Trama

Luo Hongwu torna nella città natale dodici anni dopo aver commesso un omicidio rimasto impunito. I ricordi della donna enigmatica e bella per cui ha ucciso ritornano in superficie, costringendolo a confrontarsi con rivelazioni insopportabili.

Approfondimento

UN LUNGO VIAGGIO NELLA NOTTE: LA MAGIA DEI RICORDI

Diretto e sceneggiato da Bi Gan, Un lungo viaggio nella notte racconta la storia di Luo Hongwu, un uomo che fa ritorno a Kaili, la città natale da cui è scappato via diversi anni prima. Qui, comincia la ricerca della donna che amava e che non ha mai potuto dimenticare. Costei, misteriosa, gli aveva detto che il suo nome era Wan Qiwen e avevano passato insieme un'estate più di un decennio prima.

Con la direzione della fotografia di Hung-i Yao, David Chizallet e Jingson Dong, le scenografie di Qiang Liu, i costumi di Hua Li e Chu-Chen Yeh, e le musiche di Chih-Yuan Hsu e Giong Lim, Un lungo viaggio nella notte è stato così presentato dal regista in occasione della partecipazione al Festival di Cannes 2018 nella sezione Un Certain Regard: "Non ero rimasto soddisfatto del mio precedente film, Kaili Blues. Avevo a disposizione un budget limitato e non sono riuscito a fare tutto quello che avevo in mente. Con Un lungo viaggio nella notte, ho dunque cercato di realizzare i miei desideri e prima di cominciare le riprese mi sono documentato meglio sul'industria cinematografica, sul suo funzionamento e sull'importanza della coproduzione internazionale. Da sempre, mi affascinano i dipinti di Marc Chagall e i racconti dello scrittore cileno Roberto Bolaño: volevo realizzare un film che fosse in sintonia con le loro opere e con le emozioni e le sensazioni che suscitano. Ho unito così la magia di Chagall con le questioni legate ai ricordi tipiche di Bolaño e ne è venuto fuori un intero lungometraggio che gioca con i ricordi o, meglio, con la magia dei ricordi".

"Non ho mai seguito alcun corso di sceneggiatura", ha continuato il regista. "Ho affinato da solo le mie tecniche di scrittura. Ricordo che quando ho quando cominciato a scrivere Kaili Blues#, questo era un road movie: a poco a poco, ho cominciato a distruggere la sceneggiatura dall'interno e a darle la forma che più mi piaceva. Anche con Un lungo viaggio nella notte ho fatto qualcosa di simile: era nato come un film noir che ricordava molto La fiamma del peccato di Billy Wilder ma, dopo il mio processo di distruzione, ha assunto lo stile che ha oggi. Il mio è un continuo lavoro di rimaneggiamento, aggiungo dettagli e tocchi personali, scambio elementi, elimino sequenze e sposto dettagli da una scena all'altra. Il film è diviso in due parti: la prima l'ho chiamata Memoria mentre la seconda si chiama Papavero. Si tratta ovviamente di un chiaro omaggio a Papavero e memoria, titolo di una poesia di Paul Celan che, a un certo punto, ho considerato come probabile titolo del mio lavoro. Per certi versi, la prima parte è dedicata al tempo e alla memoria mentre la seconda parte allo spazio, enfatizzato dall'uso del 3D. Dopo la prima parte bidimensionale, ho voluto che tutto prendesse una piega diversa. per me, il 3D è già un trama in sé, come una sorta di specchio che trasforma i nostri ricordi in sensazioni tattili: è solo una rappresentazione tridimensionale dello spazio ma richiama i ricordi del nostro passato più del 2D... le immagini tridimensionali sono false ma assomigliano molto di più ai nostri ricordi".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Un lungo viaggio nella notte è Bi Gan, regista e sceneggiatore cinese. Nato a Kaili, nella provincia di Guizhou, nel 1989, si è fatto notare nel 2013 con il cortometraggio Diamond Sutra che, ricevendo diversi premi, gli ha aperto la strada per Kaili Blues, opera d'esordio premiato con il Pardo al… Vedi tutto

Commenti (1) vedi tutti

  • Affascinante narrazione ellittica che fa ampio uso dei piani sequenza e che richiama alla memoria il cinema di Wong Kar-wai e Tsai Ming-lang.

    commento di spopola
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

AndreaVenuti di AndreaVenuti
9 stelle

Long Day's Journey into Night è un film cinese del 2018 scritto e diretto da Bi Gan. L'opera è stata presentata alla 71° edizione del Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard.   Sinossi: Lou Hongwu dopo aver appreso della morte del padre decide di tornare nella sua città natale a Kaili, abbandonata molti anni prima in quanto coinvolto in un omicidio… leggi tutto

3 recensioni positive

2020
2020
Uscito nelle sale italiane il 27 luglio 2020
locandina
Foto
2019
2019

Recensione

AndreaVenuti di AndreaVenuti
9 stelle

Long Day's Journey into Night è un film cinese del 2018 scritto e diretto da Bi Gan. L'opera è stata presentata alla 71° edizione del Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard.   Sinossi: Lou Hongwu dopo aver appreso della morte del padre decide di tornare nella sua città natale a Kaili, abbandonata molti anni prima in quanto coinvolto in un omicidio…

leggi tutto

Recensione

Badu D Shinya Lynch di Badu D Shinya Lynch
8 stelle

    In the Mood for Lo/ng Day's Into Night      Se Kaili Blues era l'incontro perfetto tra il cinema di Apichatpong Weerasethakul e quello di Andrej Tarkovskij, Long Day's Journey Into Night è, in un certo senso, l'incontro definitivo tra il cinema di Raul Ruiz e quello di Wong Kar Wai. Di conseguenza, un'evoluzione di intenti, di mezzi e di tecnica,…

leggi tutto

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

FESTIVAL DI CANNES 2018 - UN CERTAIN REGARD/CINEMA OLTRECONFINE Un lungo, coinvolgente, affascinante viaggio notturno in grado di traghettare lo spettatore lungo una sessione quasi ipnotica di un percorso incessante e senza fine, con cui lo sguardo di chi segue la vicenda, finisce per condividere ed identificarsi nel percorso accidentato e tortuoso del protagonista. Luo fa ritorno nella…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
2018
2018
locandina
Foto
Gan Bi
Foto
locandina
Foto
Jue Huang, Wei Tang
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito