Trama

Nel 1798 alcuni contadini francesi catturano nei boschi un ragazzo di circa 11 anni. È cresciuto in solitudine e abbandonato a se stesso. Del suo stato animalesco si interessa un medico parigino che si occupa di fanciulli sordomuti. Nonostante i pregiudizi che lo circondano, sarà proprio lui a risvegliare nel ragazzo la scintilla dell'intelligenza.

Note

L'interesse che il cinema di Truffaut ha sempre dimostrato per l'infanzia si misura qui con una vicenda-limite; un film rigoroso e delicato, in cui è Truffaut stesso a rivestire i panni del medico protagonista. Fotografia di Nestor Almendros, musiche di Vivaldi.

Commenti (4) vedi tutti

  • Un film toccante sull'educazione di un ragazzo venuto dalla giungla. Truffaut è sempre emozionante. Da vedere con la famiglia.

    commento di Depp95
  • Invecchiato male.

    commento di critico
  • 7+

    commento di nico80
  • e' il film piu' didattico, scientifico, rigoroso dell'autore francese; ciononostante, i momenti di poesia non mancano

    commento di ed wood
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

OGM di OGM
10 stelle

Helen Keller, Kaspar Hauser e Victor, il ragazzo selvaggio di Aveyron: tre esseri umani, dotati di normali sensazioni e desideri, eppure considerati reietti, perché incapaci di comunicarli. Per loro, sottratti, per diversi motivi, al processo di crescita e formazione,  gli stimoli si traducono in impulsi, ma non producono segni filtrati da significati: le emozioni non si specchiano… leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Il ruolo del padre secondo Truffaut. Non è uno dei suoi film più riusciti, ma certamente è uno di quelli più personali e sentiti dal regista francese. Dotato di un ritmo blando ed incentrato su due soli personaggi, Il ragazzo selvaggio riassume però in sè la summa del pensiero di Truffaut sull'educazione in età infantile; emblematico è che Itard non si preoccupi eccessivamente quando… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2018
2018
2015
2015
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Nell'estate del 1798 un ragazzo selvaggio (Cargol) viene ritrovato tra i boschi di Francia. Uno scienziato (Truffaut, qui per la prima volta nei panni di attore) lo porta nella propria casa, convinto di potere studiare su di lui i processi di apprendimento. Ma il compito sarà ben più difficile del previsto. Tratto da una storia vera, il film di Truffaut indaga sulla dialettica tra…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2014
2014
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2013
2013

Recensione

zombi di zombi
8 stelle

fine settecento, nelle foreste dell'aveyron viene scoperto un bambino di circa undici anni(cargol) che vive completamente nudo come un animale. catturato viene mandato a parigi, dove nell'istituto nazionale per sordo-muti, viene visitato e visionato dai dottori itard(truffaut) e pinel(dasté). ma mentre il secondo lo considera alla stregua di uno dei piccoli "idioti" che cura nel suo istituto,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
2011
2011

Recensione

Baliverna di Baliverna
10 stelle

CONTIENE ANTICIPAZIONI - Bellissimo film, rarefatto, essenziale, sobrio, poetico, profondo. E non è mai patetico o sdolcinato. Truffaut parla di nuovo di uno dei suoi argomenti preferiti, cioè quello dell'infanzia, e sembra riflettere sul mito del "buon selvaggio" di Rousseau. La teoria del filosofo francese, secondo la quale sarebbe la civiltà che incattivisce l'uomo naturalmente buono, è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
2010
2010
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

Helen Keller, Kaspar Hauser e Victor, il ragazzo selvaggio di Aveyron: tre esseri umani, dotati di normali sensazioni e desideri, eppure considerati reietti, perché incapaci di comunicarli. Per loro, sottratti, per diversi motivi, al processo di crescita e formazione,  gli stimoli si traducono in impulsi, ma non producono segni filtrati da significati: le emozioni non si specchiano…

leggi tutto

Storia vera

Redazione di Redazione

Ancora una taglist che prende spunto da una playlist (in questo caso questa di Maghella). Proviamo a mettere in fila i film tratti da storie vere, quelli che prendono spunto dalla quotidianità. Non è un lavoro…

leggi tutto
Playlist
2009
2009

Recensione

steno79 di steno79
9 stelle

Basato sulla storia vera di Victor dell'Aveyron, un ragazzo trovato allo stato selvaggio in una foresta francese verso la fine del Settecento, è un film insolito nell'opera di Truffaut, ma resta certamente uno dei suoi più rigorosi e intensi. Quasi tutto il film si concentra sul rapporto fra Victor e il dottor Itard, che cerca di recuperarlo alla vita sociale, ed in effetti il…

leggi tutto

Recensione

Dalton di Dalton
8 stelle

L'archetipo del soggetto è la vicenda di Kasper Hauser, nonostante essa sia prettamente tratta da una storia realmente avvenuta. Lo sviluppo narrativo segue un parallelismo infallibile: mentre progredisce la civlizzazione (e l'abilità pragmatica) di questo giovane Tarzan, le peripezie educative da parte del suo tutore François Truffaut (che in quest'occasione funge anche la responsabilità di…

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Il ruolo del padre secondo Truffaut. Non è uno dei suoi film più riusciti, ma certamente è uno di quelli più personali e sentiti dal regista francese. Dotato di un ritmo blando ed incentrato su due soli personaggi, Il ragazzo selvaggio riassume però in sè la summa del pensiero di Truffaut sull'educazione in età infantile; emblematico è che Itard non si preoccupi eccessivamente quando…

leggi tutto
Recensione

Piccoli Uomini

Estonia di Estonia

Non sempre l’infanzia è l’età più felice della vita. Spesso è una lotta per la sopravvivenza. A volte un percorso tra i mille ostacoli della povertà o della violenza, o un’iniziazione precoce e avventurosa.…

leggi tutto
2008
2008

Mio caro François

LorCio di LorCio

Mio caro François, la vita è una beffa, ti frega ogni giorno in nome del destino. Diciamocelo chiaramente, non te la sei passata mica male. Ad un’infanzia tormentata dal punto di vista familiare ed entusiasmante…

leggi tutto

Recensione

LorCio di LorCio
8 stelle

Superficialmente, può sembrare il film più impostato e rigoroso di François Truffaut. In parte è vero, ma non è solo questo, basti pensare all’uso di quel bianconero. Solo chi lo conosce bene ne può individuare l’aspetto puramente intimo e vorticosamente personale. Victor, il ragazzo selvaggio del titolo, strappato alla natura per inserirlo…

leggi tutto
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito