Espandi menu
cerca
Evangelion: 3.0+1.01 Thrice Upon a Time

Regia di Mahiro Maeda, Katsuichi Nakayama, Kazuya Tsurumaki, Hideaki Anno vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Mike.Wazowski

Mike.Wazowski

Iscritto dal 12 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 92
  • Post 64
  • Recensioni 202
  • Playlist 84
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Evangelion: 3.0+1.01 Thrice Upon a Time

di Mike.Wazowski
9 stelle

"che schifo" cit.

E così siamo giunti alla fine con questo capitolo della quadrilogia denominata Rebuild of Evangelion, composta dai precedenti "You (Are) Not Alone" "You (Can) Not Advance" "You Can (Not) Redo" e questo "Thrice Upon A Time".

locandina

Evangelion: 3.0+1.01 Thrice Upon a Time (2021): locandina

 

Devo dire che mi sono rassegnato a capire le elucubrazioni di Anno, e l'ultima frase che chiude il suo Evangelion:Death (True)2 The End Of Evangelion "Che schifo", rappresenta in egualmodo una vera liberatoria conclusione quanto la frase di Eyes Wide Shut “C’è una cosa importante che dobbiamo fare il prima possibile”. “Cosa?”. “Scopare”.

scena

Evangelion: The End of Evangelion (2019): scena

 

Però non si può non rimanere affascinati dalla ridondanza di immagini sparaflescianti dei robottoni, in battaglie infinite quanto i numerosi dialoghi non sense di stupiShingi e compagni, e infatti se ne può rimanerne quasi a bocca aperta e pure storditi per quanto sia "Bello in modo assurdo"

locandina

Zoolander 2 (2016): locandina

in particolar modo i primi piani delle mutandine delle protagoniste, dei seni seminascosti di Asuka (Plissken) quanto il suo ripetuto nudo esibito davanti a Shingi che...porclamagnacchera...non apprezza quanto apprezzeremmo noi, se solo si girasse verso di noi. ma porc! 

scena

Evangelion: 3.0 - You Can (Not) Redo (2012): scena

 

Ma la lunghezza non è ulteriormente dalla sua parte, perchè come è difficoltoso raccontarne la trama in poche parole e più che altro in modo corretto, Anno non ha il dono della sintesi e tra visioni oniriche, set cinematografici ridottissimi (?) dove al loro interno combattono gli Eva, e immagini dal vero come sempre non sappiamo dove si voglia arrivare, quindi alla fine non vi è una mezza misura o piace alla follia oppure la frase finale di Death (True) può riassumere tranquillamente la poetica di Anno. 

Nicole Kidman

Eyes Wide Shut (1999): Nicole Kidman

 

Però vi è una cosa che mi ha mandato fuori di testa, ovvero la canzone Hand of Fate di Shiro Sagisu non menzionata ne sui titoli di coda dove mi aspettavo di trovare i riferimenti, ne su IMDB neppure sulla pagina di Wikipedia, ne qui,

video

già cover di "Could It Be Magic" dei Take That e a a sua volta cover dell'originale di Barry Manilow.

video

Mi sembra quasi clamoroso il fatto che su Internet a livello mondiale nessuno ne parli, o perlomeno io non ne sono riuscito a trovarne traccia, e quindi mi viene da pensare che sia il primo a parlarne...che sia solo una coincidenza? Mah!

Mi domando dove sono stati fino a ora gli utenti di Reddit, che ogni quarto d'ora trovano una teoria strampalata, ma per alcuni di particolare rilevanza su qualsiasi cosa, come si troverebbero di fronte a questa loro imperdonabile distrazione...

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati