Trama

Praga, anni della Guerra Fredda. Il reporter Gregory Moore (Jean Sorel) viene trovato morto e portato all'obitorio. Tuttavia l'uomo non è davvero morto: benché non possa muoversi, la sua mente è ancora attiva: cerca così do capire come è finito in quella situazione e, attraverso una serie di flash back, scopriamo che Moore aveva una ragazza, Mira (Barbara Bach) che era scomparsa a un party e sulle cui tracce Moore si era lanciato, facendo una serie di scoperte importanti.

Commenti (5) vedi tutti

  • Unica cosa decente è la bellezza di Barbara Bach, che si intravede qua e là. Finale senza risposte. Voto 5.

    commento di ezzo24
  • Tanto panna montata. Ma poi? Da abbinare a "Tutti i colori del buio".

    commento di movieman
  • Fa parte dei migliori film di sempre,consigliati da medusatouch,che hanno dato un contributo fondamentale al genere thriller & horror.

    commento di medusatouch
  • Un bel film, ben recitato che ti lascia con un magone incredibile.

    commento di ale861
  • Una bella scoperta: da vedere. 8

    commento di kotrab
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
7 stelle

Thrilleraccio ambizioso e farraginoso quanto basta, uno degli apici della filmografia di un esperto del genere come Aldo Lado, che per l’occasione raduna un cast internazionale di lusso (che peraltro dal canto suo si sforza di recitare in italiano, come tradisce spesso il labiale nei molti primi piani sui bei volti di quasi tutti i protagonisti). Un uomo apparentemente morto viene… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

MARIOTIRINO di MARIOTIRINO
6 stelle

Davvero un'immersione avvincente nel B movie tricolore "di qualità". Avvicinato alle produzioni coeve di Dario Argento, il film di Lado non ne percorre affatto le traiettorie, indirizzandosi invece sul mistery esoterico, che evita le trappole dello splatter e del gore a vantaggio di una proficua e ben argomentata avventura nelle viscere dell'alta borghesia praghese. Ottimi scenografia,… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Un reporter americano viene trovato morto a Praga. In realtà, sul letto di obitorio la mente dell'uomo si risveglia, sebbene il suo corpo, immobile e freddo, venga abbandonato su un tavolo. Il reporter ripercorre le vicende che l'hanno condotto in quello stato: stava pedinando la fidanzata, dal comportamento sospetto e dalle frequentazioni losche...   La corta notte delle bambole… leggi tutto

3 recensioni negative

2016
2016
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

will kane di will kane
4 stelle

Il titolo, va da sè, considerato periodo dell'uscita e genere, benchè sia abbastanza posticcio, fa parte del vasto arsenale dei primi anni Settanta nel giallo, con appunto film intitolati in modo particolare per attirare più pubblico possibile e relazionarsi al tanto in voga cinema argentiano. Ambientato in una Praga mesta, abbastanza poco credibilmente, perchè nel…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2015
2015

Le cento chiavi del terrore

medusatouch di medusatouch

I 100 migliori film di spavento di sempre,consigliati da medusatouch,che hanno dato un contributo fondamentale al genere thriller & horror.(Play dedicata a Daniela Catelli) Per festeggiare la "sacra notte"(dal…

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Un reporter americano viene trovato morto a Praga. In realtà, sul letto di obitorio la mente dell'uomo si risveglia, sebbene il suo corpo, immobile e freddo, venga abbandonato su un tavolo. Il reporter ripercorre le vicende che l'hanno condotto in quello stato: stava pedinando la fidanzata, dal comportamento sospetto e dalle frequentazioni losche...   La corta notte delle bambole…

leggi tutto

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

Thrilleraccio ambizioso e farraginoso quanto basta, uno degli apici della filmografia di un esperto del genere come Aldo Lado, che per l’occasione raduna un cast internazionale di lusso (che peraltro dal canto suo si sforza di recitare in italiano, come tradisce spesso il labiale nei molti primi piani sui bei volti di quasi tutti i protagonisti). Un uomo apparentemente morto viene…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

denis00089 di denis00089
8 stelle

La corta notte delle bambole di vetro (originariamente chiamato "la corta notte delle farfalle") è un thriller/giallo di Polanskiana memoria (palese l'influenza di "Rosemary's baby" su questa pellicola) ricostruito attraverso numerosi flashback e situazioni oniriche davvero affascinanti e ben congeniate (nonostante a volte il ritmo non sia dei…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2014
2014

Recensione

Baldaduke di Baldaduke
9 stelle

Regista tra i più sottovalutati della storia del cinema italiano, Aldo Lado giunge a questo suo primo lungometraggio dopo un periodo come aiuto regista in Francia. Forse, proprio da questa esperienza, comprende come il cinema di genere possa essere un ottimo strumento per poter proporre delle scaltre metafore intenzionate a mettere in risalto una critica di tipo socio-politico. La lunga…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2013
2013

Recensione

ezio di ezio
8 stelle

Piccolo capolavoro del thriller soprannaturale tra un film di Dario Argento e Il Profumo Della Signora in Nero di Barilli.Suggestiva la fotografia notturna di una Praga buia e barocca.Bravi tutti gli interpreti,su tutti il disorientato Jean Sorel.Da recuperare per chi ama il mistero.Aldo Lado e' stato uno dei registi di punta del cinema di genere italiano.

leggi tutto
2012
2012

Recensione

chribio1 di chribio1
5 stelle

Forse l'ìavevo gia' visto anni fa,comunque non molto appassionante ma non fatto male in qualche passaggio.Da notare anche la presenza di Barbara Bach.voto.5.

leggi tutto
Recensione
2011
2011

Recensione

vincenzo carboni di vincenzo carboni
8 stelle

‘La corta notte’ é una storia dove si intrecciano generi diversi (horror, thriller, spy story), ma si tratta solo della tessitura di una rete narrativa in grado di catturare lo spettatore per condurlo li dove il regista vuole portarlo. Dal momento in cui le luci si spengono Lado ci getta dentro l’orrore (questo sì) della Jugoslavia comunista. Barbara Bach viene rapita misteriosamente.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2010
2010

Recensione

nicola81 di nicola81
8 stelle

Il film che segna il debutto alla regia di Aldo Lado è un insolito thriller dai risvolti fantapolitici, che culmina in una vera e propria denuncia dei sistemi utilizzati dal potere per soffocare la ribellione giovanile. Ambientato in una imprecisata città dell'Est europeo (le riprese vennero effettuate a Belgrado e nel quartiere praghese Malastrana, cui il film deve il titolo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2009
2009

Recensione

alexscorpio di alexscorpio
4 stelle

Non mi è piaciuto molto , pur non essendo un pessimo film , l'ho dimenticato velocemente.

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

MARIOTIRINO di MARIOTIRINO
6 stelle

Davvero un'immersione avvincente nel B movie tricolore "di qualità". Avvicinato alle produzioni coeve di Dario Argento, il film di Lado non ne percorre affatto le traiettorie, indirizzandosi invece sul mistery esoterico, che evita le trappole dello splatter e del gore a vantaggio di una proficua e ben argomentata avventura nelle viscere dell'alta borghesia praghese. Ottimi scenografia,…

leggi tutto
Recensione
2008
2008
Trasmesso il 20 novembre 2008 su Rai Movie
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito