Espandi menu
cerca
La vita nascosta - Hidden Life

Regia di Terrence Malick vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 171
  • Post 9
  • Recensioni 958
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su La vita nascosta - Hidden Life

di bufera
8 stelle

Terrence Malick torna alla narrazione lineare in un racconto biografico di un contadino austriaco , obiettore di coscienza, che fu ucciso dai nazisti come traditore al tempo della seconda guerra mondiale.

locandina

La vita nascosta - Hidden Life (2019): locandina

 

La vita nascosta - Hidden Life (A Hidden Life) è un film del 2019 scritto e diretto da Terrence Malick. Si tratta di un film biografico su un obiettore di coscienza austriaco Franz Jagerstatter, torturato e ucciso dai nazisti nel 1943 e poi beatificato nel 2007 dalla chiesa cattolica È stato anche l'ultimo film interpretato da Bruno Ganz e Michael Nyqvist, entrambi deceduti durante la post-produzione.

 

 

Nell'Alta Austria, Radegund è un'oasi di pace dove Franz (il tedesco August Diehl) e Fani(l'austriaca Valerie Pachner) si sono incontrati e innamorati. La loro vita scorre scandita dalle stagioni, dal lavoro nei campi e la ricreazione sui prati con le loro tre bellissime bambine. Ma la seconda guerra mondiale si profila e rovescia il loro destino. Franz è chiamato alle armi e a giurare fedeltà al Führer, ma incapace di concepire la violenza, rifiuta ostinatamente e viene arrestato per tradimento. Dopo averlo torturato psicologicamente e fisicamente, viene processato e condannato a morte nell'agosto del 1943.

 

 

A Hidden Life rimette l'autore nel suo asse di predilezione, quello della narrazione del dramma storico dentro il contesto rurale e la celebrazione della natura. Malick ritorna al suo cinema elegiaco e panteista. La storia di un contadino austriaco accusato di tradimento dal regime hitleriano, annuncia un cambiamento di forma, che gli fa ritrovare il suo romanticismo, quella sua visione di una natura viva che esprime i sentimenti dei personaggi e i loro legami col mondo. 

 

  

Attaccato alla terra del suo villaggio, Franz Jägerstätter è un eroe tenace, che non beve birre, è un cattolico fervente e resiste sotto il peso della guerra come le montagne sotto delle nuvole nere. Egli vive la subordinazione dell'Austria alla Germania nazista come un dramma personale, narrato come di consueto in voce off, una meditazione che prosegue da un coniuge all'altro, convergendo in un  monologo melanconico. Franz e Fani infatti non si esprimono con lunghi dialoghi. Franz non può accettare di usare le armi e Fani non può abbandonarlo quando tutti intorno li scongiurano di rinunciare ai loro principi e all'amore assoluto che li lega. Il rifiuto trasforma la loro vita in una passione spirituale che conduce al sacrificio, della vita per lui e della buona convivenza per lei, alla quale i compaesani volteranno le spalle, temendo di subire rappresaglie anche loro dal crudele nemico.

 

 

I piani improvvisi di flora e fauna, i campi di grano, i cambiamenti del cielo, il lavoro collettivo, la coesistenza opaca e splendida tra l'attività umana e il mondo naturale fanno da cornice al dramma di Franz nella cui coscienza si scontrano il suo ideale pacifista e il suo amore per Fani. August Diehl, senza recitare convenzionalmente, fa vibrare la convinzione di un rifiuto e la radicalità morale di un'opera spirituale che chiede allo spettatore una notevole disponibilità e Valerie Pachner è intensamente espressiva quando nel carcere da lui interpellata risponde che accetta e condivide la sua decisione. Il grandangolo, la voce off e l'energia panteista sono questa volta al servizio di un racconto lineare ma pieno di passione.

 


La narrazione in A Hidden Life ritrova un posto fondamentale, dimostrando che Terrence Malick realizza i suoi migliori film quando ha  un soggetto da affrontare, una guerra da denunciare, un obiettore da beatificare perché non sa e non vuole sparare.Malick ha impiegato circa 3 anni per elaborare questo film di due ore e 53 minuti, che non pesano a chi lo segue da sempre, avvolti e immersi da paesaggi montani, di campagna e del carcere magistralmente ripresi. 

 

August Diehl

La vita nascosta - Hidden Life (2019): August Diehl

August Diehl, Valerie Pachner

La vita nascosta - Hidden Life (2019): August Diehl, Valerie Pachner

Valerie Pachner

La vita nascosta - Hidden Life (2019): Valerie Pachner

August Diehl

La vita nascosta - Hidden Life (2019): August Diehl

August Diehl

La vita nascosta - Hidden Life (2019): August Diehl

La vita nascosta - Hidden Life (2019): Trailer ufficiale italiano

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati