Espandi menu
cerca

Trama

A Roma, in un vecchio condominio della ormai multietnica Piazza Vittorio, si consuma lo “scontro di civiltà” in cui le differenze emergono nel quotidiano e diventano malintesi, piccole prevaricazioni, diffidenze. Le storie dei personaggi seguono i propri percorsi, incrociandosi l’un l’altra in ragione di una condivisione forzata dello spazio, del quartiere, del palazzo e del suo ascensore, puntualmente all’origine di dispute condominiali. Ognuno dei personaggi esprime la sua solitudine, il suo male di vivere, offrendo un sunto della sua esperienza di vita: chi cerca l’ispirazione per una fotografia, chi il cane improvvisamente smarrito, chi convive con le proprie rinunce, chi con la malavita locale, chi con le vessazioni burocratiche a cui devono sottostare gli extracomunitari. Una morte improvvisa rompe il già instabile equilibrio. Tutti possono essere potenziali assassini e tutti si trovano ad incolparsi l’un l’altro. 

Note

È un’opera discontinua e disomogenea come il suo cast. Ma semina bene, a volte stupisce e vola alto senza presunzione.
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
6 stelle

«L’ascensore è il confine tra la civiltà e la barbarie». Lo dice l’amministratore di un condominio (Roberto Citran) multietnico per forza, come quasi sempre accade nella Babele romana di Piazza Vittorio. Luogo bizzarro, in cui l’immigrazione più o meno clandestina si mischia a una Roma passata, più gelosa che razzista. Un quartiere di confine, da metropoli europea (sembra Parigi),… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
2 stelle

Un ventenne che si fa chiamare "il gladiatore" (Rossetti) disturba la quiete dei condomini di un palazzo umbertino nella centralissima Piazza Vittorio, a Roma. Il ragazzo muore, un commissario di Polizia (Calabresi) indaga e sembra che ciascuno dei condomini avesse una buona ragione per eliminare il "gladiatore". Tratto dall'omonimo romanzo di Amara Lakhous, il film della esordiente Isotta Toso,… leggi tutto

2 recensioni negative

2017
2017
Trasmesso l'8 maggio 2017 su Rai Movie
2015
2015
Milena Vukotic, Roberto Citran, Francesco Pannofino, Serra Yilmaz
Foto
2013
2013
Trasmesso il 5 settembre 2013 su Rai Movie
Trasmesso il 27 giugno 2013 su Rai Movie
Trasmesso il 31 maggio 2013 su Rai Movie
Trasmesso il 10 maggio 2013 su Rai Movie
Trasmesso il 24 aprile 2013 su Rai Movie

Recensione

chribio1 di chribio1
4 stelle

Film alquanto noioso.Vada per lo "scontro" etnico e la Pellicola a carattere Sociale ma non decolla nulla nella visione,aggiungiamo poi che per me che vivo in Condominio da quando sono nato,il tutto come visto nel Film rompe assai.voto.4.

leggi tutto
Recensione
2010
2010

Ascensori.

panflo di panflo

Frequentemente nei film alcune scene si svolgono in ascensore. Da quando fu inventato esso è simbolo di disagio, imbarazzo, claustrofobia, terrore e pertanto non è mai un sito rappresentato in maniera…

leggi tutto

Recensione

barabbovich di barabbovich
2 stelle

Un ventenne che si fa chiamare "il gladiatore" (Rossetti) disturba la quiete dei condomini di un palazzo umbertino nella centralissima Piazza Vittorio, a Roma. Il ragazzo muore, un commissario di Polizia (Calabresi) indaga e sembra che ciascuno dei condomini avesse una buona ragione per eliminare il "gladiatore". Tratto dall'omonimo romanzo di Amara Lakhous, il film della esordiente Isotta Toso,…

leggi tutto
Recensione

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
6 stelle

«L’ascensore è il confine tra la civiltà e la barbarie». Lo dice l’amministratore di un condominio (Roberto Citran) multietnico per forza, come quasi sempre accade nella Babele romana di Piazza Vittorio. Luogo bizzarro, in cui l’immigrazione più o meno clandestina si mischia a una Roma passata, più gelosa che razzista. Un quartiere di confine, da metropoli europea (sembra Parigi),…

leggi tutto
Recensione
Uscito nelle sale italiane il 10 maggio 2010
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito