Cercasi amore per la fine del mondo

  • Seeking a Friend for the End of the World

  • USA,
  • Genere: Commedia
  • durata 94'
play

Regia di Lorene Scafaria

Con Keira Knightley, Steve Carell, Adam Brody, Melanie Lynskey, Martin Sheen, T.J. Miller, Rob Corddry, Gillian Jacobs, Mark Moses... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Infinity
  • Amazon Prime Video
  • Tim Vision
  • Tim Vision
In STREAMING

Trama

La fine del mondo è ormai imminente a causa dell'arrivo di un asteroide che colpirà la terra, mandando il pianeta in frantumi. Il panico ha colto di sorpresa la moglie di Dodge (Steve Carrell) che è fuggita via, lasciandolo da solo e con un pensiero fisso in testa: rintracciare la vecchia fidanzata dei tempi del liceo. E, per realizzare il suo proposito, Dodge chiede alla sua giovane vicina di casa Penny (Keira Knightley) di accompagnarlo  in un viaggio che a poco a poco finirà con il far convergere le loro vite, regalando loro un nuovo barlume di speranza.

Approfondimento

CARPE DIEM

Molti registi si sono prefigurati la fine del mondo e la relativa apocalisse: inondazioni, incendi, terremoti, virus pandemici e asteroidi pronti a sciagure di epiche proporzioni che non lasciano scampo all'essere umano. Per il suo debutto alla regia, Lorene Scafaria ha sparigliato le carte in tavola e ha offerto un'immagine diversa dai suoi colleghi, interessata più alle dinamiche di interazione degli uomini nei giorni precedenti la fine che alle sciagure da profezie maya. In questo modo realizza un film che verte più sulle ossessioni: da un lato quella più piccola legata all'ultimo giorno sulla Terra, dall'altro una più grande legata al sentimento che più di ogni altro insegue l'uomo, ovvero l'amore.  Seguendo le storie dei due protagonisti - Dodge e Penny - ci si accorge sin da subito che hanno approcci differenti nei confronti del sentimento: mentre Dodge l'ha sempre rifuggito, Penny ha vissuto ogni legame intensamente. Le loro due opposte visioni sono il motore umoristico per trovare una chiave di sopravvivenza al dramma che il mondo intero sta vivendo.

Partendo dallo spunto della ricerca di un ultimo baluardo di felicità, la regista ha messo sulla strada i due protagonisti ma non ne ha voluto fare un film "on the road": il viaggio infatti diventa solo un espediente per riflettere sul tempo a disposizione e sulle cose che possono essere compiute prima di perdere definitivamente l'ultima possibilità di mettersi in gioco. Il tempo diventa quindi un grande equalizzatore a cui dar conto ma che permette di imparare che il dono maggiore tra due persone è regalarsi degli attimi da vivere intensamente senza rimandarli a un generico e (forse) impossibile domani. 

UN FUTURO RETRO'

Cercasi amore per la fine del mondo si svolge in un futuro indeterminato ma non lontano nel tempo. Senza elementi di riferimento, l'unica volta che troviamo un indizio temporale è quando in scena fa la comparsa una bottiglia di sciroppo per la tosse che presenta una data sul tappo. Lorene Scafaria però non specifica mai se quella data debba ancora arrivare o sia già passata, in modo da poter giocare con l'ambientazione del suo film e creare insieme allo scenografo Chris Spellman e al direttore della fotografia Tim Orr un'estetica del tutto nuova, non legata a periodi specifici. Ispirandosi a pellicole come Prossima fermata: Paradiso (1991), in cui si ricreava un proprio mondo senza sovvertire la narrazione, la regista ha preferito non stravolgere il presente ma dedicarsi solo a piccoli espedienti che avrebbero fatto capire allo spettatore che la storia gli è più vicina di quanto si pensi, puntando innanzitutto sulla credibilità e non su trovate futuristiche spiazzanti. Anche i costumi di Kristin Burke riflettono tale scelta. Senza preoccuparsi della moda, i personaggi indossano abiti molto classici che ricordano gli anni Sessanta e Settanta, puntando sull'idea che l'evoluzione nel mondo della moda non è mai così radicale da sovvertire i canoni estetici e realizzando uno strano effetto da "futuro retrò".

 

 

 

 

PLAYLIST DA VIAGGIO

Lasciando le case in cui abitano, i due protagonisti decidono di portare con loro qualcosa di familiare che faccia loro compagnia. Mentre Dodge sceglie di affrontare il viaggio con il trovatello Sorry (un terrier dal pelo lungo), Penny sceglie di portare con sé un album in vinile, scelto dalla sua curatissima collezione di dischi. La musica, nota biografica voluta dalla Scafaria per sottolineare la sua passione, è per Penny l'unico collegamento rimastole con i genitori e infatti ha per anni provveduto a collezionare quelle canzoni che ovunque lei sia riescono a farla sentire a casa. Per recuperare i dischi, lo scenografo Chris Spellman non ha dovuto effettuare alcuna ricerca: le canzoni, tutte contenute anche in fase di sceneggiatura, sono infatti una scelta precisa della regista e ogni disco era presente sugli scaffali di casa sua. Lontano da scelte commerciali moderne, si è puntato così per album entrati nella leggenda come Coney Island Baby di Lou Reed, qualche pezzo di Gene Clark, Pet Sounds dei Beach Boys e, quasi ovviamente, la discografia dei Beatles. Inoltre, per alleviare le fatiche delle riprese, la regista ha anche chiesto agli attori protagonisti e ai membri della troupe di portare con sé le canzoni che userebbero in un eventuale viaggio in macchina, finendo con l'inserire alcuni dei pezzi così selezionati anche all'interno del film. 

 

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Per Lorene Scafaria, qui esordiente alla regia e già sceneggiatrice del sorprendente Nick & Norah, ogni occasione è buona per fare commedia, anche l'apocalisse. Confeziona un road movie pieno di buche dove inciampare con l’irruente imprudenza degli ultimi giorni. E se l’impeto della Fine pare contagiare la scrittura, Carell e la Knightley sono un turbinio di emozioni a esplosione incontrollata: solitudini antitetiche e meravigliose quando staccano la spina della razionale mestizia.

Commenti (5) vedi tutti

  • Trovo insopportabile la comicità di Carell, ma in questo leggero, malinconico e liberatorio tributo al Presente, si rivela autentico e misurato come pochi, donando alla Knightley la luce e l'opportunità di freschezza che le si addice. Un bel modo di vivere la fine dei tempi. Prepariamoci così :-) Voto 7.

    commento di ezzo24
  • Carrello come al solito odioso e il film è una stupidata. Voto 0

    commento di Scemaran
  • Commedia fantastico-drammatica balzana e anormale.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Un'idea carina contenente un bellissimo messaggio,però a tratti era un po' noioso ed il finale era prevedibile

    commento di GiuliaFilm
  • Niente di più romantico di un'imminente apocalisse, eh? Coppia improbabile, storia d'amore forzatissima.

    commento di movieman
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

M Valdemar di M Valdemar
8 stelle

Un "pacchetto Armageddon” comprende. Abbandono di ogni tabù. Azioni e reazioni incontrollabili, di violenza, di follia collettiva, d’incontenibile immotezza. Apoteosi di rimpianti. Dissociazioni mentali. Isterismi, fughe impossibili, salti nel vuoto, suicidi. Nuove incredibili possibilità, di quelle che mai avrebbero potuto manifestarsi in tempi di “normale” esistenza.… leggi tutto

10 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Stuntman Miglio di Stuntman Miglio
6 stelle

Presenze femminili che fanno la differenza – parte terza. Il mondo ha tre settimane di vita e Dodge è stato appena mollato. L’idea di affrontare l’apocalisse in piena autocommiserazione e solitudine è tuttaltro che confortante ma a cambiare i piani del triste individuo arriverà una giovane vicina di casa dalla vita sentimentale turbolenta. Parte bene l'esordio registico di Lorena… leggi tutto

7 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

ezio di ezio
4 stelle

A volte il giudizio di film tv mi lascia interdetto ma i gusti sono gusti.Come si fa a dare quattro stelle a una commedia cosi' banalotta e sterile con una buona interpretazione ma nulla piu'.Vedere poi Sheen in una breve e insignificante parte dopo averlo visto nel "Cammino Per Santiago" mi viene solo da piangere...dalla disperazione. leggi tutto

4 recensioni negative

2020
2020
Trasmesso il 7 agosto 2020 su Italia 1
2018
2018
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 15 agosto 2018 su La5
Trasmesso il 4 luglio 2018 su Italia 1
2017
2017
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Paul Hackett di Paul Hackett
6 stelle

Un enorme asteroide è diretto verso la Terra e l'umanità ha solo tre settimane prima dell'impatto che ne segnerà la probabile estinzione. Mentre tutti si abbandonano alla rabbia, all'edonismo, al suicidio (più o meno "assistito") o rifiutano la realtà reiterando le rassicuranti certezze della quotidianità, il grigio assicuratore Dodge accetta con…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Trasmesso il 21 giugno 2017 su Canale 5
2016
2016
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

IlGranCinematografo di IlGranCinematografo
6 stelle

  L'apocalisse incombe: come trascorrere gli attimi finali a propria disposizione? Forse ascoltando vecchi vinili? Oppure cercando di capire quale sia la persona giusta con cui condividere l'ultimo respiro? L'ansia pre-disastro, pur lieve, riempie ogni angolo del film di debutto di Lorene Scafaria, commedia fantastico-drammatica balzana e anormale che comincia cancellando le speranze…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Trasmesso il 6 luglio 2016 su Canale 5

Steve CARELL

IlGranCinematografo di IlGranCinematografo

Un attore americano non molto conosciuto almeno sino all'anno scorso, quando si è fatto notare in Foxcatcher – Una storia americana con un'interpretazione superba che gli è valsa una…

leggi tutto
Playlist
2015
2015
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Tex Murphy di Tex Murphy
2 stelle

Non sopporto nè Carell (attore di una mediocrità inaudita, solo pari alla sua insignificante faccia da fesso totale) nè la Knightley e trovo questo film di una demenza totale, non fa ridere e neanche sorridere. Una merda che ho sopportato per cinquanta interminabili minuti.

leggi tutto
Recensione
2014
2014

Recensione

tobanis di tobanis
7 stelle

Favola un po’ commedia e un po’ dramma, ma direi interessante, intelligente, ben recitata e diretta. C’è la fine del mondo, annunciata dalla radio: l’ultima possibilità è andata male e tra 21 giorni arriverà un corpo celeste sulla Terra, e buonanotte ai suonatori. La moglie del protagonista, all’annuncio, esce dalla macchina e lo saluta…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

Cosa accadrebbe di fronte ad un countdown verso la fine del mondo? Premesso che in una situazione reale non sapremmo nulla al riguardo, fondamentalmente scatterebbe il delirio, ma poi ci sarebbe chi ne approfitterebbe per fare ciò che non ha mai fatto, chi continuerebbe a vivere la vita di ogni giorno per esorcizzare il futuro venturo, chi cercherebbe affetti importanti persi per strada…

leggi tutto
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito