Espandi menu
cerca

Settembre

Regia di Woody Allen

Con Mia Farrow, Sam Waterston, Dianne Wiest, Denholm Elliott, Elaine Stritch Vedi cast completo

Guardalo su
  • iTunes
  • iTunes
  • iTunes
  • iTunes
In STREAMING

Trama

Un gruppo di persone, legate da vincoli di parentela o di amicizia, trascorre alcuni giorni di vacanza in una villa del Vermont. La proprietaria, Lane, è innamoratissima di Peter, il quale è innamorato di Stephanie, amica di Lane, che è amata in silenzio da Howard. Nel giro di ventiquattr'ore emergerà tutto il viluppo di affetti, rancori e passioni, compresi anche i traumi di un passato drammatico.

Note

Il più "intimista" dei film di Allen, percorso da un fuoco che cova sotto la cenere. Finissima indagine psicologica, in una narrazione tanto apparentemente semplice quanto ricca, nella sostanza, di problematiche avvincenti. Interpreti di altissima resa.

Commenti (6) vedi tutti

  • Film minore di Allen.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Dolori, rimpianti, vite sprecate, amori che nascono e muoiono, riflessioni sull’universo... Il tutto dentro una casa isolata. Woody Allen mischia il suo stile con quello dell’amato Bergman: ne esce un ibrido interessante, con personaggi che sembrano usciti da un dramma teatrale. Voto 7-/10.

    commento di alexio350
  • Un Woody Allen incerto e a corto d'idee. Poco "jazzato" e fin troppo Bergmaniano.

    leggi la recensione completa di Utente rimosso (delaroche)
  • Cechov, Bergman, Allen; molti sguardi convergenti sulla vita, poca vita.

    commento di michel
  • voto 7

    commento di alice89
  • Forse il film più "tragico" di Allen, anche più di Interiors nonostate l'assenza di suicidio fisico e la presenza di una luce estiva che pervade la casa per la maggior parte del tempo.

    commento di scream
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
7 stelle

Tra i film di Allen, Settembre è uno di quelli che più esplicitamente rendono il loro tributo al cinema di Bergman, ma il suo limite sta in una struttuta teatrale fin troppo evidente, che finisce per penalizzare la pellicola rendendola piuttosto statica e verbosa, nonostante l'eccellente resa della fotografia di Carlo Di Palma e l'indubbia competenza del regista nel posizionamento… leggi tutto

7 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Utente rimosso (delaroche) di Utente rimosso (delaroche)
5 stelle

Woody Allen ha la singolare capacità di riuscire a farsi guardare anche quando un suo film è piuttosto mediocre (ad eccezione delle cose più infelici tipo Vicky Cristina Barcelona ecc). Nonostante questo, le poche cose interessanti di "Settembre" sono palesemente rubate da "Sinfonia D'Autunno" di Bergman (persino il titolo sembra una reminescenza), un vero e proprio… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Il secondo tentativo di Allen di rifare il suo idolo assoluto Bergman (il primo fu una decina di anni prima Interiors, con scarsa fortuna) è di nuovo un po' deludente: il gesto è volenteroso, sentito, accurato e pertanto apprezzabile, ma i toni e i modi del Maestro sono per forza di cose irripetibili, soprattutto se si trasla il groviglio di (mancanza di) affetti, legami, nevrosi,… leggi tutto

1 recensioni negative

2017
2017
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

Utente rimosso (delaroche) di Utente rimosso (delaroche)
5 stelle

Woody Allen ha la singolare capacità di riuscire a farsi guardare anche quando un suo film è piuttosto mediocre (ad eccezione delle cose più infelici tipo Vicky Cristina Barcelona ecc). Nonostante questo, le poche cose interessanti di "Settembre" sono palesemente rubate da "Sinfonia D'Autunno" di Bergman (persino il titolo sembra una reminescenza), un vero e proprio…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2014
2014
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2013
2013
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
2011
2011

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Tra i film di Allen, Settembre è uno di quelli che più esplicitamente rendono il loro tributo al cinema di Bergman, ma il suo limite sta in una struttuta teatrale fin troppo evidente, che finisce per penalizzare la pellicola rendendola piuttosto statica e verbosa, nonostante l'eccellente resa della fotografia di Carlo Di Palma e l'indubbia competenza del regista nel posizionamento…

leggi tutto
2010
2010

Recensione

luisasalvi di luisasalvi
6 stelle

Mereghetti ha visto un altro film. Il settembre del titolo è il futuro imminente e spesso evocato, con speranza o paura, per progetti irrealizzabili o ritorno alla realtà dopo l'evasione adultera. La scena, "classica", è una casa, per 24 ore, verso la fine di agosto. Lane non ha ucciso il violento patrigno che picchiava la madre, ma se ne è accusata su imposizione…

leggi tutto

Recensione

Tato88 di Tato88
8 stelle

Pacato, lento, dolce, sensibile e profondo. Si parla di tutto, si parla del tutto. Ci si lascia cullare dalla tradizionale, raffinata, regia alleniana, dalle sue muse e dai suoi attori che danzano a ritmo di musica. Eppure si ha la sensazione di esercizio di stile, se non semplicemente un piccolo esperimento, che non aspira ad essere altro se non sè stesso. Ma si guarda con piacere,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2009
2009

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
6 stelle

Alcune persone trascorrono del tempo in una villa di campagna e lì emergeranno i conflitti, i sentimenti, gli amori e i rancori. Film drammatico di Allen che decisamente non è da annoverare tra i suoi migliori. Gli interpreti sono indubbiamente bravi e non manca l'intelligenza, ma non è così profondo come altri capolavori del regista e talvolta diventa noioso,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

bradipo68 di bradipo68
6 stelle

Due giorni di isolamento che possono cambiare la vita.Una casa che è muto sfondo ai vari personaggi che si affannano forzatamente ad abitarla.Un crescendo di incomprensioni,un crudele gioco al massacro dove è sempre il più debole che soccombe.Ma l'urlo è silenzioso:Allen dirige un film silenzioso ammantato delle calde luci della fotografia di Carlo Di Palma che fa…

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Il secondo tentativo di Allen di rifare il suo idolo assoluto Bergman (il primo fu una decina di anni prima Interiors, con scarsa fortuna) è di nuovo un po' deludente: il gesto è volenteroso, sentito, accurato e pertanto apprezzabile, ma i toni e i modi del Maestro sono per forza di cose irripetibili, soprattutto se si trasla il groviglio di (mancanza di) affetti, legami, nevrosi,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

fornarolo di fornarolo
8 stelle

"Intimista", "bergmaniano", ecc. In realtà prendiamo i film più maturi di Allen (da Manhattan in poi), togliamo le battute comiche e il regista-attore troppo fissato nel suo cliché, e che cosa resta? Il dramma amarissimo e soffocato dei sentimenti. Questo è distillato di Woody Allen.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

tafo di tafo
6 stelle

Personalmente concordo con  woody allen quando considera Bergman uno dei più grandi geni del cinema, però lo apprezzo meno quando tenta di imitarlo male con film come questo. Qui il nostro si dedica solo alla regia, non ci sono battute, solo attriti familiari e amori non corrisposti. Mia farrow si abbrutisce come Liv Ullman, ma più che altro sembra che ancora non abbia…

leggi tutto

Segreti di famiglia

Redazione di Redazione

Vite apparentemente normali, persone ordinarie, tutto scorre all'insegna della tranquillità. Ma la macchina da presa indaga, la storia fa il suo corso e appaiono le prime ombre: è il passato che chiama. Scomode…

leggi tutto
2008
2008
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

LorCio di LorCio
8 stelle

Una casa può raccontare mille storie. Woody Allen si serve di un impianto pressoché teatrale per affrontare le piccole e grandi storie quotidiane di un gruppo di persone in un interno. Con quel piglio gentile e sensibile che contraddistingue le sue opere più intimiste, Woody mette in scena un dramma sentimentale che si ispira chiaramente a Cechov (Il giardino dei ciliegi su…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito