Trama

Mike, il capo dell'Interantional Narcotic Bureau di Roma, decide di infiltrare un proprio uomo nella mala della capitale, città al centro dello smistamento della droga per tutta Europa. L'agente si chiama Fabio e per guadagnarsi la fiducia dei criminali, si fa arrestare a Fiumicino con addosso una pacco di stupefacenti. Conosce così Gillo e Vera che lo introducono nel sottobosco dei piccoli criminali romani. In questo modo aggancerà Le Roy, il boss di una organizzazione americana che, nascosta dietro un istituto farmaceutico, distribuisce la merce trattata in un laboratorio clandestino...

Note

Castellari alla regia e Testi protagonista. Eppure è evidente lo scopo "alimentare" dell'operazione.

Commenti (2) vedi tutti

  • Mai visto un film con cosi' tanti inseguimenti e sparatorie,scarso approfondimento dei personaggi e zero presenza femminile (salvo una scena lesbo velocissima).Poca cosa....direi bocciato,salvo chi vuole godersi Testi monnezzaro.

    commento di ezio
  • Ad un'avvincente prima parte fa seguito una seconda che scade nel poliziottesco più abusato. Non benissimo il protagonista Fabio Testi, molto meglio la spalla David Hemmings.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

mm40 di mm40
2 stelle

Scritta dal regista insieme a Massimo De Rita, che è autore anche del soggetto in coppia con il produttore Galliano Juso, La via della droga è una pellicola che tradisce impietosamente il periodo in cui è stata girata: solamente negli anni Settanta infatti il nostro cinema si occupò di estrema delinquenza e malavita (dalla mafia alla prostituzione al terrorismo) in maniera tanto ossessiva e,… leggi tutto

8 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

nicola81 di nicola81
6 stelle

Castellari mette mano anche alla sceneggiatura (il soggetto è di Massimo De Rita e del produttore Galliano Juso) e, nell’illustrare un traffico internazionale di stupefacenti, confeziona un poliziesco diviso in due parti: la prima ha ambizioni sociologiche e mostra con doloroso realismo gli effetti della droga sui giovani (emblematiche le sfortunate figure di Vera e Gillo); la seconda è un… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

movieman di movieman
8 stelle

Con un Testi "monnezzaro" che non ci si crede (e difatti c'è il trucco...), il film s'esalta nello sfruttamento di certe location, soprattutto in esterna, servendo al pubblico diverse scene ben congeniate e coreografate. L'abbozzo di monito sociale e la costruzione della storia possono invece far storcere il naso. leggi tutto

1 recensioni positive

2021
2021

Simonetti horror project

undying di undying

"Abbiamo tutti nel petto un violino e abbiamo perduto l’archetto per suonarlo. Alcuni lo ritrovano nei libri, altri nell’incendio di un tramonto, altri negli occhi di una persona, ma ogni volta…

leggi tutto
Playlist
2016
2016
Trasmesso il 1 agosto 2016 su Rai Movie
2015
2015

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
5 stelle

Enzo Girolami Castellari visse a metà anni '70 il suo momento creativo migliore, con tre titoli come “Il grande racket”, “Keoma” e “Quel maledetto treno blindato” partoriti nel breve volgere del biennio 1976/1977. “La via della droga” venne girato nello stesso periodo ma risulta certamente meno ispirato dei tre titoli sopracitati. La prima…

leggi tutto
Recensione
2013
2013

Recensione

mm40 di mm40
2 stelle

Scritta dal regista insieme a Massimo De Rita, che è autore anche del soggetto in coppia con il produttore Galliano Juso, La via della droga è una pellicola che tradisce impietosamente il periodo in cui è stata girata: solamente negli anni Settanta infatti il nostro cinema si occupò di estrema delinquenza e malavita (dalla mafia alla prostituzione al terrorismo) in maniera tanto ossessiva e,…

leggi tutto
2011
2011

Recensione

emmepi8 di emmepi8
4 stelle

  Siamo in un cinema di sotto-categoria, benché siano intervenuti in questi ultimi anni le varie rivalutazione tarantiniane, certo ci sono scene di azione che si salvano da un contesto mediocre, sia come storia che come scrittura ed ancora meno di regia. Il cast è raccogliticcio e si avvale di ex nomi di punta,cioè di attori in fase calante, che non riescono in niente…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

La stanza...del buco....

curiosone49 di curiosone49

Non molti anni fa, anche qui in Italia, era stata proposta "la stanza del buco", sulla scia di quanto già esistente in altri Paesi (Svizzera..., Olanda e Paesi Scandinavi...). Si trattava di un'iniziativa…

leggi tutto
2010
2010

Recensione

wang yu di wang yu
4 stelle

Di solito i film di Castellari mi sono sempre piaciuti questo invece no.

leggi tutto
Recensione
Trasmesso il 15 aprile 2010 su Rai Movie
Trasmesso il 5 febbraio 2010 su Rai Movie
2009
2009
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

sasso67 di sasso67
4 stelle

Film confuso, dalla trama pressoché incomprensibile. Per di più, a differenza degli altri film di Castellari, nonostante una serie di inseguimenti con qualsiasi mezzo di trasporto disponibile, dà una strana sensazione di staticità, come se il regista, disponendo di un attore atletico come Fabio Testi, si fosse limitato a disporre svogliatamente le macchine da presa lungo il percorso delle…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

nicola81 di nicola81
6 stelle

Castellari mette mano anche alla sceneggiatura (il soggetto è di Massimo De Rita e del produttore Galliano Juso) e, nell’illustrare un traffico internazionale di stupefacenti, confeziona un poliziesco diviso in due parti: la prima ha ambizioni sociologiche e mostra con doloroso realismo gli effetti della droga sui giovani (emblematiche le sfortunate figure di Vera e Gillo); la seconda è un…

leggi tutto
Recensione

Recensione

nicola81 di nicola81
6 stelle

Castellari mette mano anche alla sceneggiatura (il soggetto è di Massimo De Rita e del produttore Galliano Juso) e, nell’illustrare un traffico internazionale di stupefacenti, confeziona un poliziesco diviso in due parti: la prima ha ambizioni sociologiche e mostra con doloroso realismo gli effetti della droga sui giovani (emblematiche le sfortunate figure di Vera e Gillo); la seconda è un…

leggi tutto
Recensione
Trasmesso il 22 giugno 2009 su Rai Movie

Recensione

bradipo68 di bradipo68
4 stelle

Mai stato così facile trafficare droga....un poliziotto dal look abbastanza particolare riesce a infiltrarsi in un organizzazione dedita al traffico delle sostanze stupefacenti.Tutto molto facile:l'unica cosa che un po'titilla l'interesse è il fatto che ance la polizia è tenuta all'oscuro del suo piano e cerca di catturarlo nonostante la collaborazione con il capo della sezione…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 17 gennaio 2009 su Rai Movie
2008
2008

Recensione

movieman di movieman
8 stelle

Con un Testi "monnezzaro" che non ci si crede (e difatti c'è il trucco...), il film s'esalta nello sfruttamento di certe location, soprattutto in esterna, servendo al pubblico diverse scene ben congeniate e coreografate. L'abbozzo di monito sociale e la costruzione della storia possono invece far storcere il naso.

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito