Espandi menu
cerca

Trama

Frances, una giovane donna di New York in difficoltà dopo la morte della madre, stringe una morbosa amicizia con la solitaria vedova Greta. Le due iniziano un'assidua frequentazione ma le intenzioni della donna si rivelano essere alquanto inquietanti.

Approfondimento

GRETA: UN'AMICIZIA PERICOLOSA

Diretto da Neil Jordan e sceneggiato dallo stesso con Ray Wright, Greta racconta la storia di Frances McCullen, una giovane donna che tenta di adattarsi alla vita di New York. Frances lavora come cameriera in un ristorante di lusso di Manhattan, sente l'assenza della madre defunta e si sente lontana dal padre che si è nuovamente risposato. L'unica persona a lei veramente amica è Erica Penn, vivace rampolla di una famiglia benestante con cui condivide l'appartamento. Quando ritrova una borsa persa nella metropolitana, Frances non ci pensa due volte a restituirla alla proprietaria, una vedova matura di nome Greta Hideg. In breve tempo le due stringono un legame così forte da destare qualche preoccupazione in Erica, che si sente come abbandonata dall'amica. Tuttavia, il fascino materno di Greta inizia a dissolversi e a divenire sempre più inquietante quando Frances scopre che nella vita della donna nulla è come appare.

Con la direzione della fotografia di Seamus McGarvey, le scenografie di Anna Rackard e le musiche di Javier Navarrete, Greta è un thriller a sfondo psicologico che viene così raccontato dal regista: "Sono stato conquistato dalla sceneggiatura scritta da Ray Wright, che in precedenza aveva contribuito a rielaborare La città verrà distrutta all'alba, il classico di George A. Romero. Il motivo del fascino risiede nel fatto che è quasi interamente incentrata su tre donna. Racconta in poche parole la relazione tra una donna più giovane che ha da poco perso la madre e una più matura, una vedova. Affrontando temi come la perdita, il dolore e la solitudine, descrive quindi l'amicizia insolita tra una giovane contemporanea, moderna e lungimirante, e un'anziana che vive come sospesa nel tempo. A prima vista, si può pensare che sia una storia tenera ma a poco a poco emergono i segni sempre più inquietanti del disagio di una delle due. Ogni amicizia si basa su una sorta di promessa fatta di condivisione reciproca delle proprie esistenza. Se i piccoli gesti alla base vengono usati in maniera malvagia, l'amicizia si trasforma in qualcosa di terrificante o in possesso".

"Spesso le storie di possesso - ha proseguito Jordan - hanno per protagonisti un uomo e una donna. Greta, invece, ha al centro due donne di cui una ossessionata dall'altro. Nella vicenda, nessun uomo ha un ruolo rilevante. Greta è affascinata dalla bellezza, giovinezza e innocenza di Frances: a prima vista, il loro sembra un normalissimo rapporto madre-figlia ma piano emerge qualcosa di molto ambiguo che non può essere definito esattamente. Diverse sono poi state le fonti di ispirazioni per i continui colpi di scena che si susseguono, da Hitchcock ad Attrazione fataleMisery non deve morire".

Il cast

A dirigere Greta è Neil Jordan, regista e sceneggiatore irlandese. Nato nel 1950 a Sligo da una pittrice e un professore, ha frequentato il St. Paul's College a Raheny prima e l'University College di Dublino dopo, dove ha studiato Storia e Letteratura inglese. La sua carriera all'interno del mondo del cinema ha… Vedi tutto

Commenti (4) vedi tutti

  • Fondamentale per generare ansia dovrebbe essere la figura del maniaco/a. Qui abbiamo una Isabelle Huppert che anche una volta rivelata resta pur sempre un'amabile donna di una certa età, tanto da riuscire ben più isterica e violenta la vittima. Un peccato non veniale che mina alla base la riuscita di questo film. Jordan ha fatto di molto meglio.

    commento di bombo1
  • Convince poco questo thriller, abbastanza discontinuo e un po' banale.

    commento di gruvieraz
  • Un buon thriller con interpreti in parte.Non l'opera migliore di Jordan.....ma si lascia vedere.

    commento di ezio
  • Consegnando alla legittima proprietaria una borsetta ritrovata per caso, una ragazza finisce in mano a una stalker fuori di testa. Neil Jordan confeziona un thriller - con sfumature horror - originale e angosciante, che di brividi ne regala parecchi. Voto 7/10

    commento di alexio350
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

supadany di supadany
6 stelle

Ci vuole del tempo per conoscere e capire una persona. In questa fase iniziale di un rapporto, non c’è altra scelta che fidarsi della controparte, anche se, a tutti gli effetti, non è altro che un perfetto sconosciuto. Per quelle persone che hanno la tendenza ad affezionarsi rapidamente e un vuoto da colmare, le forme di autodifesa tendono drasticamente ad abbassarsi, tanto… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

Davide Schiavoni di Davide Schiavoni
8 stelle

Se non ci si limita a una chiave di lettura psicopatologica fine a se stessa, potrebbe cogliersi l'icastica trasposizione del conflitto intergenerazionale: da un lato una donna incline a sottomettere ragazze adescate, sulle quali proietta l'immagine della figlia vessata, dall'altro una giovane all'inconscia ricerca della figura materna, per rimpiazzare quella originaria, anch'essa predata… leggi tutto

1 recensioni positive

2022
2022
Trasmesso il 10 luglio 2022 su Cielo
Trasmesso il 4 luglio 2022 su Cielo

Recensione

Davide Schiavoni di Davide Schiavoni
8 stelle

Se non ci si limita a una chiave di lettura psicopatologica fine a se stessa, potrebbe cogliersi l'icastica trasposizione del conflitto intergenerazionale: da un lato una donna incline a sottomettere ragazze adescate, sulle quali proietta l'immagine della figlia vessata, dall'altro una giovane all'inconscia ricerca della figura materna, per rimpiazzare quella originaria, anch'essa predata…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

FedeErra di FedeErra
6 stelle

Piccolo thriller femminile siglato da evidenti ingenuità descrittive ma avviluppato da una verve psico-camp lampante. La regia di Neil Jordan non rielabora nessun meccanismo narrativo, però mantiene alta l’asticella della tensione e intreccia ad infinitum i profili spirituali delle sue protagoniste. La Moretz ce la mette davvero tutta, ma la mefitica compostezza della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2020
2020

Recensione

supadany di supadany
6 stelle

Ci vuole del tempo per conoscere e capire una persona. In questa fase iniziale di un rapporto, non c’è altra scelta che fidarsi della controparte, anche se, a tutti gli effetti, non è altro che un perfetto sconosciuto. Per quelle persone che hanno la tendenza ad affezionarsi rapidamente e un vuoto da colmare, le forme di autodifesa tendono drasticamente ad abbassarsi, tanto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 13 utenti
2019
2019
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

Una bella ragazza del Massachussets di nome Frances (Chloe Grace Moretz), dopo aver affrontato il lutto della perdita prematura della madre, si trasferisce a N.Y. a lavorare presso un prestigioso ristorante. Condivide un piccolo appartamento con una coetanea a cui è molto affezionata, e conduce una sua vita tra il malinconico e l'ordinario. Il giorno in cui trova sulla metro una bella…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
locandina
Foto
2018
2018
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito