Trama

Marc è un cantante nomade, si esibisce in case di riposo, intona pop song strappalacrime, invita il vetusto pubblico femminile ad ammirarlo. Quando finisce in un villaggio di campagna, abitato da soli uomini, le sue misere colpe degenerano nel calvario di pene insostenibili.

Note

Qui il fulcro è il maschilismo, che sul maschio si ritorce, brutalmente, trasformandolo in una donna mito anelata e stuprata: tra Psyco e Non aprite quella porta, tra L’ultima casa a sinistra e una versione al netto delle virtù di Justine di De Sade, Calvaire è antintellettuale, violento, regressivo, dramma così fisico da sdegnare la compostezza dei corpi e puntare alla deformazione grottesca, capace di creare tensione continua, immune alla tentazione di ammorbidire nell’ironia, serio anche quando rasenta il ridicolo.

Commenti (5) vedi tutti

  • Come fare un ottimo film con 3 attori e una casa... Quando le idee e e dei bei sottotesti valgono più di mille mezzi

    commento di malcom
  • Horror psicologico Sottovalutato, nonostante sia ben riuscito. La scena del Ballo è stupenda. Bravi gli attori, Buone musiche, Bella fotografia. Non perché sono una donna, ma

    leggi la recensione completa di MiniPuppy
  • 6 Nonostante qualche buono spunto, non mi ha convinto più di tanto.. Valida la fotografia e la scelta dei paesaggi, perfetti per questo film.

    commento di GanaJuza
  • PESSIMO E NOIOSO

    commento di wang yu
  • un gioiellino passato inspiegabilmente inosservato. Sembra girato da Polanski. Bellissime le atmosfere e la fotografia. Davvero una bella sorpresa. Da vedere.

    commento di old boy
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

GIMON 82 di GIMON 82
8 stelle

La forma ambigua dell'uomo........"Calvaire" dell'esordiente Du Welz oltre alla discesa nell'abisso rasenta il "surplus" del machismo animale,espresso nella fisicita' rurale dei personaggi,ma sopratutto pone al centro un protagonista senza un identita' sessuale definita. Marc Stevens è difatti un cantante girovago che si esibisce in ospizi e locande di fortuna,Du Welz ce lo presenta… leggi tutto

10 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

EightAndHalf di EightAndHalf
6 stelle

L'assenza dell'oggetto d'amore è un calvario, distrugge dal di dentro e distrugge la nostra percezione di ciò che c'è fuori, perché l'oggetto d'amore ci completa e ci compenetra, facendoci sentire meno soli e permettendo alla nostra anima di essere invasa dall'entusiasmo, da un sentimento che finalmente possa accompagnarci all'insegna dell'umorismo, della felicità. L'assenza dell'oggetto… leggi tutto

6 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

alfatocoferolo di alfatocoferolo
4 stelle

Un buon horror è quello che riesce a trasporre in chiave angosciosa una situazione reale o che della realtà sia metafora. Partendo da questo presupposto, del tutto soggettivo ma non troppo, questo film non è un buon horror. Le situazioni descritte sono assurde e non hanno alcun riferimento con la realtà, sono solo un atto di fantasia del regista alla ricerca di uno sprazzo di originalità… leggi tutto

5 recensioni negative

2019
2019

La danza della realtà

jasonlavey666 di jasonlavey666

La danza della realtà, ovvero l'espressione dell'Io e dell'Es. No, non la biografia di Alejandro Jorodowsky – il mio concetto vorrebbe definire una condizione interiore, e spesso un forte…

leggi tutto
2018
2018

Film da dimenticare

giansnow89 di giansnow89

Film di serie B, film beatificati ad arte dalla critica, film riusciti male, film pretenziosi, o anche solo lavori teneramente ignobili: il panorama dei film brutti è variegato, nonché, come è…

leggi tutto
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017

Recensione

MiniPuppy di MiniPuppy
8 stelle

Horror psicologico Sottovalutato, nonostante sia ben riuscito. La scena del Ballo è stupenda. Bravi gli attori, Buone musiche, Bella fotografia. Non perché sono una donna, ma un mondo composto da soli Uomini porta alla Follia, alla Violenza e tant'altro. L'Attore principale si trova nel posto sbagliato, al momento sbagliato. Visto la seconda volta, comprendi molto più di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Zarco di Zarco
5 stelle

Il film si interrompe bruscamente senza un esito, senza una fine. Ciò che non ha confini, non esiste, poichè non ha senso, significato, identità. Come questo film. Idea, come spesso accade, interessante, anche discreta la resa, pur con qualche lungaggine, ma se non me la inquadri in un conteso, se non mi spieghi nulla, resta azione fine a se stessa che non si risolve in…

leggi tutto
Recensione

Recensione

alexio350 di alexio350
6 stelle

Marc è un cantante girovago che si esibisce qua e là, spostandosi con un piccolo furgone. Per via di un guasto meccanico una notte si trova a pernottare in un albergo sperduto nel nulla. Non sa che il proprietario è uno squilibrato che lo identificherà con la moglie - anch'ella cantante - che lo ha abbandonato da tempo.   Il film di Fabrice Du Welz rimanda a…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

ohdaesoo di ohdaesoo
8 stelle

presenti spoiler Ancora una volta voglio premiare un giovane regista che dimostra di avere coraggio, originalità, mestiere e amore per il cinema che lo ha preceduto. Calvaire solo apparentemente può sembrare un thiller-horror permeato dalla follia, quanto è piuttosto una spietata analisi (e certamente condanna) di un certo mondo rurale, quello delle piccolissime…

leggi tutto

Recensione

cazzeggiatore del millennio di cazzeggiatore del millennio
4 stelle

Nella valle della follia Un uomo e la sua stabilità psicologica messa a dura prova. L’unica cosa che ho capito leggendo i commenti è che è un film da guardare, chi lo venera e chi ci spala merda sopra, se ci si discute sopra significa che sarà sicuramente meglio del migliore tra quelli consigliati e, proprio perché così dubbio nella…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2014
2014

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Un horror di quelli che, almeno per una buona metà, inquietano più che terrorizzare. In questo, è davvero bravo il regista a sfruttare gli scenari naturali di un Belgio rurale e innevato che, ormai nel terzo millennio, offre ancora i paesaggi dipinti da Pieter Bruegel il vecchio. Mano a mano che il film procede, la tensione creata si trasforma in puro orrore, laddove un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti

Recensione

maurizio73 di maurizio73
6 stelle

Cantante girovago a bordo di un furgone, si sposta dalla pensione per anziani dove ha intrattenuto e ammaliato le numerose e incartapecorite spettatrici femminili al luogo dove si esibirà in occasione delle festività natalizie. Smarritosi in una brumosa strada di campagna e con il mezzo in panne, viene accolto nella locanda di un ridanciano ed eccentrico albergatore che,dopo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
locandina
Foto
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

GIMON 82 di GIMON 82
8 stelle

La forma ambigua dell'uomo........"Calvaire" dell'esordiente Du Welz oltre alla discesa nell'abisso rasenta il "surplus" del machismo animale,espresso nella fisicita' rurale dei personaggi,ma sopratutto pone al centro un protagonista senza un identita' sessuale definita. Marc Stevens è difatti un cantante girovago che si esibisce in ospizi e locande di fortuna,Du Welz ce lo presenta…

leggi tutto
2013
2013

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
6 stelle

L'assenza dell'oggetto d'amore è un calvario, distrugge dal di dentro e distrugge la nostra percezione di ciò che c'è fuori, perché l'oggetto d'amore ci completa e ci compenetra, facendoci sentire meno soli e permettendo alla nostra anima di essere invasa dall'entusiasmo, da un sentimento che finalmente possa accompagnarci all'insegna dell'umorismo, della felicità. L'assenza dell'oggetto…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito