Trama

La vera storia di Dick Cheney, il più potente vice presidente della storia degli Stati Uniti, e di come le sue politiche abbiano cambiato il mondo.

Approfondimento

VICE - L'UOMO NELL'OMBRA: DICK CHENEY COME POLITICO, MARITO E PADRE

Diretto e sceneggiato da Adam McKay, Vice - L'uomo nell'ombra racconta l'ascesa di Dick Cheney, che da tirocinante del Congresso americano è divenuto vicepresidente degli Stati Uniti per due differenti mandati sotto George W. Bush. Attraversando oltre mezzo secolo di storia americana, la figura di Cheney permette di addentrarsi all'interno delle stanze del governo americano per vedere da vicino cosa significhino realmente l'esercizio e l'abuso di potere istituzionale.

 

Dalla gioventù come elettricista nel Wyoming fino alla controversa polemica sui metodi usati per la guerra al terrorismo islamico, Cheney ha vissuto una vita intensa sia dal punto di vista privato (grazie al sostegno della formidabile e fedele moglie Lynne) sia dal punto di vista professionale (grazie agli insegnamenti del burbero e spavaldo mentore Donald Rumsfeld, segretario della Difesa dal 2001 al 2006). Cheney si insedia a Washington già sotto l'amministrazione Nixon prima di divenire Assistente del Presidente e Capo di Gabinetto alla Casa Bianca durante la presidenza Ford e Segretario della Difesa per George Bush padre.

 

Dopo l'ascesa dei democratici e la presidenza Clinton, Cheney si dedica per un paio d'anni al ruolo di presidente e amministratore delegato della grande azienda petrolifera ed edilizia Halliburton ma nel 2000 George W. Bush lo vuole al suo fianco come vicepresidente, carica che gli permette di agire quasi incontrollato in nome della Nazione. Le astute e furtive manovre di Cheney finiscono così per alterare per sempre la politica americana (soprattutto sul fronte internazionale) con conseguenze nei decenni a venire.

 

Con la direzione della fotografia di Greig Fraser, le scenografie di Patrice Vermette, i costumi di Susan Matheson e le musiche di Nicholas Britell, Vice - L'uomo nell'ombra si concentra dunque sia sugli aspetti pubblici sia su quelli privati di Cheney, figura che tra il 2001 e il 2009 ha cambiato il modo di gestire la politica americana rivelandosi una sorta di co-presidente virtuale per Bush. Ha raccontato McKay: "Non ne sapevo molto di Dick Cheney ma quando ho iniziato a leggere materiale sul suo conto sono rimasto affascinato dalla sua personalità, dalle ragioni che lo hanno spinto ad agire e dalle sue convinzioni. Andando avanti con lo studio del personaggio, sono rimasto sbalordito dai suoi metodi, dalla sua acquisizione di potere e dal modo in cui ha plasmato per sempre la posizione degli Stati Uniti nella politica internazionale. In particolar modo, per la sceneggiatura, di aiuto mi è stata la biografia di Robert Moses scritta dal giornalista Robert Caro, The Power Broker, un libro che racconta della creazione e dell'uso del potere nelle politiche locali e nazionali attraverso il modus operandi di Robert Moses, il "mastro costruttore" di New York. Il libro mi ha spinto a concentrarmi sulla definizione stessa di potere, ripercorrendo tutta una letteratura che parte sin da Shakespeare.

 

Cheney, però, non sarebbe stato lo stesso se al suo fianco non avesse avuto la moglie Lynne Ann Vincent, primo grande amore di gioventù che ha conosciuto al liceo e sposato nel 1964. L'incoraggiamento e l'ambizione della moglie lo hanno portato a fare strada: per certi versi, Cheney è stato il braccio e Lynne la mente. Da donna, Lynne sapeva che per lei non sarebbe stato semplice assumere posizioni di potere e, di conseguenza, ha scelto di stare dietro le quinte e di muovere da lì le fila. Come nei miei precedenti film, mi sono però divertito a inserire elementi spiazzanti e poco convenzionali, arrivando anche a creare frammenti di conversazione tra Lynne e Dick scritti in pentametro giambico".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Vice - L'uomo nell'ombra è Adam McKay, regista, sceneggiatore e attore statunitense. Nato nel 1968 a Philadelphia da una cameriera e un bassista, non ha mai finito gli studi universitari per via della sua passione per la comicità e la recitazione: dopo aver fatto parte di un piccolo gruppo di… Vedi tutto

Commenti (4) vedi tutti

  • Cronaca della sconcertante carriera politica di Dick Cheney, al culmine come spregiudicata eminenza grigia durante il doppio mandato Bush junior. Regia provocatoria, talvolta furba, comunque efficace. Bravissimo Bale, Rockwell "clone" del presidente.

    commento di Leo Maltin
  • Sapevo chi eri ancora prima che tu lo fossi.

    leggi la recensione completa di champagne1
  • Uno stile poliedrico e trasversale, che salta freneticamente da fotografie shock a spezzoni televisivi, dalle stanze del potere alla vita privata, dalla presupposizione alla verità.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Intelligente autorevole autentica critica al vice presidente più subdolo del mondo: Dick Cheney. Il vero racconto intimo e pubblico, oltre che famigliare del più potente vice della storia degli Stati Uniti e di come le sue politiche abbiano ahimè cambiato il mondo. In peggio!

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
7 stelle

Dietro gli eventi che scandiscono e condizionano la Storia, sono celate delle scelte a tavolino che, accompagnate da scomode verità, rimangono inimmaginabili. Una buona parte delle persone si barrica dietro convinzioni politiche per cui, in fedeltà alla bandiera di appartenenza, scatta automaticamente l’assenso o, in alternativa, il dissenso, ma quando i segreti fuoriescono… leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
5 stelle

"Guardatevi dall'uomo silenzioso. Quando gli altri parlano lui ascolta. Quando gli altri agiscono lui studia la situazione. Quando gli altri dormono, lui attacca." L'America degli Usa è certo il paese delle mille opportunità. Anche quella che permette ad un obeso sfaccendato alcolista di diventare, nel giro di pochi anni - grazie anche alla presenza soverchiante di una… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

M Valdemar di M Valdemar
4 stelle

      Un film senza cuore. Altro che gli infarti ripetuti di Dick Cheney. In Vice vince – come già accaduto in La grande scommessa, che pure era un bel balzo in avanti rispetto alle porcherie del passato – il cinema opportunista, furbo, paraculo di Adam McKay, evidentemente autoelettosi scandagliatore/fustigatore dei morbi esiziali – dei letali… leggi tutto

2 recensioni negative

2019
2019

Recensione

barabbovich di barabbovich
5 stelle

Richard Bruce Cheney, notto a tutti come Dick, è stato una sorta di J Edgar della Casa Bianca. Persona influentissima, capace di manovre astute compiute sempre con passo felpato e un invidiabile understatement, Dick Cheney è la prova provata che un qualsiasi ubriacone perdigiorno e arrivista, con la giusta dose di spregiudicatezza e ambizione, negli Stati Uniti può arrivare…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

"Guardatevi dall'uomo silenzioso. Quando gli altri parlano lui ascolta. Quando gli altri agiscono lui studia la situazione. Quando gli altri dormono, lui attacca." L'America degli Usa è certo il paese delle mille opportunità. Anche quella che permette ad un obeso sfaccendato alcolista di diventare, nel giro di pochi anni - grazie anche alla presenza soverchiante di una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
7 stelle

Quando ti avvali di un cast imponente, c’è un rischio che devi mettere in conto, potrebbe succedere che lo spettatore, incantato dal modo di recitare degli attori, finisca per perdere di “vista” la trama di fondo.   Ora sia chiaro, non potrebbe essere questo il caso specificato sopra in quanto, la storia narrata è affascinante e in parte nota quanto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Zagarosh di Zagarosh
6 stelle

La vera forza de La Grande Scommessa era la sua idea di base, quella di usare richiami e simboli “pop” per spiegare qualcosa (in quel caso l’economia) che da sempre si considera comprensibile da pochi, ma che invece influenza il modo di vivere anche di quelli che non la capiscono o che decidono di infischiarsene. Usava quindi il carisma dei divi e delle dive che si affacciavano…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

M Valdemar di M Valdemar
4 stelle

      Un film senza cuore. Altro che gli infarti ripetuti di Dick Cheney. In Vice vince – come già accaduto in La grande scommessa, che pure era un bel balzo in avanti rispetto alle porcherie del passato – il cinema opportunista, furbo, paraculo di Adam McKay, evidentemente autoelettosi scandagliatore/fustigatore dei morbi esiziali – dei letali…

leggi tutto

Recensione

champagne1 di champagne1
4 stelle

L'11 settembre 2001, mentre venivano abbattute le Torri Gemelle, il presidente Bush junior si intratteneva presso una scuola dove i bambini leggevano delle storie. Un documento filmato riproduce un agente che gli sussurra qualcosa all'orecchio (chissà cosa???), ma lui resta imperterrito nella classe a leggere con i bambini la favola della capretta. Qualche maligno potrebbe sospettare che…

leggi tutto

Berlino 2019 - I film in Concorso

Redazione di Redazione

La 69ma edizione del Festival di Berlino svela i suoi assi nella manica. Pochi minuti fa sono stati annunciati i film della sezione principale, suddivisi come sempre tra concorso e fuori concorso. Il titolo di apertura…

leggi tutto
Playlist

Recensione

IlGranCinematografo di IlGranCinematografo
7 stelle

  Anche in quel grottesco e raccapricciante teatrino delle marionette chiamato politica, il pubblico vede il pupazzo, ma non il burattinaio. Sia chi manovra (nel caso specifico, l'infido Dick Cheney di Christian Bale) che chi è manovrato (il George W. Bush idiota di Sam Rockwell) è comunque un buono a nulla, solo che il primo è un po' più furbo del…

leggi tutto

Recensione

ange88 di ange88
8 stelle

    Biopic sulla vita di Dick Cheney, politico “cresciuto” sotto la presidenza Nixon, ma "celebre" poi per la Vicepresidenza dell’era George W. Bush.     Sullo stile del precedente “La grande scommessa” Mckay scrive un biopic non ordinario,soprattuto nella forma. La struttura del racconto è complessa, composta da molti…

leggi tutto
Recensione
Utile per 12 utenti

Recensione

morbius di morbius
6 stelle

Insolito biopic incentrato sulla figura (oscura) del vicepresidente degli Stati Uniti più famoso della storia, quel Dick Cheney che per decenni ha frequentato lo studio ovale con sempre maggiore influenza fino a diventare appunto "L'uomo nell'ombra" dell'Amministrazione americana, in particolare nella gestione del "dopo 11 settembre". Se da un lato assistiamo alla strabiliante…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

supadany di supadany
7 stelle

Dietro gli eventi che scandiscono e condizionano la Storia, sono celate delle scelte a tavolino che, accompagnate da scomode verità, rimangono inimmaginabili. Una buona parte delle persone si barrica dietro convinzioni politiche per cui, in fedeltà alla bandiera di appartenenza, scatta automaticamente l’assenso o, in alternativa, il dissenso, ma quando i segreti fuoriescono…

leggi tutto
Recensione
Utile per 25 utenti

In sala nel 2019!!!

cinefox di cinefox

Le serie TV e i servizi Streaming si fanno sempre più strada e sono oramai una realtà consolidata. Riusciranno le sale ad reinvertire la rotta in questo nuovo anno? Vediamo cosa bisogna aspettarsi dal…

leggi tutto
Playlist
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2018
2018
Uscito nelle sale italiane il 31 dicembre 2018

Recensione

gaiart di gaiart
8 stelle

Intelligente autorevole autentica critica al vice presidente più subdolo del mondo: Dick Cheney. Il vero racconto intimo e pubblico, oltre che famigliare del più potente vice della storia degli Stati Uniti e di come le sue politiche abbiano ahimè cambiato il mondo. In peggio!   Un cast d'eccezione. Basterebbe già solo Christian Bale in sovrappeso di 30 kili,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
locandina
Foto
Sam Rockwell, Christian Bale
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito