Frank

play

Regia di Lenny Abrahamson

Con Michael Fassbender, Domhnall Gleeson, Maggie Gyllenhaal, Scoot McNairy, Carla Azar, Paul Howard Smith, Hayley Derryberry... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Tim Vision
  • Chili
  • Chili
  • Tim Vision
In STREAMING

Trama

Jon (Domhnall Gleeson) è un giovane aspirante musicista. Desideroso di raggiungere il successo, scoprirà di avere fatto il passo più lungo della gamba quando si unirà a una banda di eccentrici musicisti pop guidati dal misterioso ed enigmatico Frank (Michael Fassbender), un genio della musica che indossa costantemente una maschera di cartapesta.

Approfondimento

FRANK: ISPIRATO ALLA VERA STORIA DI FRANK SIDEBOTTOM

Diretto da Lenny Abrahamson e scritto da Jon Ronson e Peter Straughan, Frank racconta la storia di Jon, aspirante musicista e tastierista che entra a far parte della pop band degli Soronprfbs, guidata dal misterioso ed enigmatico Frank - un genio anticonformista della musica che si nasconde dietro a una grossa finta testa - e di cui fanno parte la terribile Clara, antitesi di tutto ciò che è mainstream, la batterista Nana e il bassista Baraque. Nel disperato tentativo di sentirsi parte del gruppo, Jon finisce con il diventare sempre più infatuato di Frank e con l'intraprendere una lotta con Clara per il controllo su Frank stesso mentre il gruppo, con la registrazione del loro nuovo album nei pressi di una casa su un lago, diventa un fenomeno virale della rete.
Basato sul libro di memorie di Jon Ronson, Frank ricorre alla fantasia per ispirarsi liberamente a Frank Sidebottom, il personaggio di culto creato da Chris Sievey, così come ad altri musicisti outsider come Daniel Johnston e Captain Beefheart. Di difficile catalogazione (spesso si usa a sproposito il termine mockumentary), Frank mischia momenti leggeri con altri più cupi e si sofferma fondamentalmente sulle dinamiche si istaurano tra Jon e Frank. Nonostante indossi una maschera, Frank è una persona reale e complessa: il suo aspetto da cartone animato, sospeso tra il reale e l'irreale e dovuto a una gigantesca testa con l'espressione fissa usata come barriera per separarsi e difendersi dagli altri, è una sorta di tela bianca su cui il giovane Jon può proiettare le sue idee e i suoi cliché sulla creatività. Lo stesso Jon, nonostante appaia all'inizio della storia come un perdente, è destinato ad evolversi in qualcosa di più e a mostrare lati inapettati, disturbando l'equilibrio della band e fini opposti a quelli del gruppo che fa musica volutamente fine a se stessa.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Frank, genio della musica e leader della band dei Soronprfbs, si nasconde dietro una maschera dietro cui si cela il volto dell'attore Michael Fassbender. Umorale, folle e al tempo stesso dolce, Frank è una persona pura ma tale purezza è anche il suo più grande limite e causa di immensa fragilità dal momento che non gli permette di negoziare con gli altri e con la società circostante. Nonostante soffra di ansia e di disturbi mentali, è un musicista meraviglioso e tramite la musica riesce a trasmettere le sue emozioni. Come uno strano James Brown, è tanto talentuoso quanto infantile e ha necessariamente bisogno di qualcuno che si prenda cura di lui, trovando in Clara la sua "bandante" perfetta. Il rapporto di interdipendenza che Frank ha con Clara è inevitabilmente messo in discussione con l'arrivo nella band di Jon.
Interpretato da Domhnall Gleeson, Jon è in fuga dalla sua noiosa vita di provincia e sogna di sfondare come musicista. Sebbene all'inizio della storia non abbia molte ambizioni, con il passare del tempo si trasforma ed è disposto a passare anche sulle persone e a far cose terribili pur di diventare famoso. Il suo ingresso nel gruppo, che al di là delle divergenze artistiche è sempre stato molto coeso, porta con sé delle dinamiche che innescano una serie di eventi destinati a rompere ogni equilibrio e a creare divisioni.
Clara, portata in scena da Maggie Gyllenhaal, è la nemesi di Jon. Dura ed amareggiata dalla vita, Clara conduce una vita molto triste: nel suo disperato tentativo di avvicinarsi a Frank, deve fare i conti con la maschera da lui indossata e ripiega le sue delusioni nella musica. Tenendo a cuore gli interessi di Frank attorno a cui ha costruito anche la sua identità, Clara non accetta gli ideali commerciali di Jon, sempre più intenzionato a ricercare il successo, ma preferirebbe morire piuttosto che mostrarsi vulnerabile o ferita.
Dal momento che la musica in Frank è un elemento centrale, i tre attori principali sono affiancati da due musicisti di talento come l'americana Carla Azar (batterista della band di Jack White e batterista/voce secondaria degli Autolux) e il francese François Civil.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

A sorprendere sono i toni partecipi, ma soprattutto il punto di vista, quello di Jon, giovane tastierista che cerca di forzare l’isolamento del gruppo attraverso la condivisione online delle “stranezze” di Frank e degli altri musicisti. In verità il film mette in relazione scatole di solitudine diversamente vissute, pompando una colonna sonora sperimentale che aumenta lo straniamento. La bizzarria di fondo è divertente, ma amara.

Commenti (5) vedi tutti

  • gran film, musica eccezionale come se jim morrison suonasse con i joy division. uno di quei casi dove la musica supera il film.

    commento di Ottiperotti
  • Bellissimo, musiche atonalissime, sperimentali, d'avanguardia. Soggetto molto molto interessante, fotografia azzeccata e ottima recitazione. Un grandissimo Fassbender. Un piccolo gioiello. Voto 9

    commento di LucaJazz94
  • Frank è il cantante dei Soronprfbs, porta un testone di cartapesta 24 ore su 24 e dicono che sia il più sano del gruppo. Almeno fino all'arrivo di Jon, che con la band non c'entra un tubo.

    leggi la recensione completa di SillyWalter
  • Piuttosto piacevole ma niente di che.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Particolare ma assolutamente piacevole. Film consigliatissimo

    commento di Popeye
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Kurtisonic di Kurtisonic
7 stelle

Lenny Abrahamson è un regista, non è più annoverabile fra i più giovani della categoria nonostante abbia diretto solo quattro film che si sono rivelati sempre degni di interesse. E’ un irlandese, dunque il dato imprescindibile nel suo dna è la musica e fatalmente il suo percorso registico doveva prima o poi farci i conti. Lo stralunato Frank (2014)… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

  Lenny Abrahamson, conosciuto con l'ottimo Garage e riconfermatosi regista di spessore qualche anno più tardi con l'altrettanto drammatico film sull'espiazione e sulla colpa che schiaccia come un macigno, epicentro del successivo What Richard did (entrambi presentati al TFF, dove Garage vinse come miglior film, se non ricordo male), torna ora con una buffa, stramba, ma non banale… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Mulligan71 di Mulligan71
4 stelle

Ricordo l'esordio di Abrahamson. Era il 2007 e il suo "Garage" vinse il Torino Film Festival, che è una specie di Sundance Film Festival nostrano. L'esordio non era granché, a mio avviso: un piccolo film irrisolto, senza né capo né coda. Sono passati diversi anni, con un un altro film nel mezzo, ed ecco che il regista irlandese ci propina questo "Frank", grottesco… leggi tutto

1 recensioni negative

2017
2017
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2016
2016

Centosessantotto

DottorHudson di DottorHudson

Centosessantotto - Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare i riepiloghi, la domenica, invece della pennica.   Elenco i film che ho visto questa settimana con un breve commento, da quello…

leggi tutto
Playlist

Recensione

tobanis di tobanis
6 stelle

Pensavo meglio. Film strampalato (e ci sta) dove questo tizio totalmente privo di talento (il protagonista) finisce in una band molto particolare, e non solo perché il loro leader, Frank, gira con una testa, una testona finta che nasconde completamente la vera, che nessuno ha mai visto (ma ci sta anche questo). La loro musica è molto particolare, neanche brutta, ma decisamente di…

leggi tutto
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
2015
2015
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
7 stelle

Lenny Abrahamson è un regista, non è più annoverabile fra i più giovani della categoria nonostante abbia diretto solo quattro film che si sono rivelati sempre degni di interesse. E’ un irlandese, dunque il dato imprescindibile nel suo dna è la musica e fatalmente il suo percorso registico doveva prima o poi farci i conti. Lo stralunato Frank (2014)…

leggi tutto
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

sorry di sorry
10 stelle

Forse sono un visionario, perchè ho visto molti più significati simbolici di quanti lo stesso regista abbia riconosciuto ( oggi, 29 marzo 2015  visione del film alla "casa del cinema" e incontro con il regista ). Credo che la "follia" di Frank consiste nel sempiterno conflitto tra l'artista e l'opera da lui creata. Tale conflitto comincia nell'adolescenza di Frank, quando il…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Tiaz gasolio di Tiaz gasolio
7 stelle

Frank - La recessione Ovvero: la sottile linea tra un genio ed un coglione con la testa di cartone. Esiste un modo per scrivere la canzone perfetta? Il talento si compra al chilo al mercato dell'ortofrutta oppure deriva da esperienze traumatiche che un artista ha in giovane età? Queste sono le domande a cui il protagonista di questo film Jon vuole rispondere; sì, perchè…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito