Trama

Nel tentativo di sfuggire alla sua ossessionante madre, Erika Kohut - legnosa e superborghese insegnante di pianoforte di Vienna - frequenta sale porno e peep show, dando sfogo a una sessualità fatta di voyeurismo e di perversioni sadomasochistiche. Walter, un suo allievo giovane e talentuoso, si mette in testa di sedurla...

Note

Premessa: Michael Haneke è un bravo regista, ma ha trovato una maniera di se stesso che lo rende riconoscibile e, forse, gli dà sicurezza. In un film di Haneke sappiamo che prima o poi verremo presi a pizzicotti. "La pianista" è invece un pizzicotto programmato, la cui sgradevolezza appare studiata a tavolino. Rimane la forza innegabile di un film in cui le melodie di Schubert e Beethoven commentano le scappatelle di Erika (dal conservatorio al pornshop) e la prova sovrumana di Isabelle Huppert, ormai d'ufficio nell'empireo delle dive. Due obiezioni: il Trio di Schubert (lo stesso di "Barry Lyndon") è ormai inflazionato al cinema, e il premio cannese al giovane Benoît Magimel è davvero un'esagerazione.

Commenti (10) vedi tutti

  • Va beh qui c'è gente che da due stelle a sto capolavoro. Forte, serio, intenso. Bellissimo e forse il miglior film di haneke.

    commento di LucaJazz94
  • il rapporto (spesso malato e sadomasochistico) insegnante/allievo - portato alle estreme conseguenze, specie in un ambiente "coatto" come il Conservatorio - viene descritto e RAPPRESENTATO in maniera esemplare. altro che "Whiplash". doloroso, nel senso fisico della parola.

    commento di giovenosta
  • La Hupper è suprema ma il film si riduce ad un esercizio di stile, di musica e recitazione. Per chi ama il genere surreale ed anche un po' grottesco è un ottimo film.

    commento di eschilo
  • Voto 7. [05.11.2011]

    commento di PP
  • Un film eccezionale che ritrae a mio parere l'erotismo in modo diverso da tutti gli altri film erotici ormai diventati molto commerciali e monotoni…VOTO 8

    commento di 2 pac
  • Piuttosto lento anzi inutilmente lento.Bravissima Annie Girardot che dà un tocco di ironia ad un film veramente inutile e insopportabile.Proprio Brutto.

    commento di gio83
  • Pur se talvolta tende a scivolare verso la noia, lo trovo un buon film magistralmente diretto da Haneke e interpretato altrettanto alla grande da Isabelle Huppert.

    commento di jeffwine
  • Non dà manco la soddisfazione di veder schiattare sta pornofila del tubo… onore e merito alla Huppert, ma detto tra noi, meglio Angelica Bella

    commento di Ramito
  • Mai visto niente di più angosciante.

    commento di benozzogozzoli
  • E' un crescendo coraggioso e irritante, un pò di lungaggini lo rendono al limite del"quasi noioso", ma in definitiva si può sopportare e si tira avanti con il vederlo . Poi prego qualcuno di spiegarmi il finale(ammesso che lo si sia capito).

    commento di tonyreg
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
8 stelle

Film difficile dal contenuto assai controverso, elogiato dai sostenitori del regista, ma ugualmente detestato dai suoi detrattori. E' un'opera che può trarre facilmente in inganno, tanto che alla prima visione al cinema non piacque neppure a me e trovai ridicole quasi tutte le sequenze più "spinte", che fecero sghignazzare molti spettatori presenti in sala. Il film di Haneke… leggi tutto

26 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Viola96 di Viola96
6 stelle

"La Pianista",più che un film di immagini,è un film di suoni.Haneke,grandioso regista provocatorio quasi quanto Lars Von Trier,firma il suo film meno interessante e forse più lagnoso,chiuso nel perverso cinismo dell'iper-realismo cinefilo e chiuso dall'inossidabile stoccata hanekeniana.La morale dell'indagatrice e suadente storia è la solita:Sfuggire alla realtà non vuol dire rifugiarsi,ma… leggi tutto

9 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

denis di denis
4 stelle

Questo si può definire un film palindromo, infatti il suo "messaggio" si può leggere anche al contrario:essendo un film volutamente tragico, proprio per questo, risulta involontariamente comico. La pellicola in questione vince l'ultimo Cannes e incontra le grazie della presidentessa Liv Ullmann, regista, ex moglie ma perenne musa del maestro Ingmar Bergman. E non mi stupisco del favore… leggi tutto

7 recensioni negative

2018
2018

Musica e musicisti

diapason di diapason

Film che hanno come argomento la storia di musicisti classici o vicende che abbiano un legale profondo con la musica classica in senso stretto  

leggi tutto
Playlist
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

Molto Interessante questo film interpretato da una Huppert sempre bravissima.Storia di un'insegnante di musica molto particolare,incline a strane perversioni tra il sadico e il voyeristico,frequentatrice di peep-show,ostaggio di una madre possessiva e invadente, comincia una tormentata relazione con un allievo molto più giovane di lei.Incapace di vivere un rapporto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

ethan di ethan
8 stelle

A Vienna l'insegnante di piano Erika Kohut (Isabelle Huppert), che vive con la possessiva e premurosa madre (Annie Girardot) in un appartamento, alterna lezioni al Conservatorio con altre che concede privatamente a studenti: Erika ha un carattere molto scontroso, tanto coi colleghi quanto con gli studenti e anche con la madre non va certo d'accordo. La donna ha anche un'insospettabile 'seconda…

leggi tutto
2016
2016
2015
2015
Trasmesso il 13 dicembre 2015 su LA7D
Trasmesso il 3 dicembre 2015 su LA7D

Atti mancati

MarioC di MarioC

Al di là di tutte le derivazioni di tipo sessuale/sentimentale, quello dell'atto mancato è il topos freudiano più rappresentato al cinema. Quell'energia inconscia che fa compiere un gesto in…

leggi tutto
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito