Espandi menu
cerca

Trama

Un uomo, un diplomatico russo sposato, e una donna, una docente universitaria e madre separata, si incontrano spesso nei sobborghi di Parigi per diversi mesi. Durante tale periodo, è possibile seguire l'evoluzione del loro amore, dall'inizio alla fine.

Approfondimento

L'AMANTE RUSSO: UNA PASSIONE SEMPLICE

Diretto e sceneggiato da Danielle Arbid, L'amante russo racconta la storia di Hélène e Aleksandr, una donna e un uomo che condividono un'intensa relazione clandestina. Lui, un diplomatico russo, è sposato e ciò fa sì che i loro incontri siano brevi ma intensi, tormentati dal presentimento del distacco. Lei, madre, sviluppa una sorta di dipendenza nei confronti dell'amante, nonostante non abbiano nulla in comune, oltre la passione. Aspetta la sua chiamata e il momento in cui si vedranno, facendo sì che ogni cosa che lo riguardi, dagli occhi ai suoi ricordi d'infanzia, diventino per lei preziosi.

Con la direzione della fotografia di Pascale  Granel, le scenografie di Charlotte de Cadeville e i costumi di Oriol Nogues, L'amante russo è tratto dal romanzo Passione semplice della scrittrice Annie Ernaux. Ha raccontato la regista: "Sono innamorata del romanzo. Per molto tempo, ne ho portato una copia sempre con me. Era come se fosse mio e ne regalavo una copia a tutti i miei conoscenti che si erano appena innamorati. Dal mio punto di vista, offre un'immagine perfetta, precisa e meravigliosa dell'amore appassionato. Ho cominciato allora a lavorare a una sceneggiatura in cui volevo raccontare quanto si è fortunati quando ci si innamora, su quali montagne russe emotive l'amore comporti, sull'assoluta perdita di controllo, su quanto si idealizzi l'amato. Ho adattato la storia ai giorni nostri: il romanzo di Ernaux è senza tempo. Volevo che la protagonista aspettasse il suo amante ovunque, non solo a casa, dal momento che le moderne tecnologie, a partire dal telefono cellulare, permettono di essere raggiunti in qualsiasi posto. Hélène può aspettare Aleksandr in qualsiasi angolo del mondo, anche se il mondo intorno a lei sembra restringersi sempre più dal momento in cui comincia a vivere in eterna attesa".

"Il personaggio di Hélène - ha proseguito Arbid - sembra essere come stordita dallo stato di quasi assedio che vive, una condizione dolce e insidiosa al tempo stesso. La relazione è per lei pura dopamina, una droga. In definitiva, è una donna che si sottomette per amore ma è una sua decisione, una sua scelta. Non è vittima della situazione ma ne è volontariamente artefice. Nell'epoca del #MeToo, il film potrebbe essere frainteso e non incontrare l'approvazione generale: del resto, è accaduto anche al libro quando è stato pubblicato. Basterebbe però vederlo per capire come ho affrontato il tutto. Sono cresciuta in una società orientale, quella libanese, con tutti i suoi lati positivi e negativi. Ho imparato a guidare quando avevo dodici anni  e andavo in discoteca già da ragazzina. Sono stata molestata da diversi uomini più grandi, i miei genitori non c'erano, c'era una guerra civile in corso ed io ho sperimentato sia il sesso sia la violenza. E come tutte le donne ne porto ancora le cicatrici. Istintivamente, sono una donna indipendente. Il romanzo, così come il film, non prova a spiegare le cose. La passione probabilmente implica la volontà di sottomissione all'altro, sia uomo sia donna, senza indugi. Il giudizio morale non c'entra niente".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere L'amante russo è Danielle Arbid, regista e sceneggiatrice di origine libanese. Nata a Beirut nel 1970, a partire dal 1997 ha diretto diversi film, che hanno preso parte ad alcuni dei più importanti festival del mondo. I suoi due primi lavori, Nei campi di battaglia e Un homme perdu, sono stati… Vedi tutto

Note

Da un romanzo di Annie Ernaux, bestseller in Francia con oltre 370 mila copie vendute e tradotto in oltre 20 lingue.

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
2021
2021
Uscito nelle sale italiane il 14 giugno 2021
locandina
Foto
2020
2020
locandina
Foto
Laetitia Dosch, Sergei Polunin
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito