Trama

Rike, giovane dottoressa europea, incarna un modello tipicamente occidentale di felicità e successo. Istruita, fiduciosa, determinata e impegnata, vive tutte le situazioni di emergenza che il suo lavoro le propone prima di concedersi una meritata vacanza a Gibilterra. Qui, ha in mente di realizzare il sogno di raggiungere da sola con la sua barca a vela l'Isola dell'Ascensione, nell'Oceano Atlantico. Il suo obiettivo però si infrange contro una realtà inaspettata: dopo una tempesta, si ritrova faccia a faccia con un'imbarcazione di rifugiati che necessitano del suo aiuto.

Approfondimento

STYX: IL MARE, CROCEVIA DI IMMIGRATI

Diretto da Wolfgang Fischer e sceneggiato dallo stesso con Ika Künzel, Styx racconta la storia di una donna che vede la sua vita cambiare durante quella che doveva essere una semplice vacanza. La donna si chiama Rike, ha una quarantina d'anni e lavora come medico dell'ambulanza a Colonia. Decisa a prendersi una meritata vacanza, parte in solitaria con la sua modernissima e attrezzatissima barca a vela da Gibilterra per raggiungere l'isola di Ascensione, un paradiso in terra in mezzo all'Oceano Atlantico. Nei momenti di bonaccia sfoglia un sontuoso volume illustrato che le mostra in anteprima quel che vedrà con i suoi occhi. Anche in situazioni estreme si sa destreggiare con grande perizia e neanche una tempesta di quelle forza 9 le fa perdere il controllo. Dopo una tempesta si trova non lontano da un battello alla deriva pieno di immigrati che hanno urgente bisogno di aiuto: solo un ragazzo, nuotando disperatamente, riesce ad aggrapparsi alla sua barca. Non dandosi per vinta, Rike manda diverse richieste di soccorso ma la guardia costiera le ordina di non immischiarsi perché non ha i mezzi per essere d'aiuto. Il suo senso di responsabilità però la tormenta: se ne andrà sapendo che delle persone perderanno la vita in mare?

Con la direzione della fotografia di Benedict Neuenfels, i costumi di Nicole Fischnaller e le musiche di Dirk von Lowtzow, Styx nasce dal desiderio del regista di raccontare cosa accade oggi nei nostri mari, come ha spiegato in occasione della presentazione del film al Festival di Berlino 2018: "Ogni giorno, sulle frontiere esterne dell'Europa, le persone muoiono mentre cercando la pace, tentando di salvarsi attraversando il mare per raggiungere il nostro continente. Queste persone, secondo una nostra ricerca, possono ancora contare su di un piccolo sostegno da parte di alcune istituzioni ufficiali, cosa confermata dai nostri colloqui con Sea Watch, Medici senza frontiere, Borderline Europe e Moas, tra le organizzazioni di aiuto non governative presenti.

Gli "incontri" in mezzo all'oceano tra imbarcazioni da diporto e barche piene di rifugiati sono un incubo molto discusso tra i marinai e le persone che lavorano in mare, perché stanno diventando sempre più comuni. Che cosa può succedere, dunque, se una velista, da sola sulla propria barca, si ritrova in questa situazione? Ispirato da eventi reali, Styx, nella finzione, cerca risposte a questa domanda, raccontando quanto gli interessi economici siano in competizione con i principi umanitari e di come l'indifferenza distrugga ogni speranza. Il film tratta di sogni individuali e gira attorno a questioni centrali sull'identità: chi siamo, chi vogliamo essere, chi dobbiamo essere?

Styx, il cui titolo richiama il mitologico fiume degli inferi (lo Stige), documenta, in maniera realistica, il viaggio da eroina della protagonista femminile. Rike trascorre metà del film da sola in alto mare, a bordo di uno yacht lungo undici metri. Di conseguenza, per la maggior parte del tempo, il dialogo gioca un ruolo marginale. Invece, i suoni in condizioni di natura estrema si rivelano fondamentali. La maggior parte del film è stata girata in condizioni di vita reale, in mare aperto. Il set era limitato, il suono e i rumori sono genuini e la cinepresa è interamente concentrata sulla protagonista femminile. Solo all'inizio e alla fine, la sua posizione è contestualizzata. Nella seconda metà del film, una confusione di lingue integra il rumore di fondo costante. Nei punti di svolta del film, invece, c'è completo silenzio".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Styx è Wolfgang Fischer, regista e sceneggiatore austriaco. Nato a Vienna nel 1970, ha frequentato psicologia e Pittura all'università della capitale austriaca. Successivamente ha studiato cinema presso l’Accademia d’arte di Düsseldorf e all'Accademia di Media Arts (KHM) di Colonia. Oltre a diversi… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

stefanocapasso di stefanocapasso
7 stelle

Rike è una dottoressa che lavora sulle ambulanze, e decide di prendersi una vacanza dallo stress che quest’attività le procura. Parte in solitaria di Gibilterra con la sua barca a vela verso la mitica Isola dell’Ascensione, nell’Oceano Atlantico. Il viaggio si ferma quando incrocia un barcone di migranti. Wolfgang Fischer dirige questo film che tratta un tema… leggi tutto

3 recensioni positive

2018
2018
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Una dottoressa (Wolff) si mette in viaggio da sola a bordo della sua barca a vela di 12 metri, circumnavigando le coste d'Africa per arrivare nell'incontaminata isola di Assunzione, una meraviglia progettata da un allievo di Darwin. Non ci arriverà mai: strada facendo si imbatte in un peschereccio in avaria con a bordo centinaia di migranti. Ne salva uno (Wekesa), un ragazzino di 14 anni…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

sorry di sorry
8 stelle

Si tratta di un film molto attuale : la vita è una, può esere vegetale, animale, umana. Le razze non esistono. La dott.ssa si rivela una donna umana  estremamente cosciente e presente a se stessa. La sua rabbia contenuta, ma disperata di non poter far alcunchè con la sua piccola imbarcazione, se non chiedere aiuto via radio ( ascoltato, ma non esaudito ), la spinge a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

stefanocapasso di stefanocapasso
7 stelle

Rike è una dottoressa che lavora sulle ambulanze, e decide di prendersi una vacanza dallo stress che quest’attività le procura. Parte in solitaria di Gibilterra con la sua barca a vela verso la mitica Isola dell’Ascensione, nell’Oceano Atlantico. Il viaggio si ferma quando incrocia un barcone di migranti. Wolfgang Fischer dirige questo film che tratta un tema…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Uscito nelle sale italiane il 12 novembre 2018
locandina
Foto
2017
2017
Susanne Wolff
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito