Trama

In galera chissà perché, interrogato chissà per cosa, il giovane Nicolas sfida lo spettatore a scoprire il suo segreto e a seguire la sua storia. Assunto dal miliardario Delamont come assaggiatore, il ragazzo scopre di essere destinato a una fine ben diversa, plagiato dal "tutore" fino ad assumerne le stesse caratteristiche, persino una fisionomia simile. Il gioco al massacro continua e la testa di Nicolas va in tilt.

Note

La vicenda, ovviamente, si presta a mille interpretazioni, anche politiche, ma la più importante e interessante è quella erotica, che scombussola sequenza dopo sequenza certezze eterosessuali. La forza di volontà sui desideri vince ma trasforma in volgarità anche il piacere. Non è un caso che la raffinatezza delle portate e dei banchetti voluti da Delamont si trasformi in qualcosa di pornografico quando Nicolas viene indotto a odiare le stesse pietanze vomitevoli per il capo. Il duello tra volontà non è nuovo e rimanda, in maniera persino scontata, a "Il servo" di Joseph Losey, anche se ricondotto a una prospettiva di classe più marcata (nel classico film con Dirk Bogarde era il maggiordomo la figura dominante). Al di là di quache trovata risaputa, è pur vero che l'ex critico e scrittore Bernard Rapp, con momenti di autentica trepidazione. Il 60% della riuscita del film, però, è nella recitazione di Bernard Giraudeau (Delamont), attore superlativo e ancora poco celebrato al di qua delle Alpi.

Commenti (1) vedi tutti

  • Voto 6/7. La magnetica, morbosa simbiosi tra i due protagonisti rappresenta un raffinato costrutto psicologico, supportato dallo stile e dalla avvedutezza di una regia che racconta in modo sempre sospeso ed attento. Irrisolto.

    commento di PP
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

riverworld di riverworld
8 stelle

Plagio? Sopraffazione? Vampirismo? Dipendenza? Omosessualità latente? Perdita d'identità? Non è solo un "semplice" affare di gusto quello che Bernard Rapp mette in scena, ma un vero vortice nel quale due uomini vengono ingoiati, e colui che conduce i giochi e manipola l'altro diviene anche vittima dei propri deliri. Rapp talvolta tende troppo la corda e la sensazione è quella di oltrepassare… leggi tutto

9 recensioni positive

Recensioni
2015
2015

Il cibo al cinema

scandoniano di scandoniano

Riviste dedicate, guide che consigliano i ristoranti migliori, App che ci fanno cenare a colpo sicuro, librerie zeppe di libri scritti da cuochi storici o improvvisati, e poi show cooking, reality sui migliori…

leggi tutto
2013
2013
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

chribio1 di chribio1
2 stelle

Niente di cosi' interessante e neanche convincente come potrebbe sembrare.voto.4.

leggi tutto
Recensione
2012
2012

Recensione

riverworld di riverworld
8 stelle

Plagio? Sopraffazione? Vampirismo? Dipendenza? Omosessualità latente? Perdita d'identità? Non è solo un "semplice" affare di gusto quello che Bernard Rapp mette in scena, ma un vero vortice nel quale due uomini vengono ingoiati, e colui che conduce i giochi e manipola l'altro diviene anche vittima dei propri deliri. Rapp talvolta tende troppo la corda e la sensazione è quella di oltrepassare…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Trasmesso il 5 agosto 2012 su Rai 5
Trasmesso il 31 luglio 2012 su Rai 5
2011
2011

QUESTA VOLTA LA FESTA E’ DI TUTTI

yume di yume

Non possiamo mica festeggiare solo i compleanni! E allora leggo e incollo qua. Poi brindiamo… (e scusate se non parliamo di cinema, più cinema di così, però!) ________________________________________ ARMIAMOCI…

leggi tutto
2010
2010

Recensione

werk2 di werk2
8 stelle

Ottimo film che analizza il rapporto di sudditanza psicologica  che può venire a crearsi tra due persone , in questo caso tra due uomini di diversa estrazione sociale e culturale, ma la morale che se ne trae  può estendersi ben oltre . Da vedere (a trovarlo)

leggi tutto
Recensione
2005
2005

Recensione

Mister_Kacalùbb di Mister_Kacalùbb
8 stelle

Tra le piccole "pellicole" da non dover dimenticare c'è questa commedia di confine,nel senso che è difficile catalogarlo in quanto sfocia in molti territori,al limite di più generi, numerosi gli spunti, non solo morbosi, che lo rendono intrigante sin dalle prime battute. Consigliato a chiunque!

leggi tutto
Recensione

Recensione

fochetta di fochetta
8 stelle

Questo film narra la storia della graduale dipendenza di un ragazzo, Nicolas, da un ricco uomo d’affari, Delamont, e del dominio psicologico che questi riesce ad esercitare sul ragazzo. Praticamente “Il servo” al contrario. Infatti, mentre ne “Il servo”, il maggiordomo prende il sopravvento sul padrone, ribaltando il normale rapporto di classe e portando a termine la sua piccola…

leggi tutto
Recensione
2004
2004
2003
2003

Recensione

joe cavana di joe cavana
8 stelle

Molto bello, non noiso e imterpretato da un cast in gran forma, dove sovrasta su tutti un mosstuso e gigantesco Giraudeau. Originalissima l'idea di perdita dell'identità di uno e finale molto significativo, ma che non posso spiegare per non levare la sorpresa agli altri lettori. Ce ne fossero di film così.

leggi tutto
Recensione

Recensione

zio_ulcera di zio_ulcera
8 stelle

Mi piace perché i temi del rapporto morboso, dell'interazione malata, del plagio reciproco, vengono messi in scena senza ricorrere a situazioni standard. E' un film complesso che narra di una relazione patogena in maniera molto ariosa ed aperta. La regia non cerca il coinvolgimento dello spettatore e ci regala un dramma fosco da guardare dall'esterno. (Quanti film di successo hanno l'unico…

leggi tutto
Recensione

Recensione

Aulenta di Aulenta
8 stelle

Nonostante si presti a molte interpretazioni, trovo sia un film sulla solitudine e sull'impossibilità della comunicazione. Un miliardario triste e solo assume un giovane assaggiatore, in cui vede il proprio alter ego e con cui desidererebbe trovare una identità assoluta, che lo liberi dal suo sottile ma insopprimibile senso di disgusto ed estraneità per la vita. Lentamente cerca di…

leggi tutto
Recensione

Recensione

degoffro di degoffro
8 stelle

Noir sottile e insinuante capace di indagare con estrema efficacia psicologica il rapporto ambiguo e sempre più perverso che si stabilisce tra i due protagonisti. Costruito su una sceneggiatura equilibrata e non priva di sorprese (vedi il capovolgimento finale dei rapoorti di forza) "Un affare di gusto" può contare su due eccellenti protagonisti. B. Rapp ci fornisce un ritratto cupo e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2002
2002

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

In galera chissà perché, interrogato chissà per cosa, il giovane Nicolas sfida lo spettatore a scoprire il suo segreto e a seguire la sua storia. Assunto dal miliardario Delamont come assaggiatore, il ragazzo scopre di essere destinato a una fine ben diversa, plagiato dal “tutore” fino ad assumerne le stesse caratteristiche, persino una fisionomia simile. Il gioco al massacro continua e…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito