Espandi menu
cerca
In Serie (19) - un Mash-Up : Game of Thrones [ or : Rules of Entanglement ], stag. 4, ep. 3-4-5-6 --- Parte 2a : One-Trick Pony ( Daenerys, LittleFinger, Stannis, e Mario ) : Take Care.
di mck ultimo aggiornamento
post
creato il

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 209
  • Post 133
  • Recensioni 1075
  • Playlist 312
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

“ Non contano i risultati elettorali, né in Italia né altrove; abbiamo creato un pilota automatico per imporre il consolidamento di bilancio. ”

Grande Inquisitore Mario Draghi - 2013

No, non è Drogon a ruggirla (e)ruttando la succitata frase bellamente apodittica, pronunciata con la disarmante innocenza del Deus Ex Machina, anche se in fondo sempre di draghi si tratta.
E il pulpito non è la sala degli ospiti alla Banca di Ferro di Braavos, ma il Trono semovibile della BCE ( dove la ''b'' sta per bundesbank e le altre due lettere stanno lì a fare colore...).

[ panorama dall'alto ( fonte : drone di google earth ) della ridente cittadina di Francoforte sul Meno, Germania dell'Essos ]    

No, la frase non è frutto dell'immaginazione storica di George R.R. Martin, non appartiene all'idealismo revanscista della giovane Daenerys Targarien, non è uscita dalla bocca di quel misto di Giulio Andreotti e Charlie Manson che porta il nome di Petyr “DitoCorto” Baelish ( sapete com'è, no, il misto Andreotti-Manson : LittleFinger ? Esatto ! ), durante uno dei suoi fantastici duetti con Varys ( quando ancora i due si trovavano entrambi ad Approdo del Re e questa dialettica era possibile ), non è merito del rude e fiero Stannis Baratheon ( che s'appresta – tapino di fronte la Castello kafkiano-francofortese della Banca di Ferro – ad accendere un muto, firmare qualche cambiale, chiedere un prestito con un tasso d'interesse che Equitalia e l'Ndrangheta definirebbero disumano ), un servo della gleba assoggettato da Melisandre, no.
A pronunciarla, allo scoperto di un assedio giornalistico tanto educatamente composto quanto apaticamente sconcertato, circondato da uno stuolo di pubblicisti, è Mario...Monti ? No, non è il garzone mandato dal droghiere a incassare i sospesi, è proprio il bottegaio in persona : è la sacra trinità apocalittica ingaggiante riunita in un sol uomo : il generale Corman + il colonnello Lucas + il tizio dei servizi segreti : Mario Draghi.

   

Fonte primaria :
http://contropiano.org/news-politica/item/15179
Rilanciato qui e altrove :
http://ilupidieinstein.blogspot.it/2013/03/la-democrazia-sostituita-dal-automatico.html
http://www.cogitoergo.it/?p=20084
Implementazione :
http://www.carmillaonline.com/2015/06/04/allacciate-le-cinture/

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Iniziamo con un gerundio – armando ? No ( anche se dato il tema ci starebbe proprio bene ) : ''votando'' – e, come nel post precedente, diamo uno stupido sintetico voto all'intera stagione ( anche se qui si tratteranno solo gli episodi 3, 4, 5 e 6 ) : * * * ¾ - * * * * ¼ 

“ In quattro anni il mondo passò dal 1870 al 1940. ”

Norman Stone  -  " World War One, a Short History " ( cap. 3 : 1914 )  -  2007  ( ediz.ital. 2014 – Feltrinelli ed. – trad. di G.Carlotti )

Qui, a parte il Lustro Fantasma del 2001-2005, inghiottito dalla stasi quantistica del 2° governo berlusconi ( il Grande Riformista che non è riuscito manco a riformare quelle sue enormi, spoporzionate orecchie ), siam fermi al 1992.

Das Nichts.
Nel primo [ //www.filmtv.it/post/30007/in-serie--un-mash-up--no-un-recap--amadis-de-gaula--1--game/#rfr:tag-40121 ] dei due post che ho dedicato alla precedente terza (3a) stagione di "Game of Thrones" rilevavo – con finissimo e lungimirante acume strategico-politico – che : "...santoddio, Renzi è come Robb Stark : Vince Ogni Battaglia, ma sta Perdendo la Guerra " : ebbene, dopo il 31 Maggio – 1 Giugno ( o se si preferisce, un 18 di Brumaio inverso ) del 2015 Renzi ha iniziato a perdere anche qualche battaglia intermedia : anche lui corre il rischio di rimanere...Forever Young.
Le ''battute'' sull'altro Matteo, ( Orfini ? Chi ? No : ) Salvini, invece, che lo raffigurano come Re del Nord, evidenetemente sono frutto di ggente che dimostra di non aver assistito o di non aver capito una beata mazza di GoT ed in particolare della Casata/Schiatta ( ebbene si, mai sostantivo fu più imperativo come in questo caso ) Stark, e già che ci siamo di non capirci pure una cassoeula a merenda di politica, di elettorato, di poteri obliquamente forti...
Però... Però... Non diamo limiti all'Apocalisse.
L'argomento che da sempre ha utilizzato ( ingigantendolo, plasmandolo, inventandolo ) Renzi ( e i renziani ) per salire al potere è che oltre/dopo di lui ci sarebbe stato il nulla sotto vuoto spinto, il niente che avanza, il non luogo a non procedere, a regredire, che avrebbe fermato il tempo, messo a tacere il progresso, ingabbiato lo sviluppo e (s)terminato la Storia. Il Nulla, il Vuoto, il Niente, l'Abisso : un'Oscura Tenebra Informe.
Beh, abbiamo sempre detto che così non era e non sarebbe stato – armati solo di un paio di occhi, due orecchie e un naso a fiutare l'aria che tira. Un'alternativa ci sarebbe sempre stata.
Ebbene, oggi il nuovo spauracchio auto-costruitosi ad arte, la nuova alternativa, si chiama Salvini.
Come le muffe, i licheni e i muschi che prosperano sui cadaveri di palazzi dimenticati dalle stesse civiltà che li hanno abbandonati al loro destino estinguendosi, così Salvini, sta : prospera praticamente innocuo.
C'è qualcosa di peggio del disuso alla gloria, dell'oblio ?
Evidentemente si.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Ep. 3 : “ Breaker of Chains ”, scritto da David Benioff e D. B. Weiss e diretto da Alex Graves.
Ep. 4 : “ OathKeeper ”, scritto da Bryan Cogman e diretto da Michelle MacLaren.

Mondo Nuovo dal Vecchio Mondo (Essos).

Antroposemiosi, ovvero : creare Mondi Possibili, rinverdire l'Utopia.

Supera agilmente le mura di Meereen il catapultato fuoco di mortaio ( il potere propulsivo e deflagrante dei richiami semiotici all'ordine della libertà ) : collari e ceppi scassinati lanciati a guisa di palle di cannone la cui carica esplosiva è rappresentata dalla loro stessa esistenza disinnescata, violata, neutralizzata [ l'artiglieria pesante del linguaggio fisico ( significante ) che va ad incidere l'immagine mentale dell'osso-arma ( significato ) : crolla a terra il tapiro abbattuto, collassa e si schianta al suolo ( e lascia un...segno ) e diventa esso stesso cibo invece di rimanere concorrente alla ricerca del nutrimento : la macellazione dei padroni ha inizio negli occhi degli schiavi di Meereen : le loro immagini mentali, ancora latenti, affollano l'aria, diventano quasi fisicamente percepibili, tangibilmente osservabili ] : lucchetti aperti, sigilli infrani, lacci sciolti, serrature scassinate : dalla loro forma concreta alla sostanza intrinseca : spesse collane di ferro pesante, cravatte di cuoio, catene mentali tatuate sulla pelle, capestri indossati come (ex) libretti di lavoro : proiettili obsoleti, innovativi, proiettili proiettati verso il futuro.

Ferdinand de Saussure potrebbe essere orgoglioso di questa struttura scardinata.

( cliccare sull'immagine o su questo link https://www.youtube.com/watch?v=rf1NZZoublA per accedere al video correlato )   

Le rigaglie e i cascami della schiavitù d'altri paesi liberati e città ( Astapor, Yunkai ) restituite al ''suffragio universale'', alla ''repubblica'', alla ''democrazia'', hm...diciamo all'autoaffermazione -[ ma scopriremo presto che, una volta ''abbandonatili'' al loro destino autoaffermante spesso e volentieri i padroni e gli schiavisti ( e alrettanto spesso e volentieri queste “nuove” figure sono nate da ex-schiavi liberati ) hanno presto riportato quei luoghi sotto il giogo della tirannia ]-, volano catapultandosi oltre le mura e s'infrangono all'interno della caverna platonica in cui vivono gli schiavi di Meereen.

Significante : collari e ceppi a guisa di palle di cannone.
Significato : anche voi potete essere liberi.
Segno : Kill the Masters ( una Passeggiata ), ovvero : come conquistare una Città fortificata con un pugno di uomini, una sporca dozzina, un manipolo di... Insomma, s'è capito il concetto : non c'erano i soldi per un'ennesima grande battaglia e conseguente lungo assedio ( e no, non ho letto i romanzi, non so se questa particolare situazione rispecchia quel mondo ).

( cliccare sull'immagine o su questo link https://www.youtube.com/watch?v=xKrARLg10eA per accedere al video correlato )    

Intanto...
Vecchio Mondo dal Nuovo Mondo (Westeros).

--- Dopo Ser Davos anche Verme Grigio imparare a leggere.
--- S'un altro fronte Ditocorto ( a Sansa ) insegna a ( tutti a ) parlare :
“ Un uomo che non ha moventi non viene sospettato. Bisogna confondere i nemici [ che magari non sanno di esserlo ]. E se non sanno chi sei o cosa vuoi non intuiranno neanche le tue mosse ”.
--- Le enormi pupille dilatate di Margaery ad esplorare la tenebra della sera e contenderle il nero e i piccoli cuori di fiamma come candele a brillarle negli occhi mentre mette in atto la visita notturna d'accaparramento d'affetto al talamo del futuro re-gazzino : Natalie Dormer, come Sybel Kekilli (porno) e Peter Dinklage (nanismo), nella stagione passata, in minore, ci mise un pochino della sua vita privata nei dialoghi, raccontando a Sansa che da bambina la chiamavano Pig-Face. In effetti se la si guarda la prima cosa che si pensa è : maialona!

{          clic          -          per chi fosse capitato su questo post sessualmente attratto dal colosso in copertina - ah! queste pruriginose cover che attraggono le signorotte ossesse sessuali! -, ora potrà tirarsi un raspone su questa colossale signorina ( che mette proprio hunger...) }   

--- Santità, Giustizia, Forza. Tywin scandaglia, testa e addestra il futuro Re Tommen, colui-il-quale non ha nemmanco la statura per ergersi a rango di bimbominkia :
- Dunque, abbiamo un uomo che si lascia morire digiunando, un uomo che lascia che suo fratello lo ammazzi, e un uomo che pensa che vincere e regnare siano la stessa cosa. Cosa manca a tutti e tre ?
- ...la saggezza !
- Si !
- La saggezza fa un buon re !
- Si. Ma cos'è la saggezza, hm ? […] Un re saggio si rende conto che non può sapere tutto. Tu sei giovane. Un re giovane e saggio ascolta i suoi consiglieri e segue le loro indicazioni fino a che non è adulto. E i re più saggi...continuano a farlo anche molto tempo dopo.

Compito a casa per Tommen e per tutti avvoi : elencare i ghost writer ed i consigliori di Renzi.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Ep. 5 : “ First of His Name ”, scritto da David Benioff e D. B. Weiss, e diretto da Michelle MacLaren.
Ep. 6 : “ the Laws of Gods and Men ”, scritto da Bryan Cogman e diretto da Alik Sakharov.

" C'est l'argent qui fait (ou ne fait pas) la guerre. "
Autore Ignoto – Banca di Ferro di Braavos ( si, parlano anche il francese : ma data la particolare costituzione del Mondo di GoT non si sa bene se essa sia una lingua morta oppure una ancora da inventare, retroproiettandosi verso il Latino, la Cuneiforme, i Grugniti post-atomici, gli schianti di Arche Generazionali in volo tra le stelle...).

In cui tre persone ( Stannis, Daenerys e Tommen ) si professano legittimi regnanti recitando la formula : “...Re degli Andali e dei Primi degli Uomini, Lord dei Sette Regni e Protettore del Reame...”, con alcune piccole e grandi differenze da casata a casata, il succo è quello.

Westeros.
Da questa parte civilizzata dell'emisfero in ombra dele umane genti, per chiarire una volta di più chi sia Ditocorto ( l'eccezionale Aidan Gillen di “Queer as Folk” e “the Dark Knight Rises”, già sindaco di Baltimora in “the Wire”, poi eletto Governatore del Maryland : davvero, a parte le contestualizzazioni relative alla moralità dei due personaggi da ricondurre e pesare in proporzione ai differenti periodi storico-geografici in cui si muovono e compiono le loro gesta, Petyr Baelish e Tommy Carcetti sono la stessa persona ) - sempre che le parole di Varys della passata stagione non fossero bastate, sempre che non fossero bastate le sue gesta –, basta seguirne per un breve tratto i passi : eccolo, giunto nella Valle di Arryn, mentre interrompe con un bacio il chiacchericcio rivelatore della sua nuova, fresca e caduca moglie Lysa ( già Tully, già in Arryn ) - prima di ammazzar'ella gettandola dalla Porta della Luna ( inconvenienti che possono accadere anche piuttosto spesso se si è soliti preferire arredare il salotto con una botola aperta su centinaia di metri di vuoto invece che con un tappeto persiano made in china ) a Nido dell'Aquila (Eyrie) : non vuole riascoltare le sue trame, non vuole che qualcuno della corte appostato dietro a qualche colonna di pietra senta, ma non vuole che nemmeno noi – gli spettatori – sentiamo :
“ Quel che è fatto, è fatto. Dissolto nel nulla. Solo parlandone si può renderlo reale ”.

( Qui è con Sansa e non con Lysa : il concetto rimane intatto )    

Non solo Stannis ( schernito e preso a metaforici coppini su collo e capoccia ) è in ginocchio sui ceci davanti alla cattedra magistrale della Banca di Ferro chiedendo di poter accedere ad / accendere un mutuo a tasso incommensurabilmente variabile ( la sua visita alla Sede Centrale – non credo che la BdF abbia delle filiali sparse per Westeros ed Essos ) per attirare attenzione ed attrarre capitali si risolve non come se fosse un Varoufakis qualsiasi di fronte alla BCE, ma peggio : come se fosse un renziano di fronte al ''suo'' elettorato gommoso, elastico, poroso ), anche i Lannister hanno ipotecato pure le pezze al culo :
Tywin a Cersei :
“ La corona deve alla Banca di Ferro di Braavos una quantità di denaro enorme”
“ Quanto ? ”
“ Una quantità enorme ”
“ Ci deve essere qualcuno alla banca di ferro con cui puoi parlare e trovare un accordo ”
“ La banca di ferro è la banca di ferro, non c'è un qualcuno ”
“ Si ma qualcuno ci lavora, è formata da persone ”
“ Come un tempio è formato da pietre. Quando una pietra crolla un'altra ne prende il posto. E il tempio riesce a mantenersi in piedi anche per mille anni e più. Questo è la Banca di Ferro : un Tempio. Viviamo alla sua ombra, e non sono in molti a saperlo ”.

Oberyn Martell rassicura il cuore di madre di Cersei Lannister, in perpetuo affanno per Myrcella ( che, come si scoprità nella 5a stagione, s'è ambientata più che bene...e sarà proprio quando dovrà tornarsene a casa che...) : “ Non maltrattiamo le bambine a Dorne ” - “ In ogni parte del mondo le bambine vengono maltrattate ”.

Essos.
A proposito dell'idealismo revanscista di Daenerys, quando Ser Barristan Selmy --[ che in questa stagione ha definitivamente ( ho davvero usato ''definitivamente'' a proposito di GoT ? ) affiancato nel ruolo di consigliere Jorah Mormont, in attesa che quest'ultimo ( la corona di Servo della Gleba - verso Daenerys - spetta a lui : scalza Stannis a guinzaglio di Melisandre di diritto, a piè pari e in un colpo solo ) venga temporaneamente allontanato, e comunque...ehm...pronto a lasciare il posto a Tyrion : nota bene : l'incontro fra Tyrion e Daenerys ( che avverrà nella 5a stagione ), nei romanzi ancora non è accaduto : la serie ha raggiunto e in parte superato i romanzi, pur tralasciando alcune parti ( i Grevjoy, Rickon e Osha, Bran e Hodor : “Hodor!” - “Giusto!” ) ]-- le suggerisce che : “ A volte è meglio rispondere all'ingiustizia con la clemenza e la pietà ”, lei apodittica e assoluta ribatte : “ Io rispondo all'ingiustizia con la giustizia ”. Buone, ottime intenzioni. La strada è ancora lunga, però, e i cadaveri innocenti inchiodati sulla strada per Meereen sono solo un'avvisaglia di ritorno per le future mattanze a venire, e non l'avanscoperta della fine di tutte le ingiustizie.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Note.

--- I'm a whore.
Collegandomi al primo post dedicato a questa 4a stagione, ritorno – complice diretta la testimonianza resa da Shae al processo contro Tyrion – sull'argomento Vita Privata, Pubblica Virtù.
Riferisco questi dubbi a questo punto pur sapendo già come andrà a finire per il semplice motivo che la fine non scioglierà l'enigma.
“ Io non ero solo una serva. Ero la sua puttana. […] Facevo ogni cosa che mi chiedeva. Tutto quello che gli veniva in mente di farmi e tutto quello che mi diceva di fargli. Lo bacciavo dove voleva e lo leccavo dove voleva. Lo lasciavo entrare dentro di me da ogni parte. Ero una sua proprietà. Lo aspettavo per ore nei suoi appartamenti per essere pronta a ogni suo desiderio...”.
Come può Shae credere veramente che Tyrion non la voglia più, e che non la stia allontanando solo per salvarle la vita ? Questo può essere un serio difetto della serie : i twist comportamentali cui spesso e mal volentieri incorrono i personaggi ( vedasi le giravolte decisionali – messo alle strette dall'Inverno – di Stannis nella 5a stagione ). Sta per caso facendo la stessa cosa che lui ha fatto per lei : fargli credere di non considerarlo – intercettata, imbeccata e istruita da e d'accordo con Tywin – per salvarlo ? O è la riproposizione anastatica di ciò che era già accaduto a Tyrion un tempo ( cosa che lui stesso raccontò a lei e a Bronn ? ), col suo primo amore - che sfociò nel suo primo matrimonio -, Tysha ? Transmedialmente parlando questa parte del racconto televisivo in particolare diverge un po' dalla narrazione letteraria ( può essere presa come esempio di una media generale delle differenze presenti ed apportate da Benioff & Weiss trasponendo la storia dalla pagina allo schermo ) che nei romanzi così si ''conclude'' ( le conseguenze sono le stesse : Tyrion uccide suo padre Tywin ) :
« “ È stato Jaime " pensò, disperato. " Il mio stesso sangue, il mio fratello maggiore. Quando ero piccolo, mi portava giocattoli, cerchi di barile e materiale per costruzioni, un leone intagliato nel legno. Mi regalò il primo pony e m’insegnò a cavalcare. Quando disse che ti aveva comprato per me non ho mai dubitato di lui. Perché avrei dovuto? Lui era Jaime e tu eri solo una ragazza che stava recitando una parte. L’avevo temuto fin dal principio, dal tuo primo sorriso, quando mi lasciasti toccare la tua mano. Il mio stesso padre non poteva amarmi. Perché avresti dovuto farlo tu, se non per oro ? ” ».     

   

--- New Entry, ReCasting, Standby e Buonuscita.
- New Entry (great!) / New Exit (poor!) : Oberyn Martell.
- ReCasting : Daario Naharis (good).
- Standby :
Osha e Rickon da una parte e Gendry dall'altra [ tutti assenti nella 4a e nella 5a stagione ( in quest'ultima si assenterano anche Brandon e Hodor ), nella quale si raggiungono ed in parte si superano i romanzi ] : ma ovviamente la loro assenza non è --- come scrive ( così ho interpretato quel passaggio in particolare ) Alice Cucchetti parlando della 5a stagione su FilmTv n.1169, dimostrando così di non conoscere la Storia : non solo di non aver letto i romanzi – cosa del tutto inessenziale ai fini della giusta fruizione della serie ( la 5a stagione si discosta da essi e racconta il dopo per alcune linee narrative, ma altre linee narrative descritte nei romanzi ancora non sono state raccontate dalla serie ) –, con tutta l'ovvia differenza-divergenza puramente cronachistica -[ eccetto il finale, che coinciderà ( Martin ha reso edotti Benioff & Weiss circa la conclusione della saga letteraria, che avverrà nell'anno duemilaventrentottant'equalcosa, più o meno ) tra inchiostro e sali d'argento, carta e pixel : il ''come'' si arriva da A a B è succedaneo al ''cosa'' : il percorso non è fondamentale ( eresia ! ), sono la partenza e l'arrivo, il principio e la fine, l'origine e il traguardo, la provenienza e la meta a contare, a valere e a significare ]- tra pagina e schermo, ma proprio di non conoscere la Storia --- una scelta atta a ''ignorare alcuni rami secchi'' ( riferendosi proprio a Brandon, Hodor, Osha, Rickon e Gendry ) : anche per chi non ha letto i romanzi ( come me : ho letto solo "Blood of the Dragon", un racconto del 1996 rieditato ed implementato, ''estratto'' dal romanzo di partenza, "A Game of Thrones", il primo della saga, uscito lo stesso anno ) è chiaro che Brandon, Osha e Compagnia non sono ''rami secchi'' potati a dovere da un giardiniere perspicace, ma dei semi piantati nel terreno in attesa di germogliare. Eccheccazzo.
- Buonuscita, ovvero : tutti defunti, tranne i morenti.
Spoiler a scoppio ritardato : Joffrey, Ygritte, Oberyn, Shae, Tywin. E the Hound (?). “?” [ come per Syrio Forel (1a) e Stannis (5a) ] perché ''fuori campo''. Per Jonsnò (5a) invece si prevedono resuscitamenti resuscitanti, resuscitamentose resuscitazioni. Come per Renzi.

Ti è stato utile questo post? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati