Espandi menu
cerca
Il danno

Regia di Louis Malle vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Carlo Ceruti

Carlo Ceruti

Iscritto dal 16 maggio 2004 Vai al suo profilo
  • Seguaci 28
  • Post -
  • Recensioni 3599
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il danno

di Carlo Ceruti
8 stelle

Un film di forte impatto visivo ed emotivo.

E' un film a forte impatto visivo ed emotivo, che colpisce più per la crudezza della messinscena che per i contenuti. Tuttavia la messinscena è decisamente esemplare e degna di un vero virtuoso della macchina da presa.

Sono molte le cose de Il danno che restano impresse; soprattutto resta impresso il contrasto tra l'austerità e il soffocante controllo onnipresente nella vita del protagonista Jeremy Irons, un sottosegretario conservatore, e le scene di sesso sfrenato e quasi violento con la fidanzata di suo figlio, in cui divampa tutto il fuoco interiore che Irons ha cercato, probabilmente per decenni, di tenere sotto la superficie, costruendosi una vita così precisa e rituale che sfiora la nevrosi pura, in cui anche l'affetto e l'espressione dei sentimenti diventano orrendamente schematici. Difatti il sesso diviene uno sfogo violento, nevrotico, animalesco, selvaggio e incontrollato.

Se Irons dimostra per l'ennesima volta la stoffa del grande attore qual è, non gli è da meno la Binoche, che dà vita a un personaggio profondo, misterioso, seducente e un tantino inquietante. Infine la regia di Malle, che qui davvero studia ed esamina ogni particolare a regola d'arte, che muove la macchina da presa in modo preciso e controllato come la vita del protagonista prima dell'incontro con la sua donna fatale, che rappresenta anche le scene di sesso più spinte in maniera ordinata e artistica e che conferisce alla storia un pathòs e una tensione drammatica decisamente notevoli.

Per farla breve, è un film realizzato a regola d'arte sotto ogni aspetto, che non può non colpire lo spettatore.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati