Trama

Hugh, Ben e Lelia sono tre fratelli neri dalle aspirazioni artistiche e intellettuali, destinati a scontrarsi con la mediocre realtà dell'ambiente che frequentano, ma anche con il velleitarismo dei loro castelli in aria. Leila, per esempio, incontra un giovane che la seduce e poi, saputa la sua condizione sociale, la abbandona. Ad aspettarli alla fine ci sarà soltanto il compromesso o la deriva.

Note

Esordio alla regia di John Cassavetes che, per completare il cast, si rivolse all'autorevole "New York Times". Un film semidocumentario che segnò un nuovo modo di far cinema. Charles Mingus firma la seducente colonna sonora.

Commenti (4) vedi tutti

  • Sensibile ritratto, dal ritmo sincopato, di tre fratelli di colore molto diversi tra loro sia nel carattere che nel tono della pelle (chi è più scuro chi meno) e degli effetti devastanti che il razzismo esercita sulle persone.Il racconto, molto improvvisato, piacevolmente goffo, procede con energia in assoluta libertà.Crudo e spinoso ma emozionante

    commento di marco bi
  • Che bello! Shadows è un'esperienza meravigliosa, un girovagare senza meta da cui lasciarsi coinvolgere e trasportare e niente meglio di Mingus poteva accompagnare questa pellicola-performance.

    commento di satura
  • Voto 5. [15.02.2010]

    commento di PP
  • Continuo sfaccettarsi delle apparenze,di ombre,geniale l'interpretazione.

    commento di IVANSELVA
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
8 stelle

L'esordio dietro la macchina da presa di John Cassavetes è un film che ha fatto storia per svariati motivi, e in primis perché viene considerato uno dei fondatori del cinema indipendente americano. E' un'opera coraggiosa e in anticipo sui tempi nell'affrontare tematiche spinose come quella del razzismo, su uno spunto narrativo curiosamente simile a quello de "Lo specchio della… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

jonas di jonas
6 stelle

A New York tre fratelli neri, Hugh, Ben e Lelia, si arrabattano nell’ordinario squallore della vita quotidiana: Hugh canta in locali di terz’ordine, Ben passa le sere a rimorchiare ragazze insieme ai suoi amici scioperati, Lelia (che ha la pelle molto chiara) si fa sedurre da un bianco. Primo film di Cassavetes e germe di tutto il suo cinema futuro: personaggi mediocri, storie… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2019
2019

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

L'esordio dietro la macchina da presa di John Cassavetes è un film che ha fatto storia per svariati motivi, e in primis perché viene considerato uno dei fondatori del cinema indipendente americano. E' un'opera coraggiosa e in anticipo sui tempi nell'affrontare tematiche spinose come quella del razzismo, su uno spunto narrativo curiosamente simile a quello de "Lo specchio della…

leggi tutto
2017
2017
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014
2013
2013
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2010
2010

Recensione

red grave di red grave
8 stelle

viene considerato un film jazz. nonostante gli anni è ancora al pari coi tempi che viviamo. un insolito indovina chi viene a cena, o piuttosto indovina chi non ci ritorna. il disagio è palpabile, in particolare il disorientamento della protagonista leila.

leggi tutto
Recensione

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

A New York tre fratelli neri, Hugh, Ben e Lelia, si arrabattano nell’ordinario squallore della vita quotidiana: Hugh canta in locali di terz’ordine, Ben passa le sere a rimorchiare ragazze insieme ai suoi amici scioperati, Lelia (che ha la pelle molto chiara) si fa sedurre da un bianco. Primo film di Cassavetes e germe di tutto il suo cinema futuro: personaggi mediocri, storie…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2009
2009

Recensione

luca826 di luca826
8 stelle

VOTO 8,5 STREPITOSO In anticipo sui tempi di almeno 10 anni, Cassavetes firma un saggio di stile (un vero e proprio manifesto stilistico, poetico, cinematografico) di straordinaria intensità. Primi, primissimi piani che invadono lo schermo ed obbligano lo spettatore a lasciarsi trasportare in una dimensione realistica dove le emozioni colpiscono direttamente fino al profondo del cuore.…

leggi tutto
Recensione

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Ritratto a ritmo di musica di una generazione intraprendente, ma confusa; curiosa, ma superficiale; inquieta, ma senza veri ideali da rivendicare. La beat generation di John Cassavetes sembra ignara del fatto che stare al mondo non significa girovagare in libertà, ma impone di confrontarsi con la vita, entro gli spazi limitati dalle regole, dalle convenzioni, dai pregiudizi che, nel bene…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Segreti di famiglia

Redazione di Redazione

Vite apparentemente normali, persone ordinarie, tutto scorre all'insegna della tranquillità. Ma la macchina da presa indaga, la storia fa il suo corso e appaiono le prime ombre: è il passato che chiama. Scomode…

leggi tutto
2007
2007

OMBRE.

rosario di rosario

Sul cuore,attorno all'anima...e notti insonni per uscire dal labirinto di SE STESSI!Come e' spesso difficile appartenersi....

leggi tutto
Playlist

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
8 stelle

"Il film che avete appena visto era un'improvvisazione". Così si conclude "Ombre". Non è solo un film sul disagio di una famiglia (nera, in cui due fratelli su tre sono bianchi o comunque a questi ultimi più simili). Si respira un'aria di disagio in generale, anche se non mancano le parti più "Leggere" e dove con stile semidocumentaristico (in un iperrealista bianco e nero) e improvvisazioni…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2006
2006
Trasmesso il 29 luglio 2006 su Rai Movie
Trasmesso il 23 giugno 2006 su Rai Movie
Trasmesso l'11 maggio 2006 su Rai Movie

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

"Ombre" fu, all'epoca in cui uscì, più che un pugno nello stomaco, un pugno in un occhio del vecchio cinema hollywoodiano. Spiazzò il pubblico e anche la critica, rivelando in John Cassavetes un nuovo vero autore cinematografico. Autore di ambizioni meno titaniche di quelle di Orson Welles, Cassavetes è stato, per stile e coerenza alle proprie idee cinematografiche, un grande regista, che si…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito