Espandi menu
cerca

Paolo Conte, via con me

play

Regia di Giorgio Verdelli

Con Paolo Conte, Luca Zingaretti, Roberto Benigni, Caterina Caselli, Isabella Rossellini, Francesco De Gregori, Patrice Leconte Vedi cast completo

Guardalo su
  • Amazon Prime Video
  • Amazon Prime Video
  • Infinity
  • Tim Vision
In STREAMING

Trama

Paragonato dal New York Times a Tom Waits e Randy Newman, Paolo Conte è uno dei massimi cantori della provincia del mondo: le sue canzoni visive formano un immaginario atlante dell'anima, del suono e della poesia. Perché Conte ti porta via e ti affascina con uno spettacolo di arte varia, fingendo di passare per caso al Bar Mocambo, mentre una tragedia minima incombe tra il sorriso e una furtiva lacrima. Il documentario è un itinerario ideale con la voce narrante di Luca Zingaretti per raccontare un personaggio eclettico e, per certi versi, misterioso. Una grande storia, non soltanto musicale. È un intreccio di parole, versi e musiche che scattano foto del nostro immaginario attraverso le canzoni, i concerti, gli amici e le riflessioni del grande artista astigiano.

Curiosità

COMMENTO DEL REGISTA

"Questo docu-film è un percorso per raccontare un pezzo importante del nostro vissuto emozionale, attraverso le infinite declinazioni sentimentali che le canzoni di Conte hanno assunto nel nostro immaginario. Particolare cura è stata dedicata all'utilizzo delle musiche nelle interviste e nelle panoramiche. Alcuni elementi del film rappresentano snodi importanti della musica e della personalità dell'artista, come La Topolino amaranto, simbolo del ruolo della memoria nell'arte di Conte e del dialogo incessante tra presente e passato. Alla base del progetto c'è una lunga intervista intima di Conte, in cui i racconti di personaggi, canzoni e vicende umane mescolano tenerezza, ironia e charme".

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Verdelli ha attinto all'immenso patrimonio dell’archivio personale di Conte, unendolo a materiale realizzato ad hoc: interviste, riprese dei tour internazionali e occasioni di una carriera unica. Con una straordinaria carrellata di testimonianze ­­– Roberto Benigni, Vinicio Capossela, Caterina Caselli, Francesco De Gregori, Stefano Bollani, Giorgio Conte, Pupi Avati, Luisa Ranieri, Luca Zingaretti, Renzo Arbore, Paolo Jannacci, Vincenzo Mollica, Isabella Rossellini, Guido Harari, Cristiano Godano, Giovanni Veronesi, Lorenzo Jovanotti, Jane Birkin, Patrice Leconte, Peppe Servillo ­– il film si inoltra nel labirinto delle canzoni di Conte, anche quelle scritte per gli interpreti più diversi (Adriano Celentano, Enzo Jannacci, Jane Birkin, Caterina Caselli, Bruno Lauzi), oltre che nel labirinto delle sue passioni (il jazz, l'enigmistica, la pittura, il diritto, il cinema). Alla base del progetto c'è una lunga intervista "intima" di Verdelli a Paolo Conte, in cui i racconti di personaggi, canzoni e vicende umane mescolano tenerezza, ironia e charme tipici dell'avvocato di Asti che ci accompagnano in una scoperta continua tra il noto e l'inedito, tra le storie, i versi e le canzoni di quello straordinario altrove che è il mondo di Conte.

Commenti (1) vedi tutti

  • Tabernacolo di emozioni umane, immagini altamente sofisticate, scettro di conoscenza senza rivali, poesia, (s)fumo di sigarette e vino rosso, campagna che abbaia e pioggia che cade bene sugli impermeabili, questo é Paolo Conte: un coacervo di cuore e intelligenza; in sostanza la bellezza della creazione!

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

Mulligan71 di Mulligan71
6 stelle

Che questa sia un'operazione "mainstream", senza troppi svolazzi artistici, lo si intuisce fin dal titolo, abusandolo con il brano più famoso di Paolo Conte. Voglio dire, Verdelli non rischia nulla e, sotto il suo punto di vista, fa bene così. Specializzando in bio pic sui cantanti (il suo precedente trattava Pino Daniele), Verdelli infila un doc senza carisma ma che arriva in… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

gaiart di gaiart
7 stelle

Tabernacolo di emozioni umane e immagini altamente sofisticate, scettro di conoscenza senza rivali, poesia, (s)fumo di sigarette e vino rosso, campagna che abbaia in un atopolino amaranto e la pioggia che cade bene sugli impermeabili, questo é Paolo Conte: un coacervo di cuore e intelligenza; in sostanza la bellezza della creazione.  Visto a Venezia, prodotto da Sudovest… leggi tutto

2 recensioni positive

2021
2021

Recensione

Mulligan71 di Mulligan71
6 stelle

Che questa sia un'operazione "mainstream", senza troppi svolazzi artistici, lo si intuisce fin dal titolo, abusandolo con il brano più famoso di Paolo Conte. Voglio dire, Verdelli non rischia nulla e, sotto il suo punto di vista, fa bene così. Specializzando in bio pic sui cantanti (il suo precedente trattava Pino Daniele), Verdelli infila un doc senza carisma ma che arriva in…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2020
2020

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Avvocato, pittore, paroliere, ex vibrafonista, enigmista. Ma soprattutto cantautore. Paolo Conte è un distinto signore astigiano, oggi ottantenne, che ha dato lustro alla canzone italiana con titoli intramontabili come Azzurro, Genova per noi o Insieme a te non ci sto più, per poi passare a interpretare lui stesso le proprie canzoni. Giorgio Verdelli, reduce da un altro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Uscito nelle sale italiane il 28 settembre 2020

Recensione

gaiart di gaiart
7 stelle

Tabernacolo di emozioni umane e immagini altamente sofisticate, scettro di conoscenza senza rivali, poesia, (s)fumo di sigarette e vino rosso, campagna che abbaia in un atopolino amaranto e la pioggia che cade bene sugli impermeabili, questo é Paolo Conte: un coacervo di cuore e intelligenza; in sostanza la bellezza della creazione.  Visto a Venezia, prodotto da Sudovest…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Venezia 2020: Giorno 8

Venezia 2020: Giorno 8

Alla Mostra del Cinema di Venezia si proietta l'ultimo titolo italiano in corsa per il Leone d'Oro: Le sorelle Macaluso di Emma Dante. La regista e… segue

Post
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito