Espandi menu
cerca
La ragazza nella nebbia

Regia di Donato Carrisi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

michemar

michemar

Iscritto dal 13 dicembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 29
  • Post 9
  • Recensioni 352
  • Playlist 4
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La ragazza nella nebbia

di michemar
5 stelle

Andare con il pensiero al molto più riuscito 'La ragazza del lago' – data la presenza in entrambi di un investigatore interpretato da Toni Servillo e di un punto di partenza abbastanza simile - è quasi inevitabile ma il paragone non regge assolutamente. Qui manca il pathos di quel film, manca quel meraviglioso disegno psicologico dei personaggi.

Non ho letto il libro omonimo con cui lo stesso scrittore, Donato Carrisi, fa il suo esordio nel cinema addirittura come regista, ma il risultato sullo schermo è a dir poco deludente e velleitario. Andare con il pensiero al molto più riuscito La ragazza del lago – data la presenza in entrambi di un investigatore interpretato da Toni Servillo e di un punto di partenza abbastanza simile - è quasi inevitabile ma il paragone non regge assolutamente. Qui manca il pathos di quel film, manca quel meraviglioso disegno psicologico dei personaggi, gli strani rapporti celati tra gli abitanti di quella valle, i segreti custoditi. Qui manca tutto.

 

Toni Servillo

La ragazza nella nebbia (2017): Toni Servillo

 

Lo spunto della vicenda è la chiusura mentale di una comunità montana abbastanza isolata di per sé, socialmente oltre che morfologicamente, che cerca assolutamente giustizia per la sparizione improvvisa (e sicura uccisione) di una timida e religiosa ragazza dai capelli rossi. Capelli rossi che saranno un po’ il fil rouge degli avvenimenti presenti e passati. Molti degli abitanti fanno parte di una religione che sa di setta, di radicalismo immobile, secondo cui il miglior rimedio dopo questa sciagura, almeno per il momento, è quello di riunirsi in preghiera e attendere l’aiuto sovrumano. Intanto devono accontentarsi dell’ispettore che arriva e che inizia scettico e scontroso ad indagare e non senza problemi: lui, uno strano e macchiettistico Toni Servillo (ma che gli avrà mai chiesto di fare Carrisi?), è l’ispettore Vogel, che sicuramente ha una reputazione da salvare e una certa propensione ad utilizzare i mass-media per raggiungere il suo scopo. Perché in buona sostanza l’importante è trovare “un” colpevole. Schema già visto ripetutamente nelle storie di cinema.

 

Toni Servillo

La ragazza nella nebbia (2017): Toni Servillo

 

Il suo rapporto con una giornalista di grido giunta sul luogo per i suoi reportages, sempre a caccia di scoop clamorosi e scandalistici, è per lo meno ambiguo e pieno di ripicche; l’ambiente gli è alquanto ostile; i personaggi del luogo poco simpatici; e dulcis in fundo fa comodo a tutti che il miglior sospettato possa essere il nuovo professore appena arrivato con la famiglia. Vien sempre comodo sospettare dello sconosciuto che di uno del posto. Quindi va bene indagare su diverse piste, anche perché ci sono tante ombre, tanti lati oscuri nella vita valligiana, troppi personaggi che non vogliono accettare intrusioni nella monotonia montana.

 

Alessio Boni

La ragazza nella nebbia (2017): Alessio Boni

 

Gli altri personaggi principali coinvolti sono poco delineati ma discretamente interpretati da Alessio Boni, bravo ma con un tono di recitazione piuttosto da teatro, mentre la presenza di Jean Reno dà un tocco di straniero e di misterioso, tanto che il regista preferisce non farlo doppiare, cavandosela egregiamente anche per via delle sue origini familiari vagamente italiane.

 

Ekaterina Buscemi

La ragazza nella nebbia (2017): Ekaterina Buscemi

 

Il finale (mancano solo i fuochi d’artificio) è paradossale e questo avviene quando vuoi finire con la sorpresa e una sorpresa ancora. Tutto quindi è chiaro o forse no. A me è chiaro invece che un film così (perfino troppo lungo) non merita neanche la sufficienza, nonostante Servillo, anzi il peggior Servillo che io abbia mai visto.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati