Espandi menu
cerca

Trama

Per cambiare vita non si è mai troppo vecchi. Questo almeno sperano Attilio, Giorgetto e il Professore, tre romani sulla settantina, variamente disastrati, che un giorno decidono di mollare la vecchia vita di quartiere e andare a vivere all'estero. All'estero dove? È solo la prima di una lunga serie di questioni da risolvere, ma il Professore, in pensione dopo una vita a insegnare il latino, si annoia moltissimo, Giorgetto, ultima scheggia del popolo di Roma, non riesce ad arrivare a fine mese, e Attilio, robivecchi e fricchettone, vorrebbe rivivere le emozioni dei tanti viaggi fatti in gioventù. Sono tutti decisi a cambiare vita e ci riusciranno, anche se forse non nel modo che si aspettavano.

Commenti (14) vedi tutti

  • Commedia superficiale e dispersiva recitata in "romaliano".

    commento di gruvieraz
  • E' bravo il regista, nonché interprete, Gianni Di Gregorio, il kaurismaki di trastevere, nel mostrare la vita di modeste persone semplici. Emoziona vedere il bravissimo Ennio Fantastichini nel suo ultimo film...

    commento di marco bi
  • Lento, povero, vuoto. Ben recitato, ma contenuti (?) che ci sarebbero stati in mezz'ora di film. Classico esempio di cinema italiano furbetto che si spaccia per cinema d'autore. Bocciato.

    commento di corradop
  • Abbastanza noioso in qualche punto,appassionate le Interpretazioni.voto.4.

    commento di chribio1
  • Inizia bene, con questi improbabili anziani che progettano di cambiar vita; ci si aspettava un originale road-movie, invece.. il racconto si impantana fino a un finale impregnato del più stantio buonismo immigrazionista. Gli altri film di Di Gregorio erano ben altra cosa, qui si salvano solo gli attori. Tutto il resto è noia.

    commento di gherrit
  • film semplice di gradevole visione con un finale un po' troppo ottimista. Bravi gli interpreti.

    commento di ferruccio49
  • Simpatica e gradevolissima commedia, ben scritta e ben interpretata che si snoda tra le borgate della capitale. Ritmo e musica da camera di accompagnamento perfetti per gli ambienti ed i personaggi semplici che la popolano.

    commento di bombo1
  • “Ma perché, sei un poraccio, te? Secondo te chi è un poraccio?”

    leggi la recensione completa di mck
  • Una gran bella commedia....come tutte quelle girate dal bravo regista...problemi di terza eta'....problemi di tutti.Promosso e consigliato.

    commento di ezio
  • Ottimo lavoro cinematografico di Gianni Di Gregorio,regista e interprete.Da segnalare l'ultima strepitosa prova, del compianto Fantastichini

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Un azzeccato affresco sulla vecchiaia (peccato non decolli in pieno).

    leggi la recensione completa di siro17
  • Quarta commedia con il consueto passo aggraziatissimo e pieno di garbo di Gianni Di Gregorio, che esordì intempestivamente sul grande schermo nel 2008 con Pranzo di Ferragosto, umbratile e melanconica ma sempre molto godibile.

    leggi la recensione completa di barabbovich
  • Ladispoli come Palm Beach, Ostia come le Maldive, i sogni da interpretare e trasformare in realtà solo da chi - sicuramente - ne capisce. Ma solitudini, vecchiezza, tramonto, sono uguali ad ogni latitudine. Forse può essere diversa l'umanità, la schiettezza, l'estro: ma ci vogliono molti, molti film come questo.

    commento di Piero
  • Molto bello. Da vedere. Roma “verace”

    leggi la recensione completa di 5775
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

mck di mck
9 stelle

    Ho amato tutti i film di Gianni Di Gregorio (vale a dire la “trilogia” sui generis composta da “Pranzo di Ferragosto”, “Gianni e le Donne” e “Buoni a Nulla”), ma “Lontano Lontano (Cittadini del Mondo)”, da lui sceneggiato, con Marco Pettenello (gli ultimi film di Carlo Mazzacurati, poi sodale collaboratore di Andrea… leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Andreotti_Ciro di Andreotti_Ciro
6 stelle

Gianni, Giorgietto e Attilio sbarcano il lunario fra una pensione esigua, le giornate trascorse al bar e la ristrutturazione di mobili antichi. I tre decidono di abbandonare l’Italia per trovare nuovi stimoli e vivere una vita più agiata. La prima decisione che dovranno prendere sarà capire in quale nazione recarsi.   Grazie all’aiuto dello sceneggiatore Marco… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2022
2022
Trasmesso il 16 luglio 2022 su Rai Movie
Trasmesso il 9 maggio 2022 su Rai Movie
Trasmesso il 6 maggio 2022 su Rai Movie
2021
2021
Trasmesso il 7 dicembre 2021 su Rai Movie
Trasmesso il 20 novembre 2021 su Rai Movie

Recensione

galaverna di galaverna
7 stelle

Di Gregorio è certo regista originale e con un tocco del tutto particolare nel raccontare vicende minori del cosiddetto uomo qualunque, stretto tra anziane madri da accudire, lavori per cui si è improvvisamente diventati troppo vecchi e "disconnessi",e (come in questo "Lontano lontano") una pensione da reinventarsi magari in un paese esotico ed a buon mercato senza affogare sotto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso il 19 settembre 2021 su Rai Movie

Dedicato...

mck di mck

  ...a C.B. (l'altro) e al peggio di noi.     ...a S.A. (?) e a tutte le altre (50, ad oggi, nel 2021: "Manila, Praga, Tirana, nasci in Angola, muori in Padania").     ...a…

leggi tutto

Recensione

UgoCatone di UgoCatone
7 stelle

Questo film ha avuto una sovvenzione ben meritata (finalmente!), dimostrando ampiamente come si possa fare un bel film con soli tre attori principali. Il film è ottimamente recitato e si avvale, purtroppo, dell'ultima recitazione di Ennio Fantastichini venuto a mancare poco dopo la fine dell'interpretazione. La storia, apparentemente semplice, descrive un piccolo periodo di tre…

leggi tutto

Recensione

kinemazone di kinemazone
8 stelle

Succede sempre così con i film di Gianni Di Gregorio. Escono alla chetichella, quasi clandestinamente e poi all'improvviso ne senti parlare. Il David Di Donatello vinto per la miglior sceneggiatura ha risvegliato il mio interesse per questo autore così fuori dagli schemi.  Lontano lontano è un film del 2019 con lo stesso Di Gregorio, Giorgio…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

LucaDamberti di LucaDamberti
8 stelle

Di Gregorio continua ad essere una garanzia: con l'ausilio di Marco Pettenello (tante ormai le pellicole da me apprezzate che portano il suo prezioso contributo), aggiunge un altro bel tassello alla sua già pregevole collezione. Una voce fuori dal coro, la sua, che trova nel grande Ennio Fantastichini (qui al suo ultimo film) e in un magistrale Giorgio Colangeli degli eccellenti compagni…

leggi tutto
Recensione
2020
2020

Recensione

mck di mck
9 stelle

    Ho amato tutti i film di Gianni Di Gregorio (vale a dire la “trilogia” sui generis composta da “Pranzo di Ferragosto”, “Gianni e le Donne” e “Buoni a Nulla”), ma “Lontano Lontano (Cittadini del Mondo)”, da lui sceneggiato, con Marco Pettenello (gli ultimi film di Carlo Mazzacurati, poi sodale collaboratore di Andrea…

leggi tutto

Recensione

berkaal di berkaal
7 stelle

Delle tre lingue ufficiali dello Stato italiano, il romano, il napoletano e il siciliano, la prima è sicuramente la più comprensibile, la meno aggressiva e quella più nostalgica, con più saudade, se mi si passa il termine. Certo, questa pellicola non è evocativa come "Un Sacco Bello", con cui però ci sono parecchi punti di contatto: regista e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Mulligan71 di Mulligan71
7 stelle

E' da "Pranzo di Ferragosto", piccolo grande film uscito nel 2008, che Gianni Di Gregorio, pacatamente, in silenzio, realizza film agrodolci, spesso incentrati sulla terza età, mai urlati, brutti o furbi. E' un poeta del Cinema, uno che sa bene di non incassare nulla, di essere fuori mercato, ma che fa con serietà il suo lavoro, cercando di portare Bellezza nell'italietta di oggi.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

hallorann di hallorann
7 stelle

Il cinema di Gianni Di Gregorio è un po’ come tornare a casa, ritrovare un vecchio amico, sentirsi riparati e protetti dentro una quotidianità autentica. Due amici pensionati, il Professore e Giorgetto sognano un Paese dove poter vivere in modo conveniente senza fare credito al bar. Conoscono Attilio, un robivecchi non ancora in età pensionabile. Attilio è…

leggi tutto

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

Tre uomini sui 70 anni nella periferia di Roma al tempo di oggi. Un  Professore che insegnava latino e greco, uomo garbato e mite come l’attore che lo interpreta ,alias Gianni de Gregorio, oramai è in pensione e si annoia, Giorgetto, romano autentico, fatica a sbarcare il lunario e poi Attilio uno stravagante robivecchi, cui presta il volto il mai compianto abbastanza Ennio…

leggi tutto

Recensione

siro17 di siro17
6 stelle

Azzeccato lo spunto di questo buon film. Tre signori, di cui due in pensione, decidono di cambiare vita ipotizzando un trasferimento all'estero. Peccato che il film poi non si dipani in pieno e resti sui binari degli sketch e delle situazioni divertenti con finale moraleggiante. Insomma una sequela di episodi che sono fotografie nitidissime sui vecchi e la difficoltà della vecchiaia con…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito