Trama

Rubén conosce come le sue tasche l'autostrada che da Asunción, in Paraguay, porta sino a Buenos Ayres, in Argentina: lui è un camionista e quella strada l'ha fatta infinite volte. Ma il viaggio che sta per fare sarà diverso: con lui - che in genere è sempre solo - stavolta ci sarà Jacinta, che arriva con un'ora di ritardo all'appuntamento dove lui deve caricarli: un cattivo inizio. A sorpresa, la ragazza ha poi portato con sé anche la sua bimba, di soli 5 mesi. Rubén e Jacinta non si conoscono, ma hanno davanti 1500 chilometri da passare insieme. E anche se il loro viaggio sarà di poche parole, non sarà per questo silenzioso.

Note

Caméra d’or a Cannes 2011, da noi con due anni di ritardo ed è inutile chiedersi il perché, l’esordio del quarantacinquenne argentino Pablo Giorgelli fa di modestia virtù: in uno stile piano dalla flemma serena e dolente racconta semplicemente di un incontro tra anime rassegnate al proprio scontento, e lo fa attraverso l’accumulo di dettagli, particolari, gesti minuscoli e lenti slittamenti emotivi, in un discorso totalmente incentrato su ciò che esprimono i volti degli attori, sulle pause, sulle parole goffe e trattenute, su quello che non dicono. Delicato road movie minimalista dalla destinazione certa, un po' rinchiuso in un grazioso teorema.

Commenti (1) vedi tutti

  • Gioiellino. Come scalfire cuori, all'apparenza, duri senza scivolare in smancerie e sentimentalismi da quattro soldi. Un percorso, non solo stradale, nei meandri della mente umana con un tocco di semplicità molto bello

    commento di pierlues
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

pazuzu di pazuzu
8 stelle

Si parte dal rumore di una motosega e dall'inquadratura dal basso di una foresta di acacie. Dei taglialegna sono intenti a buttarle giù e poi a dividerne tronchi e rami in parti grandi il giusto per poterle caricare sui tir. Ed è su uno di questi che si svolge il resto della storia: a guidarlo è un uomo solitario che su richiesta del proprio datore di lavoro si trova ad… leggi tutto

2 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

marcopolo30 di marcopolo30
5 stelle

Ho visto il film a Oslo, con un gruppo di amici alcuni dei quali non parlano né lo spagnolo né il norvegese, eppure la pellicola dell'Argentino Pablo Giorgelli s'è rivelata talmente laconica da permettere a tutti, comunque, la sua comprensione. Il ritmo è davvero di quelli stanchi, che al cospetto “The Straight Story” di Lynch è psichedelia pura. Detto questo, non mi sento di bocciare… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2015
2015
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

Un trasportatore di legname argentino taciturno e diffidente; una ragazza madre paraguayana che l’uomo deve trasportare sino a Buenos Aires affinché questa si ricongiunga con certi suoi parenti. Un ritardo della donna di circa un’ora e il suo apparire con una neonata “non preventivata”, mal dispongono un uomo già di per sé ombroso e poco socievole,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2013
2013

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
6 stelle

Rubén è un autotrasportatore carico di legna d’acacia e malinconia infinita, Jacinta una madre sola che con lui attraversa il confine paraguiano, diretta verso Buenos Aires. Al petto stringe la figlia neonata, anche se questi non erano gli accordi. Sulla strada, nella cabina stretta del veicolo, i due si conoscono, poco a poco, sciogliendo dolcemente le asprezze delle rispettive solitudini,…

leggi tutto
Recensione
Uscito nelle sale italiane il 30 settembre 2013
locandina
Foto
2012
2012

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
5 stelle

Ho visto il film a Oslo, con un gruppo di amici alcuni dei quali non parlano né lo spagnolo né il norvegese, eppure la pellicola dell'Argentino Pablo Giorgelli s'è rivelata talmente laconica da permettere a tutti, comunque, la sua comprensione. Il ritmo è davvero di quelli stanchi, che al cospetto “The Straight Story” di Lynch è psichedelia pura. Detto questo, non mi sento di bocciare…

leggi tutto
Recensione
2011
2011

Recensione

pazuzu di pazuzu
8 stelle

Si parte dal rumore di una motosega e dall'inquadratura dal basso di una foresta di acacie. Dei taglialegna sono intenti a buttarle giù e poi a dividerne tronchi e rami in parti grandi il giusto per poterle caricare sui tir. Ed è su uno di questi che si svolge il resto della storia: a guidarlo è un uomo solitario che su richiesta del proprio datore di lavoro si trova ad…

leggi tutto
Recensione
Utile per 16 utenti
2001
2001
2000
2000
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito