In Treatment

2008-2010 USA Drammatico HBO Terminata
Guida episodi Cast
3 stagioni - 106 episodi
In streaming
  • NowTV
tutti gli STREAMING
5 voti
7.5 7.5
Scrivi recensione

Quanti episodi hai già visto?

Un format ridotto all’osso per una serie americana che ricalca quasi integralmente l’originale israeliana. Paul Weston (Gabriel Byrne) è uno psicoterapeuta che ogni settimana ha le sedute programmate con i suoi pazienti. Ogni puntata è una sessione con un paziente diverso, mentre nel weekend è lui ad andare dalla sua ex insegnante, oggi tutor e consigliera (Dianne Wiest).

In Treatment - Di cosa parla

In Treatment prende origine da Be Tipul, serie tv israeliana composta di due sole stagioni, ricalcandola interamente nella struttura e nei personaggi, a volte perfino nei dialoghi.

In ogni puntata lo psicoterapeuta Paul ha una seduta con un paziente, secondo un ciclo settimanale che ricomincia dopo cinque episodi (quattro episodi con quattro pazienti diversi, un episodio per il fine settimana in cui lui è “paziente” della sua ex insegnante).

Le prime due stagioni di In Treatment sono sviluppate sugli stessi personaggi di Be Tipul, mentre la terza è completamente originale e infatti la struttura e lo stile variano un minimo (il ciclo di pazienti è composto di tre episodi, e il quarto sposta la scena nello studio di una psicoterapeuta che ha in cura Paul stesso).

Paul Weston è uno psicoterapeuta sui 55-60 anni, sposato e con tre figli. Inglobato nell’appartamento in cui vive c’è lo studio dove riceve i pazienti in cura, mantenendo sempre ben distinte le due zone.

Gli episodi si susseguono secondo i giorni della settimana: il lunedì Paul ha in terapia una paziente, il martedì un’altra e così via. Nella quinta puntata della prima stagione Paul decide di tornare dalla sua ex insegnante e mentore Gina, oggi tutor e studiosa, per farsi consigliare sulle sue scelte professionali, e finisce per tornarci con un appuntamento fisso ogni weekend, completando così il ciclo settimanale.

Ogni settimana il ciclo ricomincia e ad ogni puntata procede lo sviluppo del rapporto con il paziente, con ovvi alti e bassi ma in generale sempre con una progressione costante della terapia.

Ogni stagione è autoconclusiva, ossia la terapia dei pazienti di una stagione si conclude con la fine della stessa, anche se sono stati inseriti dei richiami e collegamenti tra le tre stagioni, soprattutto perché, anche tramite il racconto dei pazienti in terapia, viene man mano sviluppata la storia personale di Paul, con le sue vicende private e i cambiamenti nel corso degli anni. Senza contare il fatto che successi e sconfitte con i pazienti ovviamente influenzano pesantemente le sue scelte di vita, la sua autostima, il suo rapporto con i nuovi pazienti.

In Treatment - I personaggi

Paul Weston è uno psicoterapeuta americano di origini irlandesi. Lavora in uno studio ricavato da una parte della casa dove vive, ed è sempre molto attento a non mescolare l’ambito personale con quello lavorativo, operazione evidentemente non facile e non esente da rischi, soprattutto perché a dispetto di una sconfinata pazienza e calma con le persone che ha in cura, da subito sembra avere difficoltà di comunicazione con i familiari (la moglie e i tre figli, di età molto diverse). Ha un carattere forte ma pieno di contraddizioni e un rapporto conflittuale col suo passato, dominato da un’infanzia non facile.

L’altro personaggio fisso di una certa importanza è Gina Toll, ex insegnante di Paul all’epoca degli studi universitari. I due sono legati da profondo affetto e dalla condivisione di tante vicende nel corso degli anni ma, come in tutti i lunghi rapporti di amicizia, anche da incomprensioni e conflitti incancreniti che a volte rimangono sopiti e altre esplodono. Gina è comunque una figura ambivalente nella vita di Paul e la loro relazione personale e professionale sarà spesso oggetto di discussione.

I pazienti cambiano ad ogni stagione, ma è possibile delinearli brevemente.


Stagione 1

Laura, anestesiologa in crisi con il fidanzato perché frastornata e indecisa su cosa fare nella vita

Alex, pilota di aereo, militare convinto e determinato pur se responsabile di una tragedia durante un’operazione in Iraq

Sophie, ginnasta adolescente in conflitto con la madre, in terapia dopo un incidente che le ha causato la rottura di un braccio

Amy e Jake, coppia che va in crisi nel momento in cui lei rimane incinta e non è convinta di voler tenere il bambino


Stagione 2

Mia, avvocato di successo, ex paziente di Paul, ora nuovamente in terapia per un forte desiderio di maternità inappagato

April, studentessa universitaria che ha appena scoperto di avere la leucemia e non vuole curarsi né informare la famiglia

Oliver, adolescente introverso che deve fronteggiare il divorzio dei genitori

Walter, manager di una grande società debilitato da attacchi di panico e dalla lontananza della figlia


Stagione 3

Sunil, professore indiano in pensione trasferitosi dal figlio in America dopo la morte della moglie

Frances, attrice di teatro e televisione con un problema di memoria proprio in coincidenza con il nuovo spettacolo di cui è protagonista

Jesse, studente liceale in fase di accettazione della propria omosessualità, in perenne conflitto con i genitori adottivi

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

Il cast della serie americana rispetto a quella israeliana è chiaramente un punto di forza nel grado di appeal esercitato sullo spettatore. Data la ripetitività della struttura e dell’ambientazione è stato svolto un gran lavoro sugli attori, e infatti i nomi coinvolti sono di gran livello. Paul Weston è… Vedi tutto

Vedi tutto il cast
Consigli su cosa vedere on demand?
Scopri ON, la prima guida alla TV in Streaming

Commenti (1) vedi tutti

  • forse è addirittura più interessante la versione, ad oggi due stagioni) diretta ottimamente da Costanzo, molto più vicina alla sensibilità e alla cultura italiana, che non quella americana. è vero: la durata di 30 minuti ad episodio (una seduta) crea dipendenza.

    commento di giovenosta
Scrivi un tuo commento breve su questa serie

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Guida agli episodi

  1. Prima stagione

    43 episodi Vedi tutto
  2. Seconda stagione

    35 episodi Vedi tutto
  3. Terza stagione

    28 episodi Vedi tutto

Produzione e ricezione

La serie ha avuto una buona accoglienza, ed ha avuto buoni giudizi sia per la concezione che per la struttura e la recitazione. Il New York Times considera gli episodi di mezz’ora “addictive”, ossia che generano dipendenza, perché difficilmente una sola seduta è soddisfacente per uno spettatore medio.

Le tre stagioni secondo il voto di Metacritic sono andate migliorando (70/100, 85/100 e 83/100), dato interessante soprattutto se si considera che la terza è completamente inventata rispetto a Be Tipul, con sviluppi del tutto nuovi.

Ha avuto sia agli Emmy che ai Golden Globe varie nomination, tramutatesi in vittorie nel caso di Byrne e Wiest.

Leggi tuttoLeggi meno

Le stagioni

Stagione 1

Composta da 43 episodi per un totale di otto settimane e mezza.

I pazienti della prima stagione sono cinque: Laura, medico anestesista in procinto di sposarsi ma in realtà profondamente indecisa; Alex, pilota di aerei e militare di carriera, preoccupato perché privo di sensi di colpa per aver causato una tragedia in Iraq; Sophie, ginnasta adolescente fresca reduce da un incidente in bicicletta che le ha causato la rottura di un braccio; Amy e Jake, coppia sposata ma con seri problemi di comunicazione, tant’è che cercano l’aiuto di Paul per decidere se proseguire o meno la fresca gravidanza di Amy.

Linea costante della serie e particolarmente di questa stagione è il graduale mescolamento del piano professionale con quello privato di Paul, non solo perché le vicende si sovrappongono, ma anche perché è Paul stesso a sfruttare le vicende dei pazienti per riflettere su se stesso e sulla propria situazione familiare.

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 43 episodi

Stagione 2

Composta da 35 episodi per un totale di sette settimane.

L’assetto familiare di Paul è cambiato, e si è trasferito da Baltimora a Brooklyn per cominciare una nuova vita. I pazienti della stagione sono: Mia, avvocato single, affermata sul piano lavorativo ma frustrata su quello personale, perché nel disperato bisogno di un figlio pur se priva di partner fisso; Alison, studentessa universitaria di architettura, brillante e intelligente, sconvolta dalla notizia che le è stato diagnosticata la leucemia e decisa a non curarsi né a rivelarlo alla famiglia, già carica del peso del fratello, un ragazzo autistico; Oliver con i suoi genitori, in procinto di divorziare, preoccupati di come il figlio possa reagire alla nuova situazione familiare; Walter, amministratore di una grande società appena entrata nella bufera di uno scandalo legato a un farmaco, affetto da attacchi di panico e ansioso per il destino della figlia, medico volontario in Africa.

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 35 episodi

Stagione 3

Composta da 28 episodi per un totale di sette settimane (i pazienti sono diminuiti e il ciclo settimanale è di quattro episodi).

La terza stagione vede l’uscita di scena di Gina e l’ingresso di Adele, giovane psicoterapeuta inizialmente contattata da Paul per una semplice prescrizione di sonniferi. Nonostante al principio Paul sia scettico sull’esperienza professionale di Adele, man mano si rende conto della sua bravura, al punto da accettare di andare periodicamente da lei come paziente.

Nel frattempo sebbene sempre più insicuro delle proprie reali capacità ha dei nuovi pazienti: Sunil, professore indiano in pensione che alla morte della moglie ha raggiunto il figlio in America, entrando però in conflitto con la nuora; Jesse, adolescente problematico, apparentemente in pace con la propria omosessualità, in realtà in lotta perenne col mondo esterno, a partire dai genitori adottivi; Frances, nota attrice di cinema e teatro, ansiosa per l’imminente nuovo spettacolo di cui è protagonista perché incapace di mandare a memoria le battute.

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 28 episodi
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito