Trama

La vera storia di Forrest Tucker dalla sua audace fuga da San Quentin all'età di settant'anni a una serie di rapine che hanno confuso e incantato l'opinione pubblica. Coinvolti a titoli diversi nella sua epopea sono il detective John Hunt, affascinato dai modi in cui Tucker agisce, e una donna che lo ama nonostante la professione che si è scelto.

Approfondimento

THE OLD MAN & THE GUN: L'ARTE DELLA RAPINA

Diretto e sceneggiato da David Lowery, The Old Man & the Gun è basato sulla vera storia di Forrest Tucker, dalla sua audace fuga dal penitenziario San Quentin all'età di settant'anni nel 1979 a una serie di rapine senza precedenti che hanno confuso le autorità e incantato la gente. Impegnati a inseguirlo sono il detective John Hunt, che rimane affascinato dall'impegno che Forrest mette nella sua "professione", e Jewel, una donna che lo ama nonostante il lavoro che s'è scelto.

Con la direzione della fotografia di Joe Anderson, le scenografie di Scott Kuzio, i costumi di Annell Brodeur e le musiche di Daniel Hart, The Old Man & the Gun trae spunto da un articolo del magazine statunitense The New Yorker, firmato da David Grann. Il reportage raccontava la storia di Forrest Tucker, un uomo che per tutta la vita ha avuto una sola occupazione, accompagnata da un talento unico e una fortuna spudorata: era un rapinatore di banche che per ben 18 volte ha eluso le autorità sfuggendo al carcere. All'inizio degli anni Ottanta, oramai settantenne, Tucker intraprese quella che doveva essere la sua ultima leggendaria impresa: rapinare una banca per un colpo milionario. Nonostante l'età anagrafica, il suo spirito indomito e la sua voglia di sfidare le regole lo portarono a vivere così l'apice della sua carriera. A interessarsi all'articolo sono stati in primis l'attore Robert Redford, che da produttore ne ha acquisito i diritti e ha affidato il successivo adattamento cinematografico a uno dei nomi emergenti di Hollywood, il regista David Lowery. "Ho cercato di mettere da parte il lato giornalistico della vicenda per concentrarmi su una sorta di moderno western con al centro un eroe che vive negli anni Ottanta, il decennio prima che i dispositivi mobili e internet cambiassero per sempre la vita di tutti. In quel periodo si viveva ancora tutti con meno fretta e si aveva più spazio per nascondersi: la commistione delle due cose ha reso la vicenda di Tucker affascinante agli occhi di un'intera nazione. Mentre veniva inseguito, anche Tucker inseguiva qualcosa: un'ultima possibilità per vivere felice e con l'amore, anche se ciò comportava necessariamente essere un fuorilegge. Ciò che ha reso la sua vicenda particolare è l'allegoria che la sua figura di ladro ha intrinseca. Rubare banche non è forse una forma d'arte in cui bisogna essere intransigenti e pretendere il massimo da se stessi, sacrificando sentimenti, relazioni e vita privata?", ha sottolineato il regista.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere The Old Man & the Gun è David Lowery, regista e sceneggiatore statunitense. Nato nel 1980 a Milwaukee, Lowery è il maggiore di nove figli ed è stata la sua famiglia numerosa a portarlo a interessarsi delle varie sfaccettature dell'essere umano, facendo nascere in lui il desiderio di raccontare storie. A… Vedi tutto

Commenti (9) vedi tutti

  • Film piuttosto di maniera, impreziosito però da un Robert Redford ancora eccezionale. Proprio la sua presenza lo rende da vedere, molto più di una trama per nulla strabiliante

    commento di silviodifede
  • è uno dei film - "la cui storia è in gran parte vera" - più posticci mai realizzati. stanco e un po' patetico, Redford fa di tutto per fare il "simpaticone", ma sembra proprio una copia sbiadita di se stesso. anche Affleck e la Spacek (per non parlare di Waits) fanno un po' fatica a dar vita ai loro personaggi. il tracollo è salvato dal mestiere.

    commento di giovenosta
  • Non si tratta di guadagnarsi da vivere. Si tratta di vivere.

    leggi la recensione completa di ManuelaZarattini
  • Caro Redford, posso capirti se davvero chiudi qui la carriera d'attore: ci resta il ricordo di un gentiluomo. Gentiluomo anche l'uomo vero - non personaggio di fantasia - che interpreti. È Forrest Tucker, non sparò mai ma la sua vita è stracarica di emozioni, che ci sono mancate quasi in toto, chissà che pensa lui del film....

    leggi la recensione completa di cherubino
  • Non lo faccio per guadagnarmi da vivere: lo faccio per vivere!

    leggi la recensione completa di champagne1
  • Bob superbo! Film da vedere per tutti i fan di Redford.

    commento di sfrisolo
  • Film "stremato", come lui, come il poliziotto, come chi si aspetta un bell'omaggio alla carriera e vede uno sbiadito ritratto della terza età.

    leggi la recensione completa di yume
  • Un film a perdere…a parte (lo strepitoso) Redford

    leggi la recensione completa di siro17
  • The Old Man & the Gun è uno spasso di film, con un regista in gran forma (David Lowery) che fa proprio il mood scanzonato ed il tono farsesco del suo magnetico e bizzarro protagonista, senza farne un'agiografia né giudicarlo. Gigantesco Redford.

    leggi la recensione completa di pazuzu
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
9 stelle

Festa del Cinema di Roma – Selezione ufficiale. Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Non è neanche colpa sua, semplicemente è fatto così e non possiede la formula per cambiare, tanto da proseguire imperterrito sulla rotta prestabilita fino all’intervento di forze superiori alla sua volontà. E anche se così fosse, non è detto che la scritta… leggi tutto

7 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

yume di yume
5 stelle

  Questa volta parlerò in prima persona per rispetto di tutti coloro che, edificati da questo film, non devono in alcun modo pensare che uno stile impersonale li voglia rappresentare. Prese dunque le dovute distanze dal grande coro osannante, colpevolmente incurante dei gridolini di fiera deprecazione che mi pioveranno addosso, voglio partire da Flaubert e dal felice lampo di… leggi tutto

8 recensioni sufficienti

2019
2019

Recensione

penelope68 di penelope68
7 stelle

Forrest Tucker è un rapinatore particolare , i suoi colpi alle banche sono sempre perfetti senza spargimenti di sangue e per questo tutti lo reputano un vero gentiluomo . Organizza con altri due settantenni dei colpi a ripetizione , e essendo insospettabili le forze dell' ordine non sanno da che parte iniziare . Il detective John Hunt si mette sulle sue tracce, ma non sarà…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

axe di axe
6 stelle

Nonostante l'età avanzata, Forrest Tucker non vuole perdere l'"abitudine" di rapinare le banche, attività nella quale ottiene successo grazie all'aspetto, ed ai propri modi, cortesi ma decisi. Per un periodo di tempo, vive una sorte di doppia esistenza. In alcuni momenti, esegue le rapine, insieme a due complici, anch'essi anziani; in altri, s'intrattiene con Jewel, una signora…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 10 voti
vedi tutti

Recensione

Andreotti_Ciro di Andreotti_Ciro
7 stelle

Salutata l’ultima fatica di Clint Eastwood, tratta anche lei da una storia vera e piena di voglia di ricordi e di ripercorrere la carriera di una delle icone cinematografiche degli ultimi, questa volta a salutare forse definitivamente il palco, per dedicarsi esclusivamente al Sundance Film Festival, è il ragazzo della porta accanto ovvero Robert Redford, che oramai un ragazzo non lo…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Scott Walker, Not One Word.

mck di mck

  The Old Man's Back Again...   Noel Scott Engel (9 Gennaio 1943 - 22 Marzo 2019)   Colonne sonore originali ("Pola X", "the ChildHood of a Leader" e "Vox Lux") e non originali.  

leggi tutto
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 12 voti
vedi tutti

Recensione

ManuelaZarattini di ManuelaZarattini
6 stelle

E' questo ciò che risponde Forrest Tucker ad un poliziotto che lo esortava a scegliere modi di guadagnarsi la vita più "consoni" e alternativi alle rapine in banca. Ma per Robert (non c'è niente da fare: è Forrest nella storia ma nella mia mente prevale sempre il vero nome del grande attore) le rapine sono il suo modus vivendi a cui non può rinunciare: non…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
7 stelle

Prossimo agli ottanta, Forrest Tucker (Redford) - modi ineccepibili, vestiti eleganti, eloquio da gentiluomo - non si rassegna a pensionarsi come rapinatore. Prima con due compari (i redivivi Denny Glover e Tom Waits), poi in solitaria, continua a consumare rapine in lungo e in largo per tutti gli States, sfoderando un'arma meno che convenzionale: il suo charme (l'unica pistola che si vede nel…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

leporello di leporello
5 stelle

   Sarà pur tratto da una storia vera, ma se le cose andarono davvero così fu una storia piuttosto sciocchina. Come sciocchino è questo film in generale che, se si toglie quella di trovarsi di fronte ad un gigante (e una gigantessa, Sissy Spacek) che annuncia il suo ritiro dalle scene, offre ben poche emozioni e piuttosto molte perplessità riguardo ad un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 22 voti
vedi tutti
2018
2018

Recensione

cherubino di cherubino
5 stelle

              THE OLD MAN & THE GUN (2018)   Caro Bob, da dove mi trovo ora da 14 anni non ho proprio voglia di evadere, anche se lo chiamano, al solito, penitenziario, o con termine desueto purgatorio. Si sta bene. Certo, non è proprio un paradiso: lì ci si diverte di più, vedono tutto quello che vogliono…

leggi tutto

Recensione

champagne1 di champagne1
6 stelle

Forrest Tucker ha più di 70 anni, ma continua imperterrito a rapinare banche. Le rapina in maniera gentile, non asportando mai grosse somme, in genere col sorriso e spesso lasciando ai rapinati l'impressione di aver avuto a che fare con un gentiluomo. La Polizia sembra non accorgersi di quanto avviene, finché al suo caso non comincia a interessarsi il detective John Hunt...  …

leggi tutto

Recensione

Zagarosh di Zagarosh
8 stelle

Il nuovo film di David Lowery sceglie di non utilizzare mai davvero l’elemento più forte della sua narrazione, ovvero lo stile di rapina del suo protagonista, gentiluomo che non ha mai usato una pistola perché tanto abile con le parole da convincere gli impiegati di banca a consegnargli i soldi spontaneamente. È in questa idea apparentemente controproducente che si…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

yume di yume
5 stelle

  Questa volta parlerò in prima persona per rispetto di tutti coloro che, edificati da questo film, non devono in alcun modo pensare che uno stile impersonale li voglia rappresentare. Prese dunque le dovute distanze dal grande coro osannante, colpevolmente incurante dei gridolini di fiera deprecazione che mi pioveranno addosso, voglio partire da Flaubert e dal felice lampo di…

leggi tutto

Recensione

nickoftime di nickoftime
8 stelle

Basterebbe il duetto tra Robert Redford e Sissy Spacek all'inizio del film per giustificare le ragioni alla base di un'opera come "The Old Man & the Gun" di David Lowery, che, nella maniera in cui lo sono i grandi lavori cinematografici, non esaurisce le sue qualità nella bravura degli attori. E qui entriamo subito nel dettaglio, perché la sequenza appena citata non è…

leggi tutto

Recensione

siro17 di siro17
5 stelle

Film di una noia pazzesca. Discorso a parte merita il grandioso Redford che non sembra nemmeno recitare tanto è nel ruolo di questo ladro gentiluomo. Gli sguardi, l’eleganza con cui si fa consegnare il bottino, la “complicità” con il suo inseguitore, l’affabilità con cui si rapporta ad una donna, lo rendono un personaggio quasi mitologico.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito