Espandi menu
cerca

Trama

1923: poco più che cinquantenne, Lenin si sta lentamente avviando verso la morte. Isolato e immobilizzato a causa della grave malattia che ha consumato il suo corpo e la sua mente, il grande leader è costretto ai margini di quella Storia che tanto ha contribuito a cambiare...

Note

Uno squarcio di sconvolgente umanità, firmato Sokurov.

Commenti (2) vedi tutti

  • Profondo verde: Sokurov punta lo sguardo sulle debolezze, le meschinità, le fragilità umane, su una malinconia che urla nel suo quasi onnipresente silenzio, sui grandi prati e i boschi che fanno da pendant al lusso del palazzo, sull'abbandono. 9 1/2

    commento di kotrab
  • il bianco e nero diventa verde ectoplasma, nell'impossibilità di cogliere classicamente la malattia e la malaria di quella Russsia anni '20, la Russia dove tutto cambiò…

    commento di shadgie
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Nel Maggio del 1922 Lenin ebbe la prima emorragia cerebrale che gli provocò la paralisi del lato destro e grandi difficoltà a parlare. Si riprese e continuò imperterrito la sua attività speculativa. Ma il suo calvario era appena cominciato e nel Marzo del 1923 un'altra emorragia cerebrale lo rese del tutto incapace di essere autonomo. Visse ancora qualche mese,… leggi tutto

10 recensioni positive

Recensioni
2019
2019
2018
2018
2017
2017

Recensione

Texano98 di Texano98
8 stelle

"L'aldilà di Lenin" Lenin è avvolto dalla nebbia. I colori sono metafisici. La sua dacia è lontana, imprigionata nell'atmosfera di un gelido funerale russo, o meglio, di un funerale appena trascorso. Le guardie e le cameriere non sembrano accudire un malato, ma piuttosto sgomberare la casa di un morto. La senilità del capo rivoluzionario è in perenne bilico…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
locandina
Foto
2013
2013

Recensione

chribio1 di chribio1
6 stelle

Film che visivamente ricorda molto da vicino "Moloch" anche nell'inizio con la nebbia e la villa in "bella" vista poi,ci s'addentra nella difficolta' motoria causa grave malattia del Leader Russo dei primo decennio del '900 e nella 2° parte la Storia si fa ancora piu' tragica e visivamente ancora piu' crudele rispetto alla 1° parte.Un risultato finale leggermente noioso e meno convincente al…

leggi tutto
Recensione

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
5 stelle

Seconda consegna da parte di Alexsandr Sokurov della trilogia sul lato più umano e debole di personaggi potenti del secolo XX. Se nella prima (“Moloch”) era Adolf Hitler, qui tocca al padre dell'Unione Sovietica Vladimir Ilich Lenin. La firma di Sokurov è ancora una volta inequivocabile, con una natura inerte eppure potentissima e una fotografia tutta bagnata in un verde scuro che rende…

leggi tutto
Recensione
2012
2012

Recensione

zombi di zombi
10 stelle

il maginifico film di sokurov parte da una moltiplicazione che il capo della rivoluzione proprio non riesce a fare. è malato e mezzo infermo. ha continuamente bisogno di aiuto, ma urla di lasciarlo deambulare da solo che ce la fa. in questa grande villa espropriata L è cirocandato da persone che sono lì per accudirlo e curarlo. il medico sa che non potrà far nulla e sa altrettanto bene che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

jek di jek
8 stelle

TAURUS ovvero la visione di Sokurov.   Persino il titolo mi da l’impressione di potenza, ma di una potenza immobile, come immobile è il cinema di Aleksandr Sokurov. Le sue visioni sono sublimi e a volte ricordano il fragore delle immagini di Ejzestein, così scultoree, ma così bidimensionali, inesorabilmente rivolte alle spalle, al passato. Una negazione del futuro, un rifiuto della…

leggi tutto
2011
2011

Un incontro con Sokurov

yume di yume

Venezia, Ca’ Foscari, 9 settembre ore 17, aula Baratto   Breve cronistoria piena di buchi _________________________________  E’ arrivato con mezz’ora di ritardo, strappato agli…

leggi tutto
2010
2010

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Nel Maggio del 1922 Lenin ebbe la prima emorragia cerebrale che gli provocò la paralisi del lato destro e grandi difficoltà a parlare. Si riprese e continuò imperterrito la sua attività speculativa. Ma il suo calvario era appena cominciato e nel Marzo del 1923 un'altra emorragia cerebrale lo rese del tutto incapace di essere autonomo. Visse ancora qualche mese,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 12 utenti

Capi di stato

Redazione di Redazione

La rappresentazione del potere è sempre un soggetto "in agguato". Che sia per ritrarne il carisma, per farne l'agiografia, per raccontarne le seduzioni e le corruzioni  o per buttarla in satira la narrazione filmica…

leggi tutto
Playlist
2008
2008

Recensione

mmciak di mmciak
8 stelle

"Toro" ("Telets") diretto nel 2001 da Aleksandr Sokurov, devo dire che non mi è dispiaciuto. La storia si svolge nel 1923 e racconta che l'ex leader russo Lenin,quasi alla soglia dei 50 anni, vive isolato e immobilizzato a causa della grave malattia che ha consumato il suo corpo e la sua mente, e si sta lentamente spegnendo e avviando verso la morte. Il Film è prodotto dalla…

leggi tutto
Recensione
2007
2007

Recensione

kurosawa di kurosawa
8 stelle

Il secondo capitolo (dopo "Moloch") della tetralogia del potere è un capolavoro assoluto del cinema Sokuroviano, segnato dalla tipica fotografia verdastra mostra gli ultimi giorni del Padre della rivoluzione d'ottobre soffocato dalle attenzioni e spiritualmente vorrebbe porre rimedio ai degradi del suo paese ma il fisico non glielo permette. La macchina da presa traccia dei solchi profondi nel…

leggi tutto
Recensione

Recensione

Carrels di Carrels
6 stelle

Una fotografia eccessivamente scura e dai toni verdastri. Il tipico film di Sokurov: ricco di impegno ma troppo lento, anche qui arrivare alla fine è una sfida.

leggi tutto
Recensione

Recensione

sokurov di sokurov
8 stelle

Un film che serve, molto di più di un qualsiasi libro di storia, per capire. E' un ritratto psicologico un altro Moloch del secolo scorso: Lenin. Se nel fondo del Moloch-Hitler c'era la pazzia, qui troviamo la violenza. Che fa parte di OGNI uomo. Alla fine Sokurov sembra suggerire un tema a lui caro: la Natura, indifferente al l'uomo, possiede una bellezza consolatoria e prosegue la sua vita…

leggi tutto
Recensione
2006
2006

Recensione

ed wood di ed wood
6 stelle

Deludente, sia nella forma (scialba) sia nei contenuti (confusi). Assai inferiore a Moloch. Qualche guizzo (il grottesco incontro con Stalin; uno struggente primo piano di Lenin e moglie, poco prima della fine); per il resto siamo ai livelli del peggior Tarkovski.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito