Trama

La vera storia di Forrest Tucker dalla sua audace fuga da San Quentin all'età di settant'anni a una serie di rapine che hanno confuso e incantato l'opinione pubblica. Coinvolti a titoli diversi nella sua epopea sono il detective John Hunt, affascinato dai modi in cui Tucker agisce, e una donna che lo ama nonostante la professione che si è scelto.

Approfondimento

THE OLD MAN & THE GUN: L'ARTE DELLA RAPINA

Diretto e sceneggiato da David Lowery, The Old Man & the Gun è basato sulla vera storia di Forrest Tucker, dalla sua audace fuga dal penitenziario San Quentin all'età di settant'anni nel 1979 a una serie di rapine senza precedenti che hanno confuso le autorità e incantato la gente. Impegnati a inseguirlo sono il detective John Hunt, che rimane affascinato dall'impegno che Forrest mette nella sua "professione", e Jewel, una donna che lo ama nonostante il lavoro che s'è scelto.

Con la direzione della fotografia di Joe Anderson, le scenografie di Scott Kuzio, i costumi di Annell Brodeur e le musiche di Daniel Hart, The Old Man & the Gun trae spunto da un articolo del magazine statunitense The New Yorker, firmato da David Grann. Il reportage raccontava la storia di Forrest Tucker, un uomo che per tutta la vita ha avuto una sola occupazione, accompagnata da un talento unico e una fortuna spudorata: era un rapinatore di banche che per ben 18 volte ha eluso le autorità sfuggendo al carcere. All'inizio degli anni Ottanta, oramai settantenne, Tucker intraprese quella che doveva essere la sua ultima leggendaria impresa: rapinare una banca per un colpo milionario. Nonostante l'età anagrafica, il suo spirito indomito e la sua voglia di sfidare le regole lo portarono a vivere così l'apice della sua carriera. A interessarsi all'articolo sono stati in primis l'attore Robert Redford, che da produttore ne ha acquisito i diritti e ha affidato il successivo adattamento cinematografico a uno dei nomi emergenti di Hollywood, il regista David Lowery. "Ho cercato di mettere da parte il lato giornalistico della vicenda per concentrarmi su una sorta di moderno western con al centro un eroe che vive negli anni Ottanta, il decennio prima che i dispositivi mobili e internet cambiassero per sempre la vita di tutti. In quel periodo si viveva ancora tutti con meno fretta e si aveva più spazio per nascondersi: la commistione delle due cose ha reso la vicenda di Tucker affascinante agli occhi di un'intera nazione. Mentre veniva inseguito, anche Tucker inseguiva qualcosa: un'ultima possibilità per vivere felice e con l'amore, anche se ciò comportava necessariamente essere un fuorilegge. Ciò che ha reso la sua vicenda particolare è l'allegoria che la sua figura di ladro ha intrinseca. Rubare banche non è forse una forma d'arte in cui bisogna essere intransigenti e pretendere il massimo da se stessi, sacrificando sentimenti, relazioni e vita privata?", ha sottolineato il regista.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere The Old Man & the Gun è David Lowery, regista e sceneggiatore statunitense. Nato nel 1980 a Milwaukee, Lowery è il maggiore di nove figli ed è stata la sua famiglia numerosa a portarlo a interessarsi delle varie sfaccettature dell'essere umano, facendo nascere in lui il desiderio di raccontare storie. A… Vedi tutto

Commenti (1) vedi tutti

  • The Old Man & the Gun è uno spasso di film, con un regista in gran forma (David Lowery) che fa proprio il mood scanzonato ed il tono farsesco del suo magnetico e bizzarro protagonista, senza farne un'agiografia né giudicarlo. Gigantesco Redford.

    leggi la recensione completa di pazuzu
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
9 stelle

Festa del Cinema di Roma – Selezione ufficiale. Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Non è neanche colpa sua, semplicemente è fatto così e non possiede la formula per cambiare, tanto da proseguire imperterrito sulla rotta prestabilita fino all’intervento di forze superiori alla sua volontà. E anche se così fosse, non è detto che la scritta… leggi tutto

2 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

13° FESTA DEL CINEMA DI ROMA - SELEZIONE UFFICIALE Il detto popolare secondo il quale "il lupo perde il pelo, ma non il vizio", si addice perfettamente allo stile di vita e alle imprese che hanno caratterizzato la vita di Forrest Tucker, personaggio realmente esistito, ladro imperterrito ed irriducibile negli intenti ed i risultati, ma gentiluomo e garbato nei modi. Un uomo che ha… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2018
2018
locandina
Foto
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

13° FESTA DEL CINEMA DI ROMA - SELEZIONE UFFICIALE Il detto popolare secondo il quale "il lupo perde il pelo, ma non il vizio", si addice perfettamente allo stile di vita e alle imprese che hanno caratterizzato la vita di Forrest Tucker, personaggio realmente esistito, ladro imperterrito ed irriducibile negli intenti ed i risultati, ma gentiluomo e garbato nei modi. Un uomo che ha…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

pazuzu di pazuzu
9 stelle

  Forrest Tucker conosceva solamente un mestiere: la rapina. Ma quel mestiere lo svolgeva in maniera assolutamente personale, probabilmente unica. Tucker detestava la violenza, e soprattutto sorrideva sempre: anche mentre ordinava al malcapitato banchiere di turno di riempirgli di banconote una valigetta, anche dopo aver trovato il modo di fargli vedere una pistola che comunque non…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Recensione

supadany di supadany
9 stelle

Festa del Cinema di Roma – Selezione ufficiale. Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Non è neanche colpa sua, semplicemente è fatto così e non possiede la formula per cambiare, tanto da proseguire imperterrito sulla rotta prestabilita fino all’intervento di forze superiori alla sua volontà. E anche se così fosse, non è detto che la scritta…

leggi tutto
locandina
Foto
Robert Redford, Sissy Spacek
Foto
Robert Redford, Sissy Spacek
Foto
Gene Jones, Robert Redford
Foto
Robert Redford
Foto
Robert Redford
Foto
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito