Trama

Operatore di un servizio d'emergenza ed ex ufficiale di polizia, Asger Holm risponde alla chiamata di una donna rapita. Quando la conversazione si interrompe, si mette sulle tracce della donna e del rapitore. Con il telefono come unica arma, Asger inizia una corsa contro il tempo per salvare la donna prima di rendersi conto di essere alle prese con un crimine molto più grande di quello che credeva.

Approfondimento

IL COLPEVOLE: UN THRILLER A PARTIRE DA UN AUDIO

Diretto da Gustav Möller e sceneggiato dallo stesso con Emil Nygaard Albertsen, Il colpevole racconta la storia di Asger Holm, un ex poliziotto che, lavorando in un servizio di emergenza, risponde alla telefonata di una donna rapita in cerca di aiuto. Quando la chiamata si interrompe bruscamente, Asger si mette alla ricerca della donna e del suo rapitore. Con il telefono come unico strumento a sua disposizione, inizia una corsa contro il tempo per salvare la donna ed evitare il peggio. Si renderà presto conto di avere a che fare con qualcosa di molto più grosso di ciò che credeva.

 

Con la direzione della fotografia di Jasper Spanning, le scenografie di Gustav Pontoppidan e le musiche di Carl Coleman e Caspar HesselagerIl colpevole viene così raccontato dal regista: "Credo che le immagini più forti di un film, che rimangono impresse nella memoria più a lungo, siano quelle che non si vedono. Ho avuto l'idea per Il colpevole vedendo un documentario su una donna rapita, Hae Min Lee, successivamente uccisa. I sospetti sin da subito si sono concentrati sul fidanzato, poi arrestato, e i creatori del documentario che ricostruiva la vicenda hanno usato la registrazione della vera chiamata di emergenza della donna. Durante la telefonata, Hae Min Lee viaggiava in macchina seduta accanto a colui che l'aveva rapita e ciò la portava a parlare in codice.

 

All'inizio, mi sono lasciato prendere dalla suspense della telefonata, come farebbe chiunque la ascolti. In un secondo momento, invece, ho cominciato a pensare a cosa la rendeva così intrigante. Nonostante avessi sentito solo un audio, credevo di aver visto tutto: la donna, l'auto in cui si trovava, la strada che la macchina percorreva e persino il sequestratore che le era seduto accanto. Ma ho capito anche che ogni singolo individuo, ascoltando la telefonata, avrebbe visto qualcosa di diverso da me: una donna differente, un rapitore differente e così via. Mi sono allora chiesto: cosa succederebbe se usassi l'idea delle immagini mentali che ognuno si crea per un film?

 

Il colpevole è nato così, con l'idea di creare suspense attraverso le proiezioni (uniche) che ogni spettatore si farà a partire da un audio".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Il colpevole è Gustav Möller, regista e sceneggiatore svedese. Nato nel 1988 a Gotherborg, Möller si è diplomato alla National Film School della Danimarca nel 2015 con il cortometraggio In Darkness. Il colpevole è la sua opera prima, per cui ha scelto come protagonista nei panni dell'operatore Asger… Vedi tutto

Commenti (4) vedi tutti

  • Bel film. Praticamente ambientato in due stanze ,ha la grande proprietà di "farti uscire per strada" ed anche avere la sensazione di essere presente agli eventi di fatto narrati dal personaggio. Bravo l'attore. Buon tema . Anche attuale sulla inefficia, talvolta di molti "luoghi comuni" che lasciano..invece il passo ad un'altra , più vera, verità.

    commento di Ittennico
  • Girato in Danimarca, opera prima del regista svedese Gustav Möller, questo film è un thriller assai impegnativo, che si sviluppa, grazie al collegamento telefonico, nello spazio chiuso di un ufficio contiguo a due soli ambienti. Un insolito film da vedere

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Nudità essenziale di sceneggiatura, il protagonista, unico, è ristretto in uno spazio minimo, due stanze e un corridoio dove la luce si fa sempre più fioca fino a lasciarlo nel buio totale. Asger è il modello dell’uomo sicuro di sé e delle sue idee, certo nell’interpretare quelle degli altri, purchè siano simili alle sue.

    leggi la recensione completa di yume
  • Möller vorrebbe emulare Stephen Knight, nello scrivere e dirigere il suo film tutto su di un uomo al telefono. ma il suo Den Skyldige non è Locke. il premio alla miglior sceneggiatura al Festival di Torino è alquanto sconcertante. peccato, perché la realizzazione, tecnicamene parlando, sarebbe buona, e Cedergren recita con credibilità.

    commento di giovenosta
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

laulilla di laulilla
7 stelle

  Asger Holm (Jakob Cedergren), un tempo poliziotto addetto alla sicurezza in strada, è ora in attesa di processo per ragioni che non ci vengono dette e per le quali è  stato provvisoriamente trasferito all’ufficio del centralino telefonico col compito di smistare le chiamate che richiedono il pronto intervento degli agenti. Svolge ora, dunque, un lavoro delicato,… leggi tutto

7 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

CINEMA OLTRECONFINE Una sera come tante, nel commissariato di Copenaghen, il poliziotto Asger si prodiga ad ascoltare le chiamate di aiuto presso il pronto intervento presso cui egli lavora: un'attività che lo vede impegnato in prima persona, ma solo a livello telefonico: in diretta con l'epicentro del problema o l'urgenza cruciale da risolvere, ma schermato da un cavo che ne impedisce… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2019
2019
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

diomede917 di diomede917
7 stelle

Ci sono dei film la cui qualità è preceduta dal proprio CV di accompagnamento. Vincitore del premio del pubblico al Sundance, Migliore sceneggiatura e premio del pubblico al Festival di Torino, Scelto per rappresentare la Danimarca agli Oscar 2019, prossimo remake a stelle strisce con Jake Gyllenhaal protagonista. Questa opera prima di Gustav Moller ha veramente conquistato…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 20 voti
vedi tutti

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Per Asger Holm (Cedergren) è proprio una serataccia. Sua moglie lo ha lasciato da poco, i suoi colleghi lo guardano in cagnesco e in più la mattina seguente gli spetta un processo per avere ucciso un uomo. Già, perché Asger è un poliziotto danese retrocesso a centralinista per il pronto intervento. E, come se non bastasse, proprio quella sera arriva la chiamata…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

laulilla di laulilla
7 stelle

  Asger Holm (Jakob Cedergren), un tempo poliziotto addetto alla sicurezza in strada, è ora in attesa di processo per ragioni che non ci vengono dette e per le quali è  stato provvisoriamente trasferito all’ufficio del centralino telefonico col compito di smistare le chiamate che richiedono il pronto intervento degli agenti. Svolge ora, dunque, un lavoro delicato,…

leggi tutto

Recensione

Zagarosh di Zagarosh
8 stelle

The Guilty - Il Colpevole, thriller telefonico dell’esordiente Gustav Möller, è un film che procede inesorabile nella sua narrativa binaria di azione e reazione. Una chiamata notturna al centralino del pronto intervento di Copenhagen, proveniente da una donna in difficoltà, forse sequestrata dal suo ex marito, fa scattare qualcosa nella testa dell’agente Asger, che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

yume di yume
8 stelle

Asger Holm(Jacob Cedergren) è un poliziotto danese in servizio temporaneo in un centro chiamata per servizi di emergenza. Sentiamo spesso qualche collega dirgli al telefono: “Presto tornerai in strada”, capiamo che sta scontando un provvedimento restrittivo per qualche vicenda o comportamento sotto censura, ma resta il mistero. Asger ha un viso pulito, tranquillizzante,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti

Recensione

nickoftime di nickoftime
7 stelle

Quando il cinema si concentra all’interno di un unico ambiente, raccontando le sue storie in uno spazio concentrato e geograficamente discontinuo rispetto al resto del paesaggio siamo soliti assistere a una trasfigurazione del visibile che, senza perdere di vista trama e personaggi, fa dell’inquadratura la rappresentazione di mondi interiore. Il colpevole - The Guilty del…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Uscito nelle sale italiane il 4 marzo 2019
locandina
Foto
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2018
2018
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito