Trama

Dopo una delusione amorosa, Vittoria incontra Piero, un agente di borsa cinico e disinvolto. I due diventano amanti proprio all'indomani di un crollo in borsa nel quale la madre di Vittoria ha perso parecchi soldi in favore di Piero. Questo getta un ombra sul loro rapporto che si sfalda. Continuando nella sua analisi del disfacimento della borghesia italiana, Antonioni compone il secondo capitolo della sua trilogia sull'incomunicabilità ("La notte", "L'eclisse" e "Deserto rosso") con la "musa" e allora compagna di vita Monica Vitti.

Commenti (13) vedi tutti

  • Gli indelebili otto minuti finali completano genialmente il "cercle rouge" del film e del trittico antonioniano. Esperienza di trascendenza sensoriale “proustiana”, contemplazione cinematografica degna di una "Veduta di Delft" o dei portali pulsanti di Rothko, ci proietta verso un vuoto assordante, interiore e universale. Terrificante e unico.

    commento di Inside man
  • No ci sono coppie di innamorati, amici, rapporti madre-figlia. Solo una serie di solitudini, di individui, di monadi che non riescono ad entrare veramente in rapporto gli uni con gli altri.

    leggi la recensione completa di Baliverna
  • Voto 5. [24.06.2013]

    commento di PP
  • Meravigliosa parabola dei sentimenti.CAPOLAVORO.

    commento di rosario
  • L'eclisse dei sentimenti, raccontato da Antonioni con il consueto professionismo, ma con molta minor efficacia che nell'"Avventura". A tratti francamente noioso. Voto: 6.

    commento di sasso67
  • IL Capolavoro. Ineguagliabile. Vero cinema d'autore. Vero cinema emozionante. Chi dà 2 non ha capito niente del cinema di Antonioni e niente del cinema. Vergognatevi

    commento di clouzio
  • che dire film molto palloso e strano

    commento di danandre67
  • Avanti milioni di anni luce; come sempre, d'altronde, quando si parla del maestro ferrarese. "L'eclisse" rientra nella categoria. Visivamente, poi, lo reputo uno dei film più decisivi degli anni sessanta. Grande, grandissimo film.

    commento di momisusia
  • Il capolavoro di Antonioni.

    commento di ligeti
  • 7/8

    commento di nico80
  • Un'eclisse si sta verificando nell'Italia del boom economico: è l'eclisse del sistema moderno, del non-dialogo e della vacuità.

    commento di ZioMaro
  • 8

    commento di incallito
  • film purtroppo ormai datata, con delle belle immagini nella borsa di Roma, ma noioiso da morire.

    commento di florentia viola
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni
Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

AgentCooper di AgentCooper
6 stelle

Se dovessi giudicare un film dal solo aspetto tecnico allora questo film si meriterebbe il massimo dei voti. Luci, fotografia, attori, montaggio; tutto è gestito alla perfezione grazie alla mano ferma del regista: Michelangelo Anonioni. Dove sta dunque il problema? Questo lo si ritrova nella ridondanza di alcune sequenze e soprattutto nell'esasperata lentezza del film. Sia chiaro, io… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

jonas di jonas
4 stelle

Antonioni al suo peggio (o al suo meglio, a seconda dei gusti): personaggi scioperati che si ciondolano qua e là e ogni tanto proferiscono qualche frase con aria pensosa. Dopo non più di 15’ lo spettatore minimamente avveduto si rende conto che non succederà nulla fino alla fine. E invece, sorpresa: proprio alla fine, una serie di inquadrature di spazi dai quali ogni… leggi tutto

1 recensioni negative

2020
2020

L'estetica del vuoto

Peppe Comune di Peppe Comune

Quando i (dis)valori del post-moderno sono resi attraverso la natura puramente estetizzante delle immagini. Quando il vuoto che cova sotto l'epidermite del mondo contribuisce alla creazione dell'immaginario.…

leggi tutto

Balli Liberatori

Mike.Wazowski di Mike.Wazowski

Liberatorio proprio come uno scarico di sentimenti e nervi, che lo si fa senza pensiero alcuno dove solamente tu sei il protagonista. E non ditemi che a fronte di queste perle non siete stati fermi e non vi si è…

leggi tutto
Playlist

Recensione

antonio de curtis di antonio de curtis
8 stelle

Terzo e ultimo film della trilogia sull'incomunicabilitá diretto da Antonioni. Protagonista un'ottima Monica Vitti(all'epoca anche compagna del regista) ed un bravo Alain Deloin. Altri interpreti Rossana Rory( che nei soliti ignoti era doppiata proprio dalla Vitti), Lilla Brignone e Francisco Rabal(doppiato dal grande Aldo Giuffrè). Curiosa la contrapposizione tra i lunghi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

pippus di pippus
10 stelle

“la vita è una lunga battaglia nelle tenebre”                                                        &nb…

leggi tutto
2018
2018
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Baliverna di Baliverna
8 stelle

Forse non è ai livelli de "La notte", ma questa "Eclisse" è degna dei nomi che vi compaiono. Antonioni ci offre un'altra analisi di un rapporto di coppia in profonda crisi (reversibile?), della solitudine e dell'incomunicabilità nell'Italia del boom, specie tra coloro che questo boom lo trainavano. Se da una parte il regista racconta una storia con una successione di eventi,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
2016
2016

I luoghi della mia memoria

Barone Cefalu di Barone Cefalu

Spesso mi domando da dove venga il mio interesse per l'architettura. Mi appassiona, mi affascina anche se i miei studi sono andati in tutt'altra direzione. Ma quando passeggio, sia da solo che con gli amici, mi scopro…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

AgentCooper di AgentCooper
6 stelle

Se dovessi giudicare un film dal solo aspetto tecnico allora questo film si meriterebbe il massimo dei voti. Luci, fotografia, attori, montaggio; tutto è gestito alla perfezione grazie alla mano ferma del regista: Michelangelo Anonioni. Dove sta dunque il problema? Questo lo si ritrova nella ridondanza di alcune sequenze e soprattutto nell'esasperata lentezza del film. Sia chiaro, io…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
6 stelle

L'eclisse vista come quella dei sentimenti dei protagonisti o come quella di una società (quella capitalista) allo sfascio ed alla confusione (per questo nel finale le persone scompaiono dalle strade); ma in fondo le due cose non sono collegate? E' più sociologico del solito questo film di Antonioni, più severo e cattivo forse nella rappresentazione della società, ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

lorebalda di lorebalda
10 stelle

L'eclisse dei sentimenti Se c’è una cosa che mi ha colpito più di altre, nella trilogia dell’incomunicabilità di Antonioni, è l’equilibrio pressoché perfetto che c’è tra la rappresentazione dei sentimenti dei protagonisti e la cronaca dei principali aspetti socio-cultarali dell’epoca. Nel cinema del maestro ferrarese,…

leggi tutto
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Roma nun fa la stupida stasera

steno79 di steno79

Questa play nasce da un fatto personale, che voglio condividere con la fantastica community di Film tv.it: ai primi di Settembre mi trasferirò nella capitale dalla mia cittadina, Termoli nel Molise, dove ho…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito