Room

play

Regia di Lenny Abrahamson

Con Jacob Tremblay, Brie Larson, Joan Allen, William H. Macy, Jack Fulton Vedi cast completo

  • In TV
  • Premium Emotion
  • canale HD 336
  • Ore 19:15
In STREAMING

Trama

Jack è un bambino di cinque anni cresciuto in una stanza in un capanno 3 metri per 3, che crede sia il mondo intero. Ma cosa succede quando la madre, rapita da adolescente dieci anni prima, gli comunica improvvisamente che esiste ben altro fuori dalle mura della stanza?

Approfondimento

ROOM: PRIGIONIA E LIBERTÀ

Diretto da Lenny Abrahamson, Room è l'adattamento di un romanzo di Emma Donoghue ed esplora quanto inaspettato e intenso possa essere l'amore di una madre nei confronti del proprio figlio nella più straziante delle situazioni. Jack è un vivace bambino di cinque anni che viene accudito dall'amorevole e devota madre. Come ogni buona mamma, la donna si dedica al figlio cercando di renderlo felice e mantenerlo al sicuro. La loro esistenza però non ha nulla di normale: i due sono infatti intrappolati in una piccola stanza senza finestre da un rapitore che tiene la donna in ostaggio da molti anni. L'ambiente ristretto e la curiosità crescente di Jack diventeranno ben presto fonte di forza per la madre, che raggiungendo un inevitabile limite di sopportazione elabora un piano rischioso per la fuga, portandosi così faccia a faccia con una cosa ancora più spaventosa di quella che ha vissuto: il mondo reale.

Viaggio fantasioso nelle meraviglie dell'infanzia e profondo ritratto di una situazione che poggia sull'asse dicotomico prigionia/libertà, Room conta sulla direzione della fotografia di Danny Cohen, sulle scenografie di Ethan Tobman, sui costumi di Lea Carlson e sulle musiche di Stephen Rennicks.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

La storia di Room, firmata dalla Donoghue (anche sceneggiatrice del film), ha colpito con il suo affrontare argomenti come la forza dell'amore, l'immaginazione e lo spirito d'animo, i lettori di tutto il mondo nel 2010. Etichettato come un moderno classico, Room è in parte fiaba e in parte thriller e affronta temi legati all'isolamento e al collegamento con il mondo, soffermandosi su come noi stessi creiamo e percepiamo il mondo nelle nostre teste. Il tutto è raccontato attraverso gli occhi di Jack, che non ha mai visto cosa esiste al di là della stanza in cui è cresciuto e in cui la madre è rinchiusa da quando aveva diciassette anni. Curioso, affettuoso e intrepido, Jack vive i confini della camere come un paese delle meraviglie, un universo di curiosità destinato a essere annullato nel momento in cui fuggirà. A interpretarlo è il piccolo attore Jacob Tremblay.

La madre ha invece il volto di Brie Larson. Nel momento in cui la giovane donna trova il coraggio di mettere in atto il piano di fuga, Jack si ritrova di fronte  a un universo che scopre per la prima volta. Le sue aspettative come quelle della madre si scontrano con la realtà e niente sembra essere come la si immaginava, a partire dai nonni, genitori della madre che nel frattempo hanno divorziato. I due nonni sono impersonati dagli attori Joan Allen e William H. Macy. Mentre il nonno fatica a voler bene al nipote, simbolo delle sofferenze vissute dalla famiglia, la nonna Nancy (già impegnata in una nuova relazione) cerca di ristabilire i rapporti con la figlia a lungo scomparsa e di avvicinarsi al nipote che non sapeva, ovviamente, di avere.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Tratto da un libro di Emma Donoghue.

Commenti (13) vedi tutti

  • Sicuramente un buon film; sicuramente mi aspettavo di più.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Bello, angosciante,immedesimarsi nella situazione è scontato e da brividi.

    commento di slim spaccabecco
  • Bello, angosciante,immedesimarsi nella situazione è scontato e da brividi.

    commento di slim spaccabecco
  • Mi viene da pensare a quei poverelli che potrebbero beccarlo in ore Notturne !!!

    leggi la recensione completa di chribio1
  • La claustrofobia della detenzione e il difficile impatto psicologico nel ritorno alla realtà di chi ha avuto tanti anni di vita privati e di chi per cinque anni non ha avuto una vera vita. Il tutto con interpretazioni magistrali dei due protagonisti e un regista che con tatto riesce a trasferirti emozioni forti. Un film perfetto.

    leggi la recensione completa di silviodifede
  • La stanza è il loro mondo, o il loro mondo è fuori la stanza ? Una domanda che un piccolo fanciullo si pone, trovandosi fuori e allo stesso tempo dentro un mondo che non conosce. Un dramma forte, commovente, toccante. Da vedere.

    leggi la recensione completa di ClintZone
  • "I bambini sanno qualcosa che la maggior parte della gente ha dimenticato" K.Haring

    leggi la recensione completa di Infinity94
  • Dramma della segregazione e della follia che parte come una tenera fiaba dell'amore filiale che sopravvive all'abominio della violenza e della cattività e si risolve nelle lungaggini di un melodramma convenzionale sulle difficoltà di inserimento sociale in un mondo sconosciuto e alieno nel quale ricominciare una nuova vita.

    leggi la recensione completa di maurizio73
  • Un'opera con molte potenzialità mai sfruttate.

    leggi la recensione completa di Cruising
  • strepitoso. ottime le interpretazioni degli attori. incredibile quella del bambino. lo consiglio a tutti. erano anni che non mi appassionavo così tanto ad un film. che belli che sono i figli, che bella la vita.

    commento di Ottiperotti
  • Storia di segregazione in uno spazio angusto di una madre e un bambino nato nel frattempo e fortunoso ritorno alla libertà nel mondo aperto, vista attraverso gli occhi e il pensiero del bambino, sostenuto dal legame simbiotico con la grande mamma. Anche le esperienze più dure possono assumere un tono di favola e di poesia.

    leggi la recensione completa di bufera
  • giusto, ma in fondo non c'è nemmeno emozione: solo la fiera del ricatto pseudoartistico...

    commento di brian77
  • La fiera del ricatto emotivo.

    commento di EightAndHalf
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

M Valdemar di M Valdemar
6 stelle

  Film-stanza racchiuso tra i muri di un'esistenza interrotta, alienata: esplorazione e identificazione avvengono lungo lati-coordinate che descrivono e inscenano il dramma, il perturbante, i sensi. Un insieme strumentale: dall'immaginario popolare - di riferimenti cronachistici, letteratura in tema (anche presente tra la metaforica oggettistica: da Alice in Wonderland a Il conte di… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

bufera di bufera
7 stelle

  Storia di una segregazione in 10mq di capanno  di una  giovane donna e del figlio nato dopo e che compie dentro questo spazio i  5 anni. Un lucernario fornisce un pezzo di cielo, non ci sono porte apribili dall’interno né finestre. La vita si svolge tutta lì per 10 anni per Ma e 5 per Jack,e tutto deve essere funzionale all’interno stipato di… leggi tutto

25 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

maurizio73 di maurizio73
4 stelle

Cresciuto nell'amorevole cattività di una piccola stanza blindata, il piccolo Jack è il frutto della violenza di uno psicopatico che ha rapito la madre ancora adolescente cinque anni prima che lui nascesse, tenedola segregata e abusandone sistematicamente, senza alcuna possibilità di contatto con il mondo esterno se non un piccolo televisore e lo spioncino di un lucernario… leggi tutto

2 recensioni negative

2019
2019

Recensione

tobanis di tobanis
7 stelle

Mah, che dire. Prima i fatti: è un buon film, con una storia che regge bene, con due attori al top (la madre e il bambino), ottimi tempi, ben scritto e ben recitato. Oltre a ciò? Null’altro, un buon film da 7, anche 7,5. Uno come ogni tanto si incontra, per fortuna, ma che non ha altri elementi di spicco. Eppure era addirittura il quarto tra i miei most wanted, a causa…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti
Trasmesso il 28 maggio 2019 su Canale 5
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2018
2018
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

chribio1 di chribio1
6 stelle

Si legge la Trama e con mia Moglie eravamo belli e convinti di vedere questo Film : 2 PALLE che non vedevamo l'ora finisse !!! A memoria  : 10' iniziali il sottoscritto che si chiedeva di darsi una mossa perche' se la pellicola va avanti cosi' si rischiano 2 h. di sonno. 25' : qualcosa finalmente sembra muoversi ma siamo ancora nella Stanza. 40' : finalmente il Ragazzo in qualche modo…

leggi tutto
Recensione

Recensione

MarcoSorrentino85 di MarcoSorrentino85
8 stelle

“Vecchio Nick”, un maniaco criminale possessivo e paranoico, ha rapito la diciassettenne Joy, segregandola e costringendola a vivere da sette anni in una stanza chiusa elettronicamente ed insonorizzata, costantemente sorvegliata da lui. Insieme a lei c'è Jack, il suo figlioletto di cinque anni nato dalla violenza.   Paura, ansia, dolore, inquietudine, angoscia, terrore,…

leggi tutto
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

silviodifede di silviodifede
10 stelle

Il film si svolge in due fasi. Nella prima vediamo Brie Larson segregata da sette anni in uno stanzino (Room appunto, o Stanza) da un sequestratore, insieme al figlio Jack di cinque anni. Già lì si capisce che il film ha qualcosa di speciale. Il senso di vita claustrofobico, la madre che prima aveva raccontato in maniera favolistica il "mondo" al figlio e poi prova a spiegargli la…

leggi tutto
Recensione

Recensione

ClintZone di ClintZone
8 stelle

Bellissimo film, intenso e drammatico.  Se non sbaglio è un'opera che ci arriva dall'Irlanda. Un thriller molto particolare che riflette molto sul piano psicologico di chi viene rapito e sopratutto di chi non ha mai visto che una stanza.  Allora, partiamo subito dicendo che gli interpreti di questo film sono incredibili, dalla madre protagonista del film a dir poco…

leggi tutto
Recensione

Recensione

Vesper Lynd di Vesper Lynd
7 stelle

La storia di Room (volutamente senza l’articolo) inizia in medias res e si dipana in un crescendo di tensione ed angoscia talmente disturbante da tenere lo spettatore senza fiato, vigile e scomodo, come a seguito di un pugno mollato all’altezza dello stomaco. Tuttavia, ad una prima parte respingente – ma interessante- ne segue una seconda di decompressione, più…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
2017
2017

Recensione

leporello di leporello
9 stelle

   “Room” è scritto senza articolo, propriamente, perché nel mondo del piccolo Jack le cose sono il loro stesso nome: fa parte della  strategia di sopravvivenza elaborata per lui e con lui da “Ma” considerare come “propri” i nomi altrimenti “comuni” delle cose, li aiuta (aiuta soprattutto Jack, che non ha mai conosciuto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito