Trama

Dennis Cleg, detto Spider, vive in un tempo tutto suo, in cui passato e presente, realtà e allucinazione, si sovrappongono incessantemente. Spider è schizofrenico, e la sua vita fuori dalla casa di cura spazia in un disordine indefinito. Spider cerca le immagini giuste, il bandolo della matassa che gli si è tessuta intorno come una ragnatela, la faccia di sua madre nei volti di tutte le donne che incontra...

Note

Sarebbe stato impossibile trovare un regista più adatto di Cronenberg per narrare il solitario viaggio nell'incubo di Spider, per riuscire a rendere gli impercettibili confini tra i suoi mondi, per fargli rivivere da spettatore ciò che ha già vissuto da bambino (o forse no...). L'autore canadese è un maestro nella materializzazione di un'atmosfera che si fa racconto, sperdimento interiore, e nella frantumazione concentrica dei punti di vista, tanto da affogarci nella stessa incertezza di prospettiva del protagonista (uno straordinario Fiennes, la cui performance può essere valutata appieno solo nella versione originale), nella sua memoria e nella sua coscienza deragliate. Tratto dall'omonimo romanzo di Patrick McGrath (che sceneggia in prima persona), _Spider_ è un film di "percezione" più che di "narrazione"; basato non su un plot, ma su una trama che pare modellata da Escher. Sentire i borbottii di Spider, intuire gli scarabocchi tracciati sui suoi quaderni, annusare l'aria che lui annusa. Nulla ha senso se non l'asfissiante odore di gas, la mamma perduta, un'infanzia devastata, un'esistenza segnata per sempre.

Commenti (39) vedi tutti

  • Trovare un film mal riuscito di Cronenberg è praticamente impossibile. Cronenberg non può essere "minore" e non può fare film "brutti". Questo film è l'ennesima dimostrazione della maestria e della perfezione di maestro indiscusso della storia del cinema. La mutazione continua, ma ora si indaga sul profilo psicologico.

    leggi la recensione completa di ClintZone
  • Storia in bilico tra thriller psicologico e dramma umano.

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Un po' lento. La speranza è che il protagonista sia prima o poi in grado di fare qualcosa... Quello che ne viene fuori quando ci riesce ci priva di punti di riferimento, lascandoci smarriti e inermi. Voto. 7,5

    commento di Brady
  • Dal trailer sembrava tutto un altro film, cioè molto più dinamico, invece a mio modesto parere è noioso e per niente coinvolgente.

    commento di Stelvio69
  • Quanto disagio in questo ottimo film.. R.Fiennes è un fuoriclasse

    commento di sticazzi
  • E' l’apice del lungo discorso di Cronenberg nello sterminato cammino nell’influenza della psiche sul comportamento dell’individuo, che per il regista sfocia inevitabilmente nel delirio e nel visionario. Allo scopo ha utilizzato una storia che ha qualcosa di circolare, di ellittico, parendo essa avvitata attorno all’esperienza di un personaggio.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Di una lentezza sconvolgente!

    commento di Blue Velvete
  • il film e' fatto bene ,ma troppo troppo lento e smorto

    commento di danandre67
  • VOTO: 7/10. Un film dal ritmo lento ma convincente.

    commento di prelelle
  • Lontano anni luce dal Cronenberg di Videodrome,il Pasto Nudo,il Demone sotto la Pelle,Existenz o la Zona Morta.Adoro i film di Cronenberg … tranne questo PUNTO

    commento di Chinasky
  • stupefacente raconto di una grave psicosi come la schizofrenia, cinemaverocinema. esoterico. Tranquilli, noi abbiamo i fratelli vanzina

    commento di kross
  • questo è 1 film spietato, diverso, ke nn lascia speranze. penso sia questo in realtà il senso del film, l'essere senza speranze. realizzato bene, con i colori e le atmosfere giuste x comunicare questo fastidioso senso di non senso.

    commento di moran
  • film fuorissimo. da vedere

    commento di marinobg
  • commento di Dalton
  • Senza dubbio uno dei migliori Cronenberg! Perverso, cupo, psico(tico)logico, malato, emozionante…lo rivedrei volentieri oggi stesso!

    commento di carlos brigante
  • Dolorosa metafora sul contrasto tra l'ideale e il reale: l'uomo "folle", il diverso, non la accetta. Cronenberg afferma di sentirsi Spider. Forse ogni artista si sente.

    commento di Charlus Jackson
  • voto : 8

    commento di alice89
  • Cronenberg volevo dire (almeno avessi sbagliato il nome di un regista sconosciuto…)

    commento di GIANDANO
  • bello, ma a tratti incomprendibile, Cronenbar ha fatto di meglio voto 6,5

    commento di GIANDANO
  • Bello quanto il libro, pero' a suo modo differente.

    commento di orlandorimbaud
  • 10 e lode

    commento di smaila
  • Bel film, disturbante, intrigante, lento ma chiaro.

    commento di Ewan
  • Il film si addentra nella schizofrenia del protagonista (grande Fiennes) fino quasi all'immedesimazione dello spettatore col personaggio. Grande film, forse un pò lento in alcuni momenti. Bravo a Cronenberg.

    commento di jeffwine
  • be diciamo che è bella l'idea,la fotografia e la realizzazione. Ma il film è eccessivamente lento e non esplode mai come uno ci si aspetterebbe. Da cronemberg mi aspettavo sinceramente di più.

    commento di me
  • Forse questa è la migliore trasposizione del romanzo di Patrick McGrath ma non è facile rimanere incollati davanti lo schermo. L'ho trovato molto noioso nonostante le atmosfere ottimamente costruite e gli attori eccellenti.

    commento di sonicyouth
  • 8,5

    commento di incallito
  • C-A-P-O-L-A-V-O-R-O! E ho detto tutto!

    commento di Keiser Soze
  • angosciante viaggio in una schizofrenia con radici nella disperazione e nella vendetta. Cronenberg è veramente geniale del gestire il sottotraccia che, se individuato in tempo, conduce a tutte le soluzioni. Veramente notevole.

    commento di kross
  • molto inquietante!

    commento di emme73
  • Parte un po' in sordina ma poi le atmosfere di David cominciano a manifestarsi e allora tutto diventa di eccellente fattura!!

    commento di Dr.Lynch
  • Un Cronenberg che non sembra quasi lui per un film che non manca comunque di sorprese e atmosfera.

    commento di movieman
  • Film intelligente e sostanzialmente buono, ma un pò troppo pretenzioso…

    commento di Travis
  • assieme a M.Butterfly, il miglior Cronenberg! Con una grande fotografia e un inarrivabile Fiennes!!! Una vera e propria ragnatela filmica!!! Un tipico film di inizio millennio…

    commento di ed wood
  • Qualche spunto buono ma deludente nel complesso.

    commento di Totoro
  • Fastidiosamente ambiguo e troppo velleitario per risultare interessante e/o affascinante.

    commento di Rock
  • Ben costruito; l'atmosfera è ben realizzata e i tempi della narrazione mi appaiono azzeccati.

    commento di aduismo
  • Come tutti i film che si vanno a vedere dopo aver letto il libro da cui sono tratti si resta un po' delusi nelle proprie aspettative. Si tratta però comunque di un bel film, ben girato e ben interpretato dallo splendido Ralph Fiennes.

    commento di florentia viola
  • E' un film tremendamente brutto e senza valore . Una delusione.

    commento di rocco1968
  • film asciutto, inquietante presenta la follia la rende palpabile e percettibile senza dare un "perchè" seguiamo il protagonista in qualcosa ke è già stato …già successo xkè così doveva andare!!Notevole

    commento di Dony77
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
8 stelle

In questo caso ho letto il romanzo di Patrick McGrath e posso affermare che Cronenberg ne ha realizzato un pregevole adattamento. Il romanzo, narrato in prima persona dal folle Dennis Cleg detto Spider che rievoca il suo passato tormentato che culmino' in un'azione delittuosa, è giocato sul filo di una costante ambiguità che è stata resa sapientemente dal regista canadese.… leggi tutto

65 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

sokurov di sokurov
6 stelle

Vieniamo portati nei meandri di una mente, e Cronenberg è da sempre bravo ad esplorare anfratti. Il racconto si srotola come un filo da una tela di ragno, e questo modo di raccontare è originale ed anche appassionante. Anche il modo in cui viene sovrapposta realtà "reale" e falsa realtà mentale, è realizzato bene, ed in questo Cronenberg è sempre il migliore (vedi tutti gli altri film… leggi tutto

15 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Lord Holy di Lord Holy
4 stelle

Basato sul romanzo omonimo (che non ho letto) di Patrick McGrath, il quale è peraltro l'autore della sceneggiatura di questo adattamento cinematografico, vorrebbe essere un thriller psicologico, ma a mio avviso non riesce a sfruttare con efficacia tutto il suo potenziale. La prima difficoltà è già insita nel difetto della trama, debole perché troppo scarna. Il… leggi tutto

10 recensioni negative

2018
2018
Trasmesso il 18 novembre 2018 su Iris
Trasmesso l'11 novembre 2018 su Iris
Trasmesso il 29 settembre 2018 su Italia 1
Trasmesso il 22 settembre 2018 su Iris
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Omaggio a David Cronenberg

DeathCross di DeathCross

In vista del 75° compleanno del grande Regista canadese, ho deciso di dedicare anche a Lui, come a Carpenter e a Lynch, una sorta di retrospettiva su tutti i suoi Lungometraggi, rivisti tutti in ordine cronologico…

leggi tutto

Recensione

ClintZone di ClintZone
7 stelle

Allora molti fan di Cronenberg si sono trovati un pò spiazzati dopo aver visto questo film.  Il lavoro del regista sul corpo, sulla carne, sulla mutazione con questo "Spider" sembra solo apparentemente svanire per dar spazio al dramma e alle reazioni psicologiche riguardo possibili eventi traumatici.  Eppure in "Spider" secondo me c'è sempre la poetica Cronenberghiana,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 26 febbraio 2018 su Iris
2017
2017

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

Tratto dal romanzo di Patrick Mc Grath e ambientato a Londra tra gli anni '40 e '50,racconta  la storia di Spider, un uomo molto malato, affetto da schizofrenia paranoica ,che, ospitato in una squallida struttura per malati psichiatrici, insieme ad altri derelitti, in prima persona narra  la sua vita e i suoi deliri.La chiave di lettura psichica della sua…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2016
2016

Recensione

emil di emil
8 stelle

Dennis "Spider" Clag è stato appena dimesso dall'ospedale psichiatrico che lo aveva in cura. Spider viene affidato ad una struttura di reinserimento nel suo quartiere di infanzia. Spider è schizofrenico, e rivive continuamente , mixandoli con il presente, eventi terribili che hanno segnato i primi anni della sua vita. Incursione nei meandri della mente umana del più…

leggi tutto
Trasmesso il 17 luglio 2016 su Iris
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Trasmesso il 18 maggio 2016 su Iris
Trasmesso l'11 maggio 2016 su Iris
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito