Espandi menu
cerca
A propos de Nice

Regia di Jean Vigo vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 280
  • Post 186
  • Recensioni 4933
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su A propos de Nice

di alan smithee
8 stelle

A PROPOS DE ... JEAN VIGO

Ecco come si diventa registi: appena 25enne Jean Vigo, già sposato con Lydou, riceve dal suocero in regalo una vecchia cinepresa, che gli dà l'idea di girare un documentario sulla città di Nizza che sta visitando: lo colpisce in particolare lo spirito festaiolo e goliardico della grande città simbolo della Costa Azzurra, emblema del turismo già a quei tempi. Poi, conosciuto in loco il russo Boris Kaufman, giovane fotografo aspirante a lavorare per il cinema, Vigo si lascia influenzare dall'idea del russo di spostare l'attenzione dalle attrazioni artistiche ed il folklore, verso uno studio antropologico e sociale che proprio in quella città appare interessante quanto a contrasto tra il mondo del turismo d'alto rango (a quei tempi in effetti il turismo era appannaggio di pochi ricchi e non esistevano concetti di turismo last minute o al risparmio di oggi), e quello del ceto popolare ridotto a condizioni di miseria, ma ciò nonostante propenso a farsi partecipe di quel mondo di baldoria che il noto Carnevale di Nizza già a quei tempi ispirava contagiando le folle di ogni ceto e provenienza.

Certamente l'idea di Kaufman arricchisce di contenuti il bellissimo documentario; ma quello che più sbalordisce nella seconda avventura cinematografica del regista, è la padronanza funambolica che Jean Vigo mostra giostrandosi in riprese acrobatiche e concitate che lasciano esterrefatti.

Visualizza immagine di origine

Meravigliosa è inoltre l'idea di effettuare le riprese tutte dall'alto verso il basso e poi, completamente al contrario, dal basso verso l'alto, quasi a voler accentuare la disuguaglianza di base che il differente ceto sociale costringe, anche già solo da un punto di vista visivo.

Ed è inoltre stupendo riscoprire la Nizza dei nostri avi (mia nonna, pur italiana, è nata a Nizza ove ha vissuto per i primi otto anni di vita assieme alla sua famiglia di piccoli artigiani emigrati là dalla vicina Liguria di Ponente in cerca di fortuna), riconoscere tra le riprese ardite che sondano edifici regali e monumenti, i tratti nobili dell'Hotel Negresco che ancor oggi svetta incontrastato come il più celebre e regale tra gli hotel della Costa Azzurra.

Adeguato spazio poi viene riservato alla festività del carnevale, che a Nizza trova davvero i suoi più entusiasti estimatori di Francia, traendo ispirazione da una tradizione popolare vecchia di secoli, tenuto conto che le prime testimonianze al riguardo risalgono alla fine del 1200.

Visualizza immagine di origine

Visualizza immagine di origine

"A propos de Nice" è pertanto un documentario che rinuncia completamente a didascalie, e che si presenta innovativo e sperimentale, ardito fino a contenere scene di nudo per quei tempi un vero tabù, e riprese dal basso dirette alle intimità femminili di donne del popolo in festa che non possono apparire altro se non coraggiose fino all'imprudenza; un film che anticipa, (anche grazie a riprese effettuate di nascosto, utili e necessarie a garantire un effetto naturale e non artefatto da parte delle molteplici comparse impegnate nei vari contesti) come sempre avviene in ognuno dei quattro lavori di Vigo, tecniche di ripresa e di racconto che influenzeranno ed ispireranno i più grandi maestri cinematografici del '900, ovvero coloro che - a differenza di Vigo, sfortunato per la prematura ed acerba scomparsa - avrebbero potuto trarre spunto dalle idee precorritrici di questo grande pioniere, per sviluppare ognuno un proprio percorso autoriale e personale spesso di grande rilievo e risonanza.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati