Trama

Ogni anno, la sera dell'Epifania, due anziane sorelle di Dublino celebrano una festa cui invitano i familiari e gli amici, con rituali ripetitivi, menù fisso, musica e discorsi d'occasione. Un motivo musicale irlandese fa sorgere nella moglie del nipote preferito delle due sorelle dei ricordi dolorosi, che continuano anche dopo, quando i due coniugi si sono ritirati nella loro camera d'albergo...

Note

Tratto dall'opera di Joyce, il film è il testamento spirituale di John Huston il quale, già malato e aiutato dai familiari (la sceneggiatura è del figlio Tony, la signora oppressa dai ricordi è la figlia Anjelica), eleva un canto lirico di altissima commozione al dramma della vita.

Commenti (4) vedi tutti

  • Questo film, poco conosciuto, fu presentato a Venezia nel 1987, ma il regista non aveva potuto vederlo: era morto il 28 agosto di quello stesso anno. Questa recensione vuole, molto modestamente, ricordarlo, trent’anni dopo.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Voto 6. [22.10.2012]

    commento di PP
  • Voto 8+ Commosso

    commento di luca826
  • Molto toccante e profondo.

    commento di valien88
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

angelina di angelina
10 stelle

"Il ballo annuale in casa delle signorine Morkan costituiva un evento.Vi prendevano parte tutte le persone di loro conoscenza,i membri della famiglia,i vecchi amici,le coriste di Julia,le allieve di Kate ormai grandi e perfino qualche allieva di Mary Jean.E mai che si fosse dimostrato un fiasco." James Joyce,"The Dead" da "Dubliners", 1914 Dublino 1904.Come tutti gli anni,il giorno… leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

crick di crick
6 stelle

Il film non è un capolavoro e la cosa, nel caso specifico di un'opera tratta da uno dei racconti più belli scritti dall'Uomo, è un'imperdonabile mancanza. In nessun modo regge il confronto, qui freddo e di maniera, là profondo e sconvolgente. In particolare, il monocorde doppiaggio nel monologo conclusivo (la massima epifania della letteratura) e la sua frammentarietà allontanano la… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2020
2020

La morte che rimane

Peppe Comune di Peppe Comune

Quando dimenticare già significa morire, e curarsi della morte vuol dire sottrarre la vita dalle pene dell'oblio. I corpi dei defunti stanno lì, immobili, e si fanno specchio della triste solitudine…

leggi tutto

Recensione

Antisistema di Antisistema
10 stelle

John Huston non sarà forse il più grande regista della storia del cinema, ma ha sempre affrontato la settima arte con spirito battagliero e grandi intuizioni, le quali hanno fatto si che il suddetto cineasta sia l'unico a poter vantare un'esordio capolavorico come Il Mistero del Falco (1941), riuscendo a chiudere la carriera con un ulteriore vetta filmica, The Dead - Gente di…

leggi tutto
2019
2019
2018
2018
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
2017
2017

Recensione

laulilla di laulilla
9 stelle

Questo è l’ultimo magnifico film, poco noto, di John Huston, che il grande regista aveva terminato pochi mesi prima di morire, quando la sua salute, gravemente compromessa, lo aveva costretto a dirigere muovendosi esclusivamente sulla sedia a rotelle. L’intera pellicola è connotata dalla profonda fedeltà all’ultimo racconto, The dead, dei quindici che…

leggi tutto
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Zarco di Zarco
7 stelle

Un bel film certamente, ma le votazioni cosi alte mi sorprendono. Mi pare una sopravvalutatazione. Non può risolversi tutto nelle poche parole della riflessione finale, belle, profonde, ispiratrici, ma che però, diciamocelo francamente, non sono nulla di straordinario, chiunque con un minimo di sensibilità le ha pensate nella propria vita. Il resto del film è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
L'ultima neve
Lehava di Lehava

L'ultima neve

Alla fine era arrivata: lieve e placida. In fiocchi vaporosi. In pochi attimi e tutto era illuminato di quel riverbero argenteo contro i neon. Il paese si era… segue

2016
2016
2014
2014
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
8 stelle

Di fronte a The Dead si staglia l’Indefinito. Quello sottopelle che vibra in tutta la sua ambiguità sotto le convenzioni, i costumi, i corpi. Una gabbia dall’apparenza aggraziata e quieta, fin troppo razionalizzante per rappresentare a pieno l’essere umano. Necessariamente, una gabbia tipicamente ipocrita, tipicamente borghese, tipicamente d’alto rango, che non esclude però, forse,…

leggi tutto
2013
2013

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
6 stelle

Esiste una differenza fondamentale fra grande letteratura e grande cinema: la prima deve riuscire nella magia di creare immagini col solo verbo; il secondo le immagini ce le ha già -per antonomasia- e ha quindi un altro obiettivo essenziale, quello di creare sogni (anche incubi se si vuole...). Detto questo concludo che il “The Dead” di Joyce è un pezzo di grande letteratura, mentre…

leggi tutto
Recensione
2012
2012

Coraggio, coraggio, coraggio

aleton di aleton

Adoro il cinema. Preferendo la Hollywood delle origini a quella moderna, intendo elencare I MIEI SETTE FILM in modo non approssimativo, cercando di condensare in soli sette titoli non solo le mie preferenze, ma anche…

leggi tutto
2011
2011

Recensione

angelina di angelina
10 stelle

"Il ballo annuale in casa delle signorine Morkan costituiva un evento.Vi prendevano parte tutte le persone di loro conoscenza,i membri della famiglia,i vecchi amici,le coriste di Julia,le allieve di Kate ormai grandi e perfino qualche allieva di Mary Jean.E mai che si fosse dimostrato un fiasco." James Joyce,"The Dead" da "Dubliners", 1914 Dublino 1904.Come tutti gli anni,il giorno…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito