Redazione

È per lo più il cinema storico quello che ci racconta il martirio: scelta totale di campo, liberazione da ogni dubbio e modello assoluto di coerenza. Ma anche in tanto cinema politico e sociale il martirio è…

leggi tutto
Playlist

sette possono bastare

zombi di zombi

credo di averli in mente già da un pò di tempo i miei sette, anche perchè di recenti non ce n'è. diciamo che appartengono alla mia storia di appassionato di cinema che inizia abbastanza…

leggi tutto
2009
2009
2008
2008
2006
2006

Richard Warwick

taty di taty

Lo prendo come attore simbolo di un fenomeno inspiegabile: nella sua carriera ha interpretato ben 33 tra film e telefilm dal 1968 al 1996, tra i quali troviamo una filmografia shakespeariana di tutto rispetto, in film…

leggi tutto
Playlist
2005
2005

Recensione

sasso67 di sasso67
4 stelle

San Sebastiano come Santa Maria Goretti? Anche Sebastiano fu martirizzato per non aver voluto cedere alle insane voglie di un bruto? Nel caso di specie il bruto è Severo, capitano delle legioni romane, che si voleva fare perdidietro il giovane soldato Sebastiano. Il quale, già da solo, si era messo nei guai con il suo rifiuto a combattere, dovuto alla conversione al Cristianesimo. Il film di…

leggi tutto
Recensione
2004
2004

I Corpi Nudi di Grossman.

Huppert di Huppert

" Non puoi saperlo ma io, già da anni, da quando ero ragazzo, sono ossessionato dall' idea di correre nudo per strada. Spogliarmi non tanto per scandalizzare, quanto per essere il primo a farlo, per il bene di tutti.…

leggi tutto
Playlist
2003
2003

Natale in Vaticano.

Huppert di Huppert

Questi sette film sono solo una piccola parte della grande videoteca presente in Vaticano. Senza dimenticare, ovviamente, i nuovi acquisti come "Poco più di un anno fa", "Aprimi il cuore", e "Ken Park". Per il giorno…

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito