The Visit

play

Regia di M. Night Shyamalan

Con Ed Oxenbould, Erica Lynne Marszalek, Kathryn Hahn, Olivia DeJonge, Benjamin Kanes, Peter McRobbie, Deanna Dunagan, Jon Douglas Rainey... Vedi cast completo

In streaming
  • PS Store
  • Chili
  • Microsoft Store
  • Wuaki
In STREAMING

Trama

Tyler e Becca, due adolescenti figli di una madre single, vanno in visita dai nonni materni - che non hanno mai conosciuto e che vivono in una casa di campagna isolata. Non ci vuol molto prima che i due scoprano che qualcosa proprio non quadra nelle vite dei nonni, che li avvertono di non uscire dalla loro stanza dopo le nove e mezza di sera. Un avvertimento che i due ragazzi disattendono presto e che avrebbero fatto meglio a seguire.

Approfondimento

THE VISIT: L'INQUIETANTE VITA DEI NONNI DI CAMPAGNA

Scritto e diretto da M. Night Shyamalan, The Visit racconta di come la vita familiare di una madre single e dei suoi due figli venga del tutto sconvolta dopo che i piccoli si recano in visita a casa dei nonni. Con la direzione della fotografia di Maryse Alberti, le scenografie di Naaman Marshall, i costumi di Amy Westcott e le musiche supervisionate da Susan Jacobs, The Visit segna il ritorno di Shyamalan all'horror psicologico, il genere che lo ha reso famoso con The Sixth Sense. Il sesto senso, e alle produzioni low budget con la terrificante vicenda di Becca e del fratello minore Tyler, mandati per una settimana nella remota fattoria in Pennsylvania dei nonni Nana e Pop Pop. Una volta che scoprono come l'anziana coppia sia coinvolta in qualcosa di profondamente disturbante, i due fratelli vedranno le loro chance di ricongiungersi alla madre allontanarsi momento dopo momento. Abbandonati dal loro padre dopo il divorzio dei genitori, Becca e Tyler non si sono mai persi d'animo: Becca è una regista dilettante che porta con sé una videocamera (le cui immagini restituiscono il suo punto di vista e hanno il compito di far sembrare The Visit un finto documentario) per riprendere i nonni mai conosciuti prima mentre Tyler è un rapper in erba. Il viaggio verso casa dei nonni nelle profondità della campagna americana per loro rappresenta la possibilità di sentirsi per la prima volta viziati e coccolati come ogni nipote dovrebbe essere e di scoprire per quale ragione la madre li ha sempre tenuti lontani dai suoi genitori.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Al centro di The Visit vi sono essenzialmente solo cinque personaggi: Becca, Tyler, la madre e i due nonni.

La quindicenne Becca ha il volto della giovane attrice australiana Olivia DeJonge. Vivendo con una madre dallo spirito libero, Becca è stata costretta a crescere in fretta per prendersi cura del fratello Tyler dopo che il padre è andato via. L'assenza del padre è qualcosa che pesa sulla vita dei due fratelli, che si sentono responsabili in qualche modo dell'abbandono. Ferma nell'idea di voler una famiglia felice, Becca intravede nella visita ai nonni la possibilità di riunire finalmente il proprio nucleo familiare. Il sensibile Tyler, in preda a paralizzanti tendenze ossessivo-compulsive, ha invece il volto del piccolo attore australiano Ed Oxenbould.

I nonni Nana e Pop Pop sono portati in scena da Deanna Dunagan e da Peter McRobbie. Tra i due nipoti, Nana è più vicina a Becca ma il loro nascente rapporto di complicità si complica quando la quindicenne in una sorta di intervista le chiede i motivi per cui sua madre ha smesso di parlare con lei e il nonno. Dal canto suo, Pop Pop (con i suoi atteggiamenti folli) non desidera altro che vedere la moglie Nana felice, prendendosi cura dei suoi bisogni e delle sue esigenze.

Il ruolo chiave della mamma di Becca e Tyler, presente quasi sempre tramite conversazioni via Skype, è supportato dall'attrice Kathryn Hahn.

Il cast di The Visit è completato poi in ruoli secondari dagli attori Celia Keenan-Bolger (è Stacey, amica dei nonni), Samuel Stricklen (è il conducente del treno che incoraggia le aspirazioni darapper di Tyler) e Patch Darragh (è Sam, un medico della casa di cura dove l'anziana coppia svolge volontariato).

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Caratterizzato dalla solita passione per il mistero che si cela nell'ordinario, Shyamalan torna a fornire materiale da incubo agli spettatori anche se a volte rischia di ripetersi (o almeno di ripetere formule già sdoganate dal genere). Tensione comunque alta, innovativi gli innesti ironici.

Commenti (9) vedi tutti

  • Thriller abbastanza inquietante ma ingenuo .

    leggi la recensione completa di daniele64
  • Pur odiando questi film in finta soggettiva, l'ho trovato accettabile, soprattutto per gli spunti ironici e la spontaneità dei due giovani attori. Voto 6.

    commento di ezzo24
  • Ma che film e ? Voto 3

    commento di eros7378
  • Inutile ennesima produzione low budget targata Blumhouse: tradisce le aspettative dello spettatore in tutti i sensi, anche per un finale cialtrone e ruffiano, spinto a forza nel sottogenere thriller.

    leggi la recensione completa di undying
  • Solitamente non amo i pov-film in soggettiva ma questo è veramente ben fatto. Shyamalan è un autore davvero eccentrico. Riuscitissimo il finale a sorpresa e plausibile tutta la situazione. Bello.

    commento di LucaJazz94
  • Interessante l'espediente narrativo del film-diario della giovane protagonista-videomaker, che c'immerge in una storia di follia (pseudo)familiare con momenti di sana tensione. Voto: 7 ai nonnini più simpatici dei nipotini

    commento di ProfessorAbronsius
  • Va subito detto che non è un horror, né un thriller, né un giallo: ha alcune delle caratteristiche di questi tre generi ma è difficilmente classificabile. Non credo che si debba necessariamente etichettare un film, qui il problema è un altro...

    leggi la recensione completa di Xoanon
  • La MdP impugnata letteralmente come grimaldello. Film limpido, senza uno sbafo, che scandisce con ovattata, plumbea, uggiosa luccicanza i giorni della settimana: la sua tattica semplificatoria non sottrae/disinnesca senso ma compostamente ne insorge legandolo allo scorrere della pura trama. La morale, ridicola come la vita, è sul rullo di coda.

    leggi la recensione completa di mck
  • film deludente

    leggi la recensione completa di ireneverr
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

mck di mck
8 stelle

  La videocamera impugnata ( letteralmente ) come grimaldello / maglio / piede di porco. Stai cambiando la lunghezza focale dell'obbiettivo (?). Non so nemmeno che vuol dire. Stai zoomando ? No [...ooo000OOO)))∑ ]. Wide Awake, M. Night ! Signore e signori, grazie a Dio, Shyamalan è tornato. Ha smesso di sentire il bisogno di dover raccontare delle storie… leggi tutto

19 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

GIANNISV66 di GIANNISV66
6 stelle

A M. Night Shyamalan bisognerà sempre essere grati per averci regalato due capolavori della levatura de Il Sesto Senso e The Village. Ma, guardando la questione da un altro punto di vista, queste due pellicole straordinarie rischiano di rivelarsi una zavorra per il regista indo-statunitense, che da anni ormai non riesce più a sfornare produzioni a quei livelli d'eccellenza. E… leggi tutto

14 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

M Valdemar di M Valdemar
3 stelle

  Nel tentativo di risollevare una carriera mestamente alla deriva, M. Night Shyamalan s'abbandona, lascivo, alla soluzione di tutti i mali: in POV we (he) trust(s). L'anima venduta alla casa del diavolo (Blumhouse), la strategia multitwist messa da parte in favore di un (ridicolo) coup de théâtre, una storiella come tante che come tante scivola via senza lasciare… leggi tutto

5 recensioni negative

2019
2019
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

munnyedwards di munnyedwards
6 stelle

Sono un fan della prima ora di M. Night Shyamalan (per molti l’indiano dal nome impronunciabile), lo sono fin dai tempi de Il Sesto senso e Unbreakable, Signs e The Village, senza azzardare imbarazzanti paragoni (qualcuno preso dall’iniziale enfasi scomodò persino Hitchcock e Spielberg) l’ho sempre considerato un autore di primissimo piano, un regista che fin dal suo…

leggi tutto

Recensione

kubritch di kubritch
5 stelle

Peccato, un'opportunità sprecata di provare strade nuove. Il film regge bene fino all'epilogo dove prende la strada di un thriller convenzionale. La suspense funziona e dialoghi ed interpretazioni sono molto godibili. Poteva essere una riflessione profonda sull'uso, ormai, invasivo del video e una demistificazione della paura per il diverso e, invece, no. Pensavo fosse amore e invece…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
2018
2018
Trasmesso il 22 dicembre 2018 su Mediaset Italia 2
Trasmesso il 21 dicembre 2018 su Mediaset Italia 2
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

daniele64 di daniele64
6 stelle

Se ci si riesce ad abituare alle ballonzolanti immagini girate dai due aspiranti film makers , quest' ultima pellicola di M.S. Shyamalan può anche essere considerata sufficientemente riuscita , per l' atmosfera di palpabile inquietudine che riesce a creare con la bizzarra situazione in cui i due protagonisti vanno a trovarsi . Certo , nulla di trascendentale , la soluzione del mistero non…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso il 4 maggio 2018 su Mediaset Italia 2
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti
Trasmesso il 5 aprile 2018 su Italia 1
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2017
2017
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

undying di undying
2 stelle

Costretti a passare qualche giorno dai nonni, perché la madre deve partire, fratello e sorella si ritrovano improvvisamente catapultati in un incubo: i due anziani, infatti, mostrano strani comportamenti, quasi terrificanti nelle ore notturne.     Shyamalan ha uno stile di regia tutto particolare: o lo si segue o ci si addormenta. E non aiutano nemmeno le sceneggiature…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito