Espandi menu
cerca

Trama

Gertrud, ex cantante di mezza età, si innamora del giovane musicista Erland e manifesta al marito l’intenzione di lasciarlo. Il rapporto fra i coniugi è ormai in un vicolo cieco, ma lui si oppone al divorzio pensando alla carriera (è in corsa per una poltrona di ministro). Gertrud decide comunque di continuare con Erland, il quale però si rivela egoista e meschino. La donna sceglie allora la solitudine...

Note

Sembra la trama di un mélo d’accatto e invece si tratta di un film straordinario, l’ultimo firmato dal maestro danese. All’epoca non fu capito e venne considerato statico e verboso, ma la sua essenzialità e la sua forza introspettiva sono puro cinema.

Commenti (7) vedi tutti

  • È un film statico, claustrofobico, verboso ... eppure, vedendolo, mi ha avvinto per il suo rigore formale, lo stile asciutto, l'eccellente recitazione di tutti i protagonisti, la splendida fotografia in b/n, la costante attenzione del regista di commentare il testo con soluzioni visive

    leggi la recensione completa di vermeverde
  • Cos’è dunque la significanza della parola “amore” per Gertrud, per questa donna forte, tenace e conseguente fino al sacrificio che ardentemente, ma invano, all’amore anela? Il film questa risposta ce la dà, a partire dal fatto che Gertrud è il personaggio femminile più forte del cinema di Dreyer e uno dei più potenti del cinema di tutti i tempi.

    leggi la recensione completa di spopola
  • Struggente e soporifero…

    commento di Totola
  • Intoccabile

    commento di critico
  • nulla a che vedere con "Dies Irae" o con "La passione di Giovanna d'Arco" o con tutti gli altri capolavori di Dreyer

    commento di bocchan
  • 10. Secondo me, uno dei film in assoluto piu' belli della storia del cinema.

    commento di ligeti
  • 9

    commento di incallito
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
10 stelle

“Poco noi sappiamo, ma che ci dobbiamo tenere al difficile è una certezza che non ci deve abbandonare: è bene essere soli perché la solitudine è difficile; che alcuna cosa sia difficile, deve essere una ragione di più per attuarla”. (Rainer Maria Rilke)   Nel cinema di Dreyer è spesso preponderante l’uso dei primi piani (cito a… leggi tutto

14 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Inside man di Inside man
6 stelle

Ribaltando il commento di FilmTv, sostengo senza indugio che all'epoca il film fu ben compreso, risultando effettivamente statico, verboso, nient'affatto moderno (tuttalpiù si nota una certa ascendenza verso l'ultimo, dimenticabile, De Oliveira). Narrazione e struttura tornano agli stilemi del muto senza la carica espressiva e l'inconfondibile armoniosa lentezza artefice allora di potenti… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni
2021
2021
2020
2020

Recensione

vermeverde di vermeverde
9 stelle

Söderberg  In questo film appare evidente come il regista abbia dedicato particolare cura ed attenzionealla composizione delle inquadrature ed alla resa fotografica, senza cadere nella ricercatezza fine a sé stessa e senza lasciare nulla o quasi nulla al caso. Sono molto frequenti i piani-sequenza che indirizzano l'attenzione sui personaggi e sui loro studiati movimenti, spesso…

leggi tutto
2019
2019
2018
2018
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
2017
2017
2016
2016
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

spopola di spopola
10 stelle

“Poco noi sappiamo, ma che ci dobbiamo tenere al difficile è una certezza che non ci deve abbandonare: è bene essere soli perché la solitudine è difficile; che alcuna cosa sia difficile, deve essere una ragione di più per attuarla”. (Rainer Maria Rilke)   Nel cinema di Dreyer è spesso preponderante l’uso dei primi piani (cito a…

leggi tutto
2015
2015
2014
2014

Recensione

Baliverna di Baliverna
10 stelle

Non è sicuramente per tutti i gusti, forse non è neanche uno di quei film che amo con partecipazione, e per nessuno è adatto ad un sabato sera tra amici, ma non si può negare che questa sia una pellicola perfetta. Per il rigore, l'essenzialità e la recitazione degli attori ricorda le opere di Robert Bresson. I personaggi, infatti, sono come vagamente trasognati…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2013
2013
Trasmesso il 15 dicembre 2013 su Rai Movie
Trasmesso il 2 novembre 2013 su Rai Movie
locandina
Foto
2011
2011

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Gertrud Kanning (Nina Pens Rode) è una donna forte e molto sensibile nella sfera sentimentale. Non è affatto soddisfatta del suo matrimonio con Gustav Kanning (Bendt Rothe), un avvocato di successo che sta per diventare ministro. Ha una relazione amorosa con Erland Jansson (Baard Owe), un giovane compositore e incontra dopo molto tempo Gabriel Lidman (Ebbe Rode), un illustre poeta…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito