Trama

Marla Grayson lavora con successo come tutrice legale di persone anziane non più in grado di gestire le proprie finanze. Ha un grande talento nell'usare la legge a suo beneficio e a svantaggio dei suoi clienti. Ma quando entra in contatto con Jennifer, una cliente apparentemente perfetta, si rende conto che l'apparenza può essere ingannevole. Mentre si aggrapperà con tutta se stessa al suo elusivo sogno americano, Marla vivrà la più misteriosa delle avventure della sua vita.

Approfondimento

I CARE A LOT: COME TI TRUFFO NEL NOME DELLA LEGGE

Diretto e sceneggiato da J Blakeson, I Care a Lot racconta la storia di Marla Grayson, una donna che sicura di sé lavora come tutrice legale per le persone anziane. Nominata dal tribunale, esercita il suo lavoro cercando con tutti i mezzi legali a disposizione (seppur dubbi) di mettere le mani sui beni delle persone di cui si occupano. Con la stessa sicurezza di uno squalo, sa oramai come agire e con Fran, socia in affari e amante, forma una coppia brutalmente efficiente che, anziché prendersi cura degli anziani, li truffa, ne prende il controllo delle finanza e li dissangua. I metodi imparati con il tempo vengono tuttavia usati anche sull'ultima vittima individuata, Jennifer Peterson, una ricca pensionata senza eredi in vita o familiari. Quando questa si rivela diversa dalla dolce e vecchia signora che sembra, la posta in gioco per Marla si rivela molto più alta del previsto: Jennifer ha un passato oscuro alle spalle e un figlio di nome Roman con legami con la malavita. Piuttosto che rinunciare alla sua idea di sogno americano, Marla tenterà tutto il possibile prima che il suo piano vada letteralmente fuori controllo.

Con la direzione della fotografia di Doug Emmett, le scenografie di Michael Grasley, i costumi di Deborah Newhall e le musiche di Marc Canham, I Care a Lot è una commedia nera che è stata così presentata dal regista al Toronto Film Festival 2020: "Il film nasce dalle tante notizie che si sentono al telegiornale. Sono diversi infatti i casi di tutori che, nominati dal tribunale per tutelare i beni di persone anziane, finiscono per approfittare della situazione, aggirare le regole e approfittarsene. Rimango ogni volta inorridito di fronte a tali storie: immaginate di aprire le porte di casa vostra a una persona che, arrivando protetta da un foglio di carta del tribunale, comincia a esercitare pieno potere sulle vostre vite lasciandovi letteralmente in mutande. Seppur inorridito di fronte a una realtà così spaventosa, mi rendevo sempre più conto di come questa sia di stretta attualità e tocchi corde interessanti da esplorare, come gli scontri tra autonomia e autorità, persone e profitto, controllo e libertà, umanità e burocrazia. Per certi versi, mi tornava ogni volta in mente Il processo di Kafka".

"Allo stesso tempo, I Care a Lot - ha proseguito Blakeson - nasce dal desiderio di realizzare un film sull'ambizione, su come il mondo vede e valuta il successo, sui compromessi morali che ognuno di noi è disposto ad accettare per agguantare successo e ricchezza, su come le persone che stanno plasmando il nostro mondo hanno raggiunto le posizioni di potere che occupano. Diverse sono le domande a cui volevo dare risposta: quali confini hanno dovuto varcare? Quali sono stati i danni collaterali che si sono lasciati alle spalle lungo il loro percorso? Ed è così che pian piano mi sono concentrato sulla storia di un'ambiziosa e tenace tutrice legale, concentrata solo sull'agguantare successo e denaro, sull'esaudire i propri desideri e le proprie volontà. Marla è diventata in poco tempo una sorta di imprenditrice che, seguendo le orme delle persone di maggior successo nel nostro mondo in questo particolare momento, gioca con il sistema e piega le regole a suo vantaggio riuscendo tecnicamente a rispettare la legge. Volevo che la storia avesse una cornice da thriller poliziesco: Marla, dopotutto, è come una sorta di gangster, sì legale, che approfitta dei più vulnerabili per trarne profitto e potere. Ecco perché le ho messo contro un vero gangster che, stando dall'altra parte della legge, è spietato, ambizioso e amorale come lei ma che è anche la persona sbagliata con cui avere a che fare. Fino a che punto ognuno dei due è disposto a spingersi per avere la meglio?".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere I Care a Lot è J Blakeson, regista e sceneggiatore statunitense. Nato nel 1977 e cresciuto nel North Yorkshire, Blakeson ha studiato Cinema e Letteratura all'a University of Warwick. Dopo aver attirato l'attenzione come sceneggiatore, ha fatto il suo debutto come regista scrivendo e dirigendo l'acclamato… Vedi tutto

Commenti (6) vedi tutti

  • in quest'ultimo anno ho visto un po' di tutto, ma questo e' il peggior film che mi sia capitato. un dolore per gli occhi, e le orecchie. e quando pensi che ormai il peggio sia alle spalle, no, non e' vero. buchi terribili, femminismo d'accatto, non parte neppure troppo male ma poi e' il baratro

    leggi la recensione completa di il drugo
  • Due donne spietate, diamanti, dollari, il Boss e la Mammina Cara: questa è l'America.

    leggi la recensione completa di luabusivo
  • Plot interessante e che inizialmente cattura e coinvolge ma con l’avanzare della narrazione emergono scelte un po’ forzate e no-sense che incidono sulla credibilità del tutto.La messa in scena è funzionale nel mood ricercato. Nel complesso intrattiene, ma le pecche e la poca forza espressiva del messaggio di fondo incidono in negativo.Voto:5,5/6

    commento di ange88
  • Dopo 90 minuti il film precipita in una demenzialita' e assurdità spaventosa. Un vero peccato perché il coinvolgimento era ottimo.

    commento di gruvieraz
  • Interessante, voto 8

    commento di stokaiser
  • Mm..vediamo: protagoniste una donna di mezza età e una poco più che ventenne, lesbiche,impegnate a circonvenire,far sedare da cliniche compiacenti e infine defraudare ricchi anziani (e l'intero sistema giuridico). Una di questi però è la madre di un ex boss della mafia russa, nano. Non l'ho visto tutto ma penso che alla fine vincano le donne..urrà!

    commento di nicopiede
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

AlbertoBellini di AlbertoBellini
7 stelle

Sto leggendo giudizi eccessivamente drastici, a mio avviso, circa I Care a Lot. Un film – di una cattiveria inaudita – sul potere, sugli effetti collaterali che l’intraprendenza può generare, sull’eterna lotta contro il prossimo nella giungla contemporanea. La protagonista, Marla, è una tutrice legale affidata dallo Stato ad anziani considerati non… leggi tutto

2 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
5 stelle

AMAZON PRIME La rampante e grintosa bella e slanciata quarantenne Marla Grayson (Rosamund Pike), ha avviato con successo un'attività che punta a gestire su uno dei comparti più liquidi e meno sfruttati all'interno della società di oggi: quello della gestione di anziani facoltosi ma soli o con parenti lontani e poco disponibili a soccorrerli, che presentano… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

il drugo di il drugo
2 stelle

in quest'ultimo anno ho visto un po' di tutto, ma questo e' uno dei peggiori film che mi sia capitato. un dolore per gli occhi, e le orecchie, per la mente. e quando pensi che ormai il peggio sia alle spalle, no, non e' vero.  buchi terribili, femminismo d'accatto (si ha la netta percezione che ci sia un uomo a dirigere a cui hanno detto di fare il femminista moderno, il fondo lo raggiunge… leggi tutto

1 recensioni negative

2021
2021

Recensione

il drugo di il drugo
2 stelle

in quest'ultimo anno ho visto un po' di tutto, ma questo e' uno dei peggiori film che mi sia capitato. un dolore per gli occhi, e le orecchie, per la mente. e quando pensi che ormai il peggio sia alle spalle, no, non e' vero.  buchi terribili, femminismo d'accatto (si ha la netta percezione che ci sia un uomo a dirigere a cui hanno detto di fare il femminista moderno, il fondo lo raggiunge…

leggi tutto
Recensione

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

AMAZON PRIME La rampante e grintosa bella e slanciata quarantenne Marla Grayson (Rosamund Pike), ha avviato con successo un'attività che punta a gestire su uno dei comparti più liquidi e meno sfruttati all'interno della società di oggi: quello della gestione di anziani facoltosi ma soli o con parenti lontani e poco disponibili a soccorrerli, che presentano…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

Dany9007 di Dany9007
6 stelle

La prima ora di film scorre in un turbinìo di sgradevolezze ai danni dei poveri "tutelati" dalla protagonista: una donna algidamente perfida ed un sistema meccanicamente impreparato a difendere proprio i soggetti deboli che invece dovrebbe tutelare, risultano considerevolmente affascinanti e capaci di attrarre la curiosità dello spettatore. Tante le scene di un cinismo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

luabusivo di luabusivo
8 stelle

    Girato da un giovane regista britannico nella Nuova Inghilterra, I Care a Lot è un film che alimenta e demolisce il Grande Sogno Americano.     La protagonista Marla Grayson circuisce anziani ricchi e soli, ne ottiene dal Tribunale la tutela legale, grazie alle compiacenze di una dottoressa della Sanità pubblica, spogliandoli di ogni bene. Lo Stato…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

AlbertoBellini di AlbertoBellini
7 stelle

Sto leggendo giudizi eccessivamente drastici, a mio avviso, circa I Care a Lot. Un film – di una cattiveria inaudita – sul potere, sugli effetti collaterali che l’intraprendenza può generare, sull’eterna lotta contro il prossimo nella giungla contemporanea. La protagonista, Marla, è una tutrice legale affidata dallo Stato ad anziani considerati non…

leggi tutto
2020
2020
Rosamund Pike, Dianne Wiest, Eiza González
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito