Espandi menu
cerca

Chi lavora è perduto

Regia di Tinto Brass

Con Sady Rebbot, Pascale Audret, Tino Buazzelli, Franco Arcalli Vedi cast completo

Guardalo su
  • The Film Club
  • Infinity+
  • Prime Video
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

Il ventisettenne Bonifacio senza un lavoro si trova verso mezzogiorno a girare per le strade assolate di Venezia in un giorno d'estate. Il caldo, la necessità di ingannare il tempo e quella di prendere una decisione importante come quello del lavoro lo portano a elaborare con la mente una quantità di ricordi e di pensieri. Rivivono così alcune situazioni familiari e le varie fasi della sua educazione. Nel suo girovagare incontra Claudio e ritorna col pensiero a un altro suo amico che non è più uscito dal manicomio...

Note

Il primo film di Tinto Brass ha una notevole forza libertaria. La censura impose dei tagli e un nuovo titolo, _In capo al mondo_.

Commenti (2) vedi tutti

  • Il noto Tinto nel suo esordio "franco veneziano"

    leggi la recensione completa di CristianoSalmaso
  • Film alquanto sperimentale come tutte le pellicole girate da Tinto Brass a inizio carriera.Sembra quasi un finto documentario ,su una venezia rigorosamente in bianco e nero.

    commento di ezio
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

hallorann di hallorann
8 stelle

Il primo film di Tinto Brass anticipa temi, luoghi e ossessioni del suo cinema futuro anni settanta e ottanta. Attraverso la figura del protagonista Bonifacio, un giovane disoccupato allergico al lavoro e al conformismo, Brass esplicita tutta la sua indole anarchica accompagnata da causticità, ironia e trasgressione.   Il protagonista vagabonda per Venezia alla ricerca di un… leggi tutto

3 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

undying di undying
5 stelle

  E' un Brass politico e polemico quello del debutto, che ha già ben chiare le idee cinematografiche facendo ricorso a tecniche che ne decretano un taglio e una cifra stilistica personalissima, quali, ad esempio le sfocature circolari e l'uso frequente dell'idioma francese, forzatamente inserito in un linguaggio veneto al limite del dialettale. Le disavventure dello spiantato (pur… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni
2021
2021
Trasmesso il 22 luglio 2021 su Cine34
Trasmesso il 7 gennaio 2021 su Cine34
2020
2020
Trasmesso il 3 ottobre 2020 su Cine34

Recensione

CristianoSalmaso di CristianoSalmaso
7 stelle

Regista noto a chiunque per i suoi fim erotici che a partire dagli anni '80 hanno stuzzicato pubblico e critica, Tinto Brass esordì però con una pellicola intitolata Chi lavora è perduto (originariamente In capo al mondo) che mescolava ambizioni e ascendenti letterari alla sua ironia, o meglio a quella sfacciataggine che avrebbe preso il sopravvento nella sua carriera,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Trasmesso il 16 luglio 2020 su Cine34
2019
2019

Raccontare Venezia... Aspettando Venezia

obyone di obyone

Il documentario di Wilma Labate " Raccontare Venezia" è stato presentato alla 74ma Mostra del cinema. Racconta la città dei doge attraverso il filtro deformante del cinema che l'ha ritratta nelle sue…

leggi tutto
Playlist
Trasmesso il 26 luglio 2019 su Iris
2018
2018
Trasmesso il 16 maggio 2018 su Iris
2017
2017
Trasmesso il 18 dicembre 2017 su Iris
Trasmesso il 23 maggio 2017 su Iris

Recensione

undying di undying
5 stelle

  E' un Brass politico e polemico quello del debutto, che ha già ben chiare le idee cinematografiche facendo ricorso a tecniche che ne decretano un taglio e una cifra stilistica personalissima, quali, ad esempio le sfocature circolari e l'uso frequente dell'idioma francese, forzatamente inserito in un linguaggio veneto al limite del dialettale. Le disavventure dello spiantato (pur…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 16 febbraio 2017 su Rete 4
2016
2016
Trasmesso il 14 dicembre 2016 su Rete 4
Trasmesso il 13 dicembre 2016 su Rete 4

1 Maggio: Film sul lavoro

boychick di boychick

Oggi, inutile ricordarlo, è la Festa del Lavoro. Mai come in questo periodo il lavoro è tra i temi più discussi e sentiti. "L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro....."…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
4 stelle

Ciò che più restano impressi sono una presunzione smodata ed uno stile tanto colorito quanto vacuo. Non fa riflettere, non lascia nulla, dice tanto per non dir niente, irrita. I film italiani importanti sul mondo del lavoro sono altri. Tabellino dei punteggi di Film Tv ritmo:1 impegno:1

leggi tutto
Recensione
Trasmesso il 15 marzo 2015 su Iris
2014
2014
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito