Espandi menu
cerca
Esempio.
di mck ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 7 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 180
  • Post 120
  • Recensioni 621
  • Playlist 203
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Esempio.

Di questi tempi su FTV come altrove e come sempre, per cause di forza maggiore, abbondano i coccodrilli. Non mi piacciono, non li so scrivere, li trovo sempre, ''paradossalmente'', fuori tempo massimo.

Eccezione ha fatto, ultimamente, il bellissimo pezzo di @Spopola dedicato a Carlo Monni.

Questo ovviamente non è e non vuol essere in alcun modo un coccodrillo. Per esempio c'è già una splendida tripletta di facciate nell'Alias anno 16 n. 22 del Manifesto di Sabato 1 Giugno. Magari un Mezaràt, ecco, altro splendido animale, in omaggio al compagno di una vita Dario Fo.

Franca Rame ( 18 Luglio 1929 - 29 Maggio 2013, nata a 500 mt da casa mia, posso andare in giro a dirlo orgoglioso al vento ) è stata, che le 'piacesse' o meno, tra le altre cose e forse prima di tutto, un Esempio.

" Mi vergogno di non riuscire a pensare al nostro paese senza vergogna. Mi vergogno di chi non si vergogna. "

E la vergogna è un nobile sentimento e valore di riscatto dell'essere umano, della nostra umanità, altro che cattolico.

La finisco subito qui, che ci sono le parole del figlio e del compagno e sposo di una Vita, bastanti a loro stesse e al mondo, per ricordarla viva.

Ciao, Bella mondina.
Bella Ciao.


§§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§


Game of Thrones ( di David Benioff e D.B. Weiss ), stag. 1 ( completa, 2011 ), ep. 1-10 :

I.
Il Primo Cavaliere all'eunuco-consigliere di Corte :

- Dimmi una cosa : di chi sei al servizio ?
- Del Reame, mio Signore. Qualcuno deve pur farlo.

Non del Re o del Popolo : del Regno ( certamente più Falstaff che Junior Bonner...).

Quello di Tolkien ( di cui ho letto solo "lo Hobbit" taaanto taaanto tempo fa ) è un percorso di ristabilimento dell'ordine, George R. R. Martin ( di cui non ho letto alcun che ) l'ordine lo sovverte.

" Avanti ! Forza ! Avanzi di galera ! Ci sono mille leghe da qui alla barriera, forza ! Che l'Inverno st'arrivando ! "

Shakespeare ( "Kings", che avrebbe meritato una degna conclusione e invece è stata cancellata ) e Dickens ( i ''soliti'' nomi, insomma ! ;-) ), per questa serie HBO ( cable-tv a pagamento ) che in U.S.A. dai 2,5 milioni di telespettatori del 1° episodio della 1° stagione è arrivata a toccare quota 5,5 milioni a metà della Terza Stagione ( delle 7 previste ).

E alla regia alcuni tra i migliori nomi della fiction seria/adulta u.s.a./canadese :
Tim Van Patten (1,2) : the Sopranos, the Wire, DeadWood, the Pacific, BoardWalk Empire...
Brian Kirk (3,4,5) : Dexter, BoarWalk Empire, Luck...
Daniel Minahan (6,7,8) : Six Feet Under, DeadWood, the L Word, Big Love, SwingTown, the Black Donnellys, Life on Mars, True Blood, the NewsRoom...
Alan Taylor (9,10) : the Sopranos, the West Wing, Six Feet Under, Carnivàle, DeadWood, Lost, Big love, Mad Men, BoarWalk Empire...

II.
L'Esempio che dà Eddard Stark/Sean Bean, il padre di Arya Stark/Maisie Williams, a sua figlia più piccola, perdendo la testa.

L'Esempio che dà la guaritrice ( sciamana, sacerdotessa, 'strega' ) a Daenerys Targaryen/Emilia Clarke, mentre quest'ultima le rinfaccia che :

" Sapevi cosa stavo comprando, e sapevi a quale prezzo ! "
" Non dovevano bruciare mio tempio, hanno acceso l'ira di Grande Pastore "
" Non è stata opera degli dei, mio figlio era innocente ! "
" Innocente ?! Doveva essere Stallone che Monta il Mondo !? Ora suo Khalasar [tribù] non calpesterà nessun popolo, non brucerà città "
" Ho preso le tue difese ! Io ti ho salvata ! "
" Ah ! "Salvata" ? Tre guerrieri avevano già abusato di me, prima che tu mi salvassi. Ho visto mio tempio bruciare, dove avevo guarito tante donne e uomini, un'infinità. In strade c'erano mucchi di teste. Quella di fornaio che mi faceva pane, quella di bambino che avevo guarito da febbre tre lune addietro. Quindi, dimmi, precisamente, che cosa tu hai salvato ? "
" La tua vita "
" Ah ! Dai un'occhiata a tuo Khal [ Drogo, lo Stallone che Monta il Mondo ( una specie di Gengis Khan ), ora ridotto in stato vegetativo ].Guarda cosa vale davvero vita, quando resto non c'è più "

L'Esempio che dà il giovane nuovo re Joffrey Baratheon/Jack Gleeson alla figlia maggiore di Eddard Stark, Sansa Stark/Sophie Turner, che dopo aver fatto decapitare il padre la porta a mostrarle la testa infilzata su una picca con le tante altre esposte lungo le mura del castello : sul volto della giovane attrice, al suo primo ruolo in assoluto, si nota

{ forse retorico [ come tanto di retorico c'è in una pur splendida serie tv come in qualsivoglia possibile bel film ( si consideri lo stesso stacco in campo-contro campo ad inquadrare la testa mozzata del Primo Cavaliere, o il volo di colombi al calare della mannaia che vede la piccola Arya a esecuzione appena compiuta e testa tagliata rotolante... ), dove per esempio però il racconto della guaritrice che ha fatto nascere il figlio di Daenerys scambiando la vita del piccolo con la non-vita del non-padre del non-futuro Stallone che Monterà il Mondo e che ne descrive il terribile destino ( deformità, squame, vermi ) sia molto più terrificante di un'eventuale scioccante immagine del feto che (non) sarebbe stato possibile mostrare ] ma ugualmente riuscito e potente }

il Cambiamento avvenuto nella vita di quel personaggio : è un'Evidenza palese, ma Tremenda.

L'Esempio che dà l'insegnante di Danza con la Spada ad Arya Stark, la figlia più piccola del nuovo Primo Cavaliere, Eddard Stark :

- Sei inquieta per tuo padre, vero ? E’ naturale. Tu preghi gli dei ?
- Antichi e nuovi.
- Aahhh... Esiste un unico dio, e il suo nome è Morte. E c’è soltanto una cosa che puoi dire alla morte : "Non oggi".


###    Postilla   :   il Regno che non c'è.

Ad un certo punto, durante i titoli-la sigla di testa in stile gioco da tavolo tridimensionale, risiko fantasy 2.0, la superficie piatta del plastico del mondo-pianeta dei Sette Regni dei continenti di Westerod ed Essos, esplorata dalla MdP digitale per mostrarci tutte le dinastie e le tribù nei loro paesi, villaggi e città delle loro terre d'origine, prende ad...innalzarsi, di 90 gradi d'arco, si genera una curva a gomito che scatta verso il cielo, un trampolino per le stelle, un arampa di lancio verso l'infinito e oltre ( e ritorno ) : in lontananza, la curva dell'orizzonte prende a salire e salire....ma non è la ''barriera'', è proprio una convessità angolare che si erge inarcandosi prendendo la strada della stratosfera empirea, ed io non ho potuto che pensare : RAMA !!!

Come nel capolavoro ( quadrilogia, con G.Lee ) di Arthur C. Clarke ( asteroide cavo ) : è un Mondo Chiuso ! Artificiale ?!?

O ancora : EON ( trilogia, con Eternity e Legacy ) di Greg Bear ( Thistledown, asteroide cavo ).
E poi : TITAN ( trilogia ) di John Varley ( satellite artificiale/habitat spaziale ad anello collegato con sei raggi ad un mozzo centrale attorno al quale orbita ) e RingWorld di Larry Niven ( Mondo ad Anello ).

Ovvero : che il pianeta di "Game of Thrones" sia un Mondo Cavo ??? Il classico "Big Dumb Object" della miglior Hard-SF ??? Che gira con un'orbita lenta e lunga e molto ellittica attorno al suo sole, con l'energia dell'astro catturata dalla superficie e convogliata all'interno attraverso un sistema di immagazzinamento e trasmissione che però non riesce a rendere gli inverni più brevi e miti e le estati più corte e fresche, così che si finisce per avere le lunghe stagioni che durano un lustro e più cui assistiamo dalle pagine di Martin o dagli schermi HBO ?

Ma poi alla fine sarà solo un ''effetto'' da mappa srotolata, quello dei titoli di testa, chissà.

Il RiverWorld di P.J.Farmer invece è tutt'altra cosa ( vedi anche la Città Lineare di Paul Di Filippo ), come la splendida Saga del Well World di Jack Chalker : Mondi Aperti...

E la ragione delle lunghe stagioni risiederà tutta nel fatto che l'ecosistema di "Game of Thrones" si basa su un corpo celeste del tutto esraneo al nostro Spazio-Tempo terrestre, del tutto avulso da questa nostra zona non solo di Galassia o di Universo, ma proprio di Realtà.

Oppure, rimane sempre l'opzione HELLICONIA, la trilogia di Brian Aldiss

( già autore del racconto breve " SuperToys Last All Summer Long " alla base del progetto di Stanley Kubrick "A.I.", poi stravolto e messo in scena - nel bene e nel male : il film mi è piaciuto...ma ogni possibile paragone EVAPORA - da Steven Spielberg )

in cui le stagioni sono così lunghe perché il mondo di "Game of Throne" non è la Terra ( né passata né futura, né alternativa né distopica ), ma un mondo extrasolare ( con il presentarsi del problema della diaspora dell'umanità, della colonizzazione, dell'evoluzione, risolvibile con : è Fantasy ! Risolta però meglio da Aldiss ) che orbita attorno alla sua stella con una rivoluzione lentissima così da avere cicli stagionali lunghissimi...almeno per la nostra esperienza di specie terrestre: Helliconia comunque ha stagioni che durano secoli e Secoli e non solo lustri e decenni come in "Game of Throne".

O ancora, ci troviamo in una specie di Realtà semi-contemporanea nel tempo e Vasta nello spazio, ma Condivisa, simile al Cosmo della CULTURA di Iain M. Banks

( con il ri-manifestarsi del problema della messa in discussione dell'evoluzione umana, affrontato però magnificamente da Banks : ci troviamo più in territorio "2001" che "Star Trek", per intenderci... Ciclo della Cultura che è la messa in pratica Totale e Splendida dell'assunto di A.C.Clarke : " Ogni tecnologia sufficientemente avanzata rispetto all'osservatore estraneo che non la domina e conosce risulta essere indistinguibile dalla magia " ),

ed in particolare al romanzo del ciclo che, tolte qualche riga nel corpo del testo e verso la fine, è quello prettamente più ''(science)fantasy-medioevale'' : Inversion, del 1998 ( casa editrice Nord, 2003, trad. Anna Feruglio Dal Dan ).

P.S. : un pensiero 'virtuale' a Iain M. Banks per la sconvolgente notizia di un tumore terminale ( metastasi ovunque, scoperta tardiva ) che lo ha colpito resa pubblica pochi mesi fa.


§§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§


Misfits ( di Howard Overman ), stag. 4 (2012), ep. 1-5 ( di 8 ) :

E' tutto fuorché un Cantastorie Inattendibile, Howard Overman
( ed attendo come non mai i 4 episodi di "Dirk Gently", miniserie '''tratta''' dai romanzi di Douglas Adams ).

Un Posto Strano, il Centro Sociale, abitato dal Fantasma della Società : l'Ecosistema di Misfits ha sbarellato del tutto e si è estraniato dalla Città : l'Istituzione, l'Edificio, il Quartiere.

Ecco il Vuoto : ancor più che in "Skins" è rappresentata l'Assenza : ma non in modo particolare e specifico rispetto all'assenza degli adulti come in Skins, perché qui il fenomeno raggiunge vette parossistiche in cui tutto il resto è assente : esiste "solo" l'edificio dello sconto di pena, il microcosmo fronte Southmere Lake con lo skyline del quartiere di Thamesmead : e se il nome non vi dice nulla, forse un frullio d'ali di Gazza Ladra da una finestra aperta può riportarvi alla mente qualcosa... http://www.youtube.com/watch?v=v90KPJ6n4Ew
Un Esempio di In-Sana moralità In-Attendibile.


§§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§ ----- §§§§§§§§§§


Weeds ( di Jenji Kohan ), stag. 5 (2009), ep. 1-5 ( di 13 ) :

La RAI ---( ovviamente Rai 4, manco a dirlo, ''irraggiungibile'' per un 'buon' 85% della popolazione di fruitori passivi che scoppiano in lacrime, vanno in ansia e in depressione al solo sfiorare la possibilità di andare oltre il canale n.7 del televisore, il tasto n.7 telecomando. E figuriamoci Rai 5, Rai Movie, la Effe ( Repubblica/l'Espresso + la Feltrinelli ) : medishopping non ha concorrenza, ''anche se'' Rai 3 quando fa...Rai 3 sbanca di brutto )--- finalmente s'è decisa, dopo tot./x anni, a far compiere il giro di boa alla miglior serie tv black comedy di breve durata ( tipo "United States of Tara" o "Californication" ) di tutti i tempi di sempre.

L'Esempio di mamma-egoista-puttana-incinta Botwin verso i figli :
Nancy a Ignacio, il cane da guardia messole a protezione dal padre del figlio che porta in grembo, ganster-politico-trafficante-imprenditore messicano, che ha aiutato il figlio più piccolo a compiere vendetta contro un torto subito :

" Shane era un bravo ragazzo, ora...deruba il suo insegnante ! "
" Sono...davvero spiacente...di averlo esposto al mondo delle attività criminali...per la prima volta ! ".

Non vi sembra una serie seria ? Vi sbagliate, loro sono seri, sono "seri come il cancro, seri come Nagasaki, seri come i film di Sean Penn !".
E questo è Doug " Non si stanca mai di essere patetico " Wilson...ma considerate che l'autentico spirito morale della serie è Andy " El Andy " Botwin :
" Ho avuto i soldi, e sono parecchi, non importa come. Solo che...mi serve una doccia, magari una sabbiatura, e un bell'abbraccio ".
Anche se poi, per l'appunto, è lui a sancire la morale ( ch'è degli esseri umani, non delle piante ) di per sé evidente, rispondendo a Nancy, che gli chiede retoricamente, in-consapevolmente, leggermente per quale motivo le catastrofi si abbattano sempre su di lei :
" E' colpa tua. Lo sai vero ? Renditi conto che è colpa tua ".

Bang Bang in My Head...
http://www.youtube.com/watch?v=51US8CHCY-c

Playlist film

La carica dei 101

  • Animazione
  • USA
  • durata 79'

Titolo originale One Hundred and One Dalmatians

Regia di Clyde Geronimi, Hamilton Luske, Wolfgang Reitherman

La carica dei 101
altre VISIONI

In streaming su Disney+


L'Esempio che hanno dato i componenti la di-s-carica dei 101 del Partito Democratico, fottendo prima Romano Prodi poi Stefano Rodotà.

Altro che smacchiare il giaguaro ( o scartavetrare il caimano ), Bersani avrebbe dovuto pensare prima a raschiare via le macchie con una fresa detergendone le idee bisunte a quella muta di cani rognosi che si trovava al fianco.

Vai Avanti tu, Popolo, che a me vien da ridere.

p.s. : Fuggita dal Senato - Franca Rame - Editori Riuniti - 2013 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Riso amaro

  • Drammatico
  • Italia
  • durata 100'

Regia di Giuseppe De Santis

Con Silvana Mangano, Vittorio Gassman, Raf Vallone, Checco Rissone, Doris Dowling, Nico Pepe

Riso amaro


Donne in Canto, l'Incanto delle Donne.

Un monologo scritto da Barbara Giorgi per Franca Rame :

Non importa chi sono. Non importa come mi chiamo. Potete chiamarmi Strega.
Perché tanto la mia natura è quella. Da sempre, dal primo vagito, dal primo respiro di vita, dal primo calcio che ho tirato al mondo.
Sono una di quelle donne che hanno il fuoco nell’anima, sono una di quelle donne che hanno la vista e l’udito di un gatto, sono una di quelle donne che parlano con gli alberi e le formiche, sono una di quelle donne che hanno il cervello di Ipazia, di Artemisia, di Madame Curie.
E sono bella ! Ho la bellezza della luce, ho la bellezza dell’armonia, ho la bellezza del mare in tempesta, ho la bellezza di una tigre, ho la bellezza dei girasoli, della lavanda e pure dell’erba gramigna !
Per cui sono Strega.
Sono Strega perché sono diversa, sono unica, sono un’altra, sono me stessa, sono fuori dalle righe, sono fuori dagli schemi, sono a-normale… sono io !
Sono Strega perché sono fiera del mio essere animale-donna-zingara-artista e … folle ingegnere della mia vita.
Sono Strega perché so usare la testa, perché dico sempre ciò che penso, perché non ho paura della parola pericolosa e pruriginosa, della parola potente e possente.
Sono Strega perché spesso dò fastidio alle Sante Inquisizioni di questo strano millennio, di questo Medioevo di tribunali mediatici e apatici.
Sono Strega perché i roghi esistono ancora e io – prima o poi – potrei finirci dentro.

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati