Trama

Estate 1984. Margaret Thatcher è al potere e il sindacato nazionale dei minatori è in sciopero. Durante il gay pride di Londra, un gruppo di attivisti gay e lesbiche decide di raccogliere fondi per aiutare le famiglie dei minatori impegnati nella protesta. Il sindacato, però, manifesta imbarazzo nel ricevere quei sostegni. Senza lasciarsi scoraggiare, gli attivisti decidono allora di ignorare il sindacato e di raggiungere da soli un villaggio di minatori nel profondo Galles per consegnare di persona la donazione. Prende avvio così una storia che porterà due diverse comunità, all'apparenza differenti, a rendersi conto di lottare per la stessa cosa: l'orgoglio.

Approfondimento

PRIDE: GAY E MINATORI CONTRO LA THATCHER

Diretto da Matthew Warchus e sceneggiato da Stephen Beresford, Pride si ispira a una storia vera e racconta di quando, durante l'estate 1984 con Margaret Thatcher al potere, l'Unione nazionale dei minatori inglesi iniziò uno sciopero di protesta contro la decisione del governo conservatore di chiudere diverse miniere con un atto di smantellamento che avrebbe causato la perdita di oltre 20 mila posti di lavoro. Al Gay Pride di Londra dello stesso anno, un gruppo di attivisti della comunità lgbt cominciò a raccogliere fondi per aiutare le famiglie dei minatori (fondando il collettivo LGSM, Lesbians and Gays Support the Miners), recandosi dopo a consegnare i soldi in un villaggio tra le campagne del Galles. Dapprima lontane, la comunità di minatori e quella dei rappresentanti lgbt diedero in breve tempo vita a un unico corpo di protesta il cui fine ultimo era rappresentato dalla difesa della stessa causa.

Con la direzione della fotografia di Tat Radcliffe, le scenografie di Simon Bowles, i costumi di Charlotte Walter e le musiche di Christopher Nightingale, Pride mischia dunque realtà, fantasia e umorismo, per raccontare una vicenda poco conosciuta ma che vede due diverse categorie di "emarginati", che hanno sopportato ingiustizie e pregiudizi, lottare insieme tra solidarietà e amicizia contro lo strapotere del governo, le forze di polizia e i tabloid.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Con oltre 75 ruoli parlanti, il cast di Pride si presenta numerosissimo ed eterogeneo, unendo nuovi volti della cinematografia mondiale con nomi già famosi e affermati. Tra gli attori emergenti, Ben Schnetzer e George MacKay sono coloro che interpretano due personaggi fondamentali: Mark Aston, il capo carismatico del'LGSM, e Joe, un giovane che ha appena scoperto la propria omosessualità. Il più esperto Bill Nighy impersona invece Cliff, il segretario dell'associazione dei minatori caratterizzato da un'inedita dolcezza, mentre Imelda Staunton dà vita a Hefina, la più fedele delle donne dell'associazione.

Diversi sono i personaggi di contorno che diventano fondamentali per la riuscita della causa. Tra questi, si evidenziano: Gethin, il proprietario della libreria Gay's The World portato in scena da Andrew Scott; Mike Jackson, il cofondatore dell'LGSM, supportato da Joe Gilgun; Jonathan, il compagno di Mike con il volto di Dominic West; e Dai Donovan, il minatore che prende la decisione fondamentale di accettare l'aiuto dell'LGSM, interpretato da Paddy Considine.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Una storia vera passata alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes 2014, un film civile, ma soprattutto una classica e affilata commedia sociale inglese, diretta e manichea, però anche indubbiamente coinvolgente. Funziona davvero tutto: dalle facce dei protagonisti e dei comprimari, al ritmo della storia, con rapide pennellate sui personaggi. E tutto è molto giusto, ben fatto, ottimamente interpretato e sanamente progressista.

Commenti (5) vedi tutti

  • Un po' lirico, ma impegnato.

    commento di paolofefe
  • Se lo facessero vedere nelle scuole superiori, poi una società un po' migliore, alla lunga, ci sarebbe.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Storia vera di scambio di solidarietà fra gay e minatori nella Gran Bretagna del 19804-5. REcitato benissimo e toccante.

    commento di ENNAH
  • Film da prendere con le Molle ma ha un Suo potenziale !

    leggi la recensione completa di chribio1
  • Bello. Molto inglese, anche commovente. Un inno alla solidarietà.

    commento di corradop
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
7 stelle

Negli anni Ottanta il gruppo “Lesbians and gay support the miners” si reca da Londra nel Galles per dare un sostegno concreto ai minatori impegnati in un lungo sciopero per far valere i propri diritti e, dopo i prevedibili imbarazzi iniziali e il rifiuto di una parte della comunità, la solidarietà diviene concreta e trascinante… Diretto dal teatrante britannico… leggi tutto

16 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ethan di ethan
6 stelle

'Pride', diretto con qualche esitazione da Matthew Warchus, narra del sodalizio, all'inizio difficoltoso, ma poi sfociato in un sostanziale 'abbraccio' collettivo nella manifestazione finale, avvenuta nel 1984 tra il movimento LGSM (Lesbian and Gay Support the Miners) ed appunto i minatori vessati dal governo dell'allora Premier in gonnella Margareth 'fucking' Thatcher, come viene apostrofata in… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

2019
2019
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti
Trasmesso il 28 maggio 2019 su Rai Movie
Trasmesso il 15 maggio 2019 su Rai Movie
2018
2018

Recensione

tobanis di tobanis
8 stelle

Film d’essai molto carino e molto british. Racconta la storia vera di come negli anni ’80 un gruppo di gay e lesbiche appoggiò i minatori e il loro lungo sciopero, raccogliendo fondi per aiutarli. I minatori erano al tempo mal visti da tutti, gente, stampa, governo ovviamente, un po’ come gli omosessuali, i quali sentono questa comune persecuzione e decidono di darsi da…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 10 voti
vedi tutti

Recensione

chribio1 di chribio1
7 stelle

Film che,onestamente,ho guardato solo per questioni Musicali e per vedere i Mitici Look anni '80 nell'Inghilterra in quegl'Anni ! Comunque a parte l'inizio con gli "Smiths" e la Loro "What difference does it make?" (infatti aspettavo al varco qualcosa della Band di Manchester...) e poi a seguire i "King","Bronsky Beat" poi altro che ora non mi sovviene,rimarco anche un bel finalone con Billy…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

obyone di obyone
7 stelle

      Immaginate di essere al museo di Madame Tussaud e di osservare due uomini. Due statue di cera, a dire il vero. Il primo ha il casco giallo in testa ed il faro puntato su di voi. La barba di un giorno, gli abiti lerci e magari un paio di candelotti di tritolo che gli escono dalle tasche. La vostra fervida immaginazione non farà fatica ad inserire l'omino in un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 15 utenti
2017
2017
2016
2016
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

will kane di will kane
7 stelle

Ispirato ad una vicenda vera, l'alleanza bizzarra tra un sindacato di minatori ed un'associazione gay per creare interesse presso l'opinione pubblica in una fase durante un duro sciopero nel 1984, contro le politiche sul lavoro e sull'economia di Margaret Thatcher, "Pride" ha riscosso un discreto successo in Europa. Senza protagonisti veri e propri, mette in scena diversi personaggi che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 15 voti
vedi tutti
2015
2015

Recensione

Julia1994 di Julia1994
8 stelle

Sublime. Non ci sono altri termini per definire la delicatezza con cui Pride descrive elementi sempre poco presenti nel mondo quotidiano: solidarietà e empatia.   Uscito nelle sale britanniche nel 2014, il film ripercorre un evento realmente accaduto di trent'anni prima. Un piccolo gruppo di gay e lesbiche londinesi decide di schierarsi a favore di una raccolta fondi per i…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

ethan di ethan
6 stelle

'Pride', diretto con qualche esitazione da Matthew Warchus, narra del sodalizio, all'inizio difficoltoso, ma poi sfociato in un sostanziale 'abbraccio' collettivo nella manifestazione finale, avvenuta nel 1984 tra il movimento LGSM (Lesbian and Gay Support the Miners) ed appunto i minatori vessati dal governo dell'allora Premier in gonnella Margareth 'fucking' Thatcher, come viene apostrofata in…

leggi tutto
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

La Queer Palm

Redazione di Redazione

Con un giorno d'anticipo rispetto all'assegnazione degli altri premi, stasera alle 10 al club Silencio di Cannes si terrà la cerimonia che tributerà - per la sesta volta - la Queer Palm, ovvero il…

leggi tutto
Playlist

Nudi alla meta

End User di End User

In "Full Monty" sono costretti a spogliarsi. In "Tootsie" a cambiare sesso. In "Risorse umane" i figli che hanno studiato si ritrovano a dover licenziare i padri che si sono svenati per farli studiare. In "Tutta la…

leggi tutto

Recensione

logos di logos
8 stelle

Si potrebbe dire che in Pride manca del tutto il lato sinistro e meno light della lotta che coinvolse i minatori inglesi contro la Thatcher e come in realtà non fosse del tutto lineare ma più complessa e dislocata l’unione dei gay con gli stessi minatori. Solo qualche allusione agli effetti devastanti del liberismo e dell’uso strumentale dell’Aids contro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito