Espandi menu
cerca
Calvaire

Regia di Fabrice Du Welz vedi scheda film

Recensioni

L'autore

sasso67

sasso67

Iscritto dal 6 dicembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 90
  • Post 64
  • Recensioni 4476
  • Playlist 42
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Calvaire

di sasso67
8 stelle

Un horror di quelli che, almeno per una buona metà, inquietano più che terrorizzare. In questo, è davvero bravo il regista a sfruttare gli scenari naturali di un Belgio rurale e innevato che, ormai nel terzo millennio, offre ancora i paesaggi dipinti da Pieter Bruegel il vecchio.

Mano a mano che il film procede, la tensione creata si trasforma in puro orrore, laddove un caso clinico nasconde la follia di una sorta di villaggio popolato da uomini che hanno movenze zombesche ed istinti bestiali.

Quando, nel finale, c'è da tirare le fila della storia ed è ormai difficile per gli sceneggiatori inventarsi soluzioni originali, Du Welz è di nuovo bravo a farsi aiutare dalla scenografia delle Hautes Fagnes (riserva naturale che si estende tra Spa in Belgio e Simmerath in Germania), spettrale e ancora più ispirata cinematograficamente all'opera dello stesso Bruegel e a quella del Bosch più mostruoso e inquietante.

Pur richiamandosi a modelli conosciuti, il regista offre al cinema horror uno sguardo inedito su ambienti in questo ambito poco conosciuti, ma che non sfigurano di fronte a quelli messi in mostra da film, prevalentemente americani, considerati di culto in tutto il mondo (come Non aprite quella porta).

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati