Trama

Nizza, i suoi abitanti, i facoltosi villeggianti che vi si riversano nei mesi estivi sono oggetto di questo reportage ironico, che percorre tutti i luoghi canonici della città, dalla Promenade des Anglais alla spiaggia, al Casinò, distruggendone la convenzionalità "da cartolina", si avventura nei quartieri popolari meno esplorati, riprende la vita quotidiana e quella mondana, cortei funebri e carnevaleschi. Si tratta, sembra voler dire Vigo, della stessa realtà vista da due diverse angolazioni. La vita e la morte vanno sempre a braccetto e non c'è esorcismo che tenga.

Note

Uno sguardo "antropologico" anima questo primo, memorabile film di Jean Vigo, tutto giocato su un sapiente uso del montaggio di volta in volta malizioso e crudele, che offre un quadro della città a volte irridente ma, più in profondità, sincero.
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

FABIO1971 di FABIO1971
8 stelle

L'esordio cinematografico di Jean Vigo, girato ad appena ventiquattro anni dopo una infanzia e una giovinezza tribolate, trascorse cambiando continuamente scuole e collegi fino alla maggiore età (il padre, fervente anarchico, venne arrestato e poi trovato misteriosamente morto in prigione, strangolato con i lacci delle sue scarpe, la madre lo abbandonò dopo la morte del padre):… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Il debutto di Jean Vigo nel cinema, appena venticinquenne, è tutto in questi ventidue minuti di pellicola, un documentario piuttosto atipico sulla città di Nizza: se da un lato il regista pare voler mostrare il divertimento, il lusso e la gioia degli abitanti e dei turisti, dall'altra le immagini risaltano un gusto per il vacuo e per l'ostentazione abbastanza discutibile, in… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2020
2020

(Non) C'è Tempo!

mck di mck

  5 corti dal 2019/2020 (con, meanwhile, 16 intrusi prima del 2019 o dopo il 2020).   Bisognava sognare.       La lista è aperta alle segnalazioni/aggiunte di quelli che…

leggi tutto
2019
2019

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

A PROPOS DE ... JEAN VIGO Ecco come si diventa registi: appena 25enne Jean Vigo, già sposato con Lydou, riceve dal suocero in regalo una vecchia cinepresa, che gli dà l'idea di girare un documentario sulla città di Nizza che sta visitando: lo colpisce in particolare lo spirito festaiolo e goliardico della grande città simbolo della Costa Azzurra, emblema del…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
2018
2018

Perle nascoste

MVRulez di MVRulez

Il titolo (forse un po' troppo altisonante) di questa playlist ne racchiude il suo scopo: catalogare alcune opere meritevoli (sia classiche che moderne) le quali, per un motivo o per un altro, rischiano di rimanere…

leggi tutto
2017
2017
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
locandina
Foto
2016
2016

Recensione

millertropico di millertropico
8 stelle

"A propos de Nice" è il docomentario  di 25 minuti circa con cui nel 1930, l'allora venticinquenne Jean Vigo (figlio dell'anarchico Miguel Almereyda, direttore della rivista satirica "Le Bonnet Rouge", morto in carcere a 34 anni)  iniziò la sua purtroppo breve (anche se straordinaria e intensa come poche altre) carriera cinematografica. Questo interessante documento…

leggi tutto
2012
2012

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
8 stelle

Breve documentario sulla città di Nizza. In 22 minuti appena il giovanissimo (25 anni) esordiente Jean Vigo ci mostra la città in tutti i suoi aspetti, evidenziando il contrasto poveri/ricchi e la vacuità delle attivtà di questi ultimi. La versione che ho veduto io era accompagnata da un commento musicale di fisarmonica davvero adeguato al film, ma forse è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2011
2011

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Il debutto di Jean Vigo nel cinema, appena venticinquenne, è tutto in questi ventidue minuti di pellicola, un documentario piuttosto atipico sulla città di Nizza: se da un lato il regista pare voler mostrare il divertimento, il lusso e la gioia degli abitanti e dei turisti, dall'altra le immagini risaltano un gusto per il vacuo e per l'ostentazione abbastanza discutibile, in…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2010
2010

Recensione

Daskabinett di Daskabinett
8 stelle

Il gusto per l’immagine in sé, anche attraverso l’invenzione di un’inquadratura insolita (il passeggio della gente filmato da un tombino) alla ricerca della propria forma di espressione, talvolta naif, talvolta mozzafiato. La sperimentazione delle possibilità di raccontare data da questo strumento relativamente recente che era la pellicola, la creazione di una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

Nizza come un oggetto con cui giocare. In questo cortometraggio, la gente e le cose si muovono come in un immenso flipper della  mondanità, o in una sontuosa giostra dell'eccentricità, le cui geometrie sembrano fatte apposta per essere guardate da prospettive sghembe, a cavallo di un cinepresa danzante, impegnata in voli acrobatici e vertiginosi girotondi.  Le immagini,…

leggi tutto

Recensione

FABIO1971 di FABIO1971
8 stelle

L'esordio cinematografico di Jean Vigo, girato ad appena ventiquattro anni dopo una infanzia e una giovinezza tribolate, trascorse cambiando continuamente scuole e collegi fino alla maggiore età (il padre, fervente anarchico, venne arrestato e poi trovato misteriosamente morto in prigione, strangolato con i lacci delle sue scarpe, la madre lo abbandonò dopo la morte del padre):…

leggi tutto
Recensione
Utile per 10 utenti
2009
2009

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
10 stelle

Jean Vigo (coadiuvato da Boris Kaufman) ci porta con il suo sguardo guascone ed anarcoide dentro Nizza e il suo variopinto microcosmo. Tramite i raccordi del montaggio le immagini acquistano un taglio per lo più beffardo e surreale; in alcuni momenti, però, fuoriesce anche il "puro realismo". Il mare e il casinò; i carri allegorici e i carri funebri; l'alta borghesia al…

leggi tutto

VIGOre e libertà

callme Snake di callme Snake

"Playlist libera" credo sia il termine giusto dato il soggetto: Jean Vigo. Un nome che in un sito di cinema come questo, con gente preparatissima e agguerrita, sembra ricorrere poche volte (io stesso faccio ammenda per…

leggi tutto
2004
2004

Recensione

rabdo di rabdo
8 stelle

Grande Vigo: nascosto dietro ad un documentario sulla vita quotidana nella Nizza di inizio secolo, smonta e ridicolizza le convenzioni borghesi (le marionette sul tavolo da gioco, la contrapposizione/uguaglianza carnevale/rigidi riti di borghesi annoiati, il tennis e la vela come vuoti rituali elitari). Girato in maniera particolare, con qualche tocco surreale, e ben assecondato dalla musica, À…

leggi tutto
Recensione
2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito