Espandi menu
cerca
Zeroville

Regia di James Franco vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 166
  • Post 16
  • Recensioni 10978
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Zeroville

di mm40
6 stelle

È il 1969 quando Vikar – fanatico del cinema e in particolare di Montgomery Clift – arriva a Hollywood, trovando lavoro come decoratore. Ben presto fa amicizia con Viking Man, che lo introduce nel bel mondo, e soprattutto con Dotty, che lo svezza come montatore.Vikar si innamora poi della bella Soledad, che è però nelle mire del potente produttore Rondell.

Questo Zeroville si candida, con discrete chance di vittoria, come film più sfortunato della storia del Cinema: girato e ultimato nel 2014, viene successivamente trattenuto dalla distribuzione a causa del fallimento della casa di produzione. Cinque lunghi anni sono occorsi al regista James Franco per vedere finalmente uscire in sala la sua opera, per ritrovarsi in programmazione esattamente sulla scia di C’era una volta a… Hollywood del ben più noto e quotato Quentin Tarantino, con cui condivide l’ambientazione e numerosi elementi della trama. Sfortunato, ma cionondimeno un buon lavoro, nel quale un imperscrutabile protagonista – lo stesso Franco – si immerge nella ‘bella vita’ dei set californiani di fine anni Sessanta per riemergere, dieci anni più tardi, ancora incredibilmente puro, sostanzialmente incontaminato dalla corruzione (morale e fisica) del luogo e dei tempi, pronto per una ‘beatificazione’ sui generis... Senza aggiungere troppo, Zeroville è un omaggio al Cinema che mescola sapientemente azione, ironia e venature rosa (con Megan Fox nei panni di musa del protagonista), con qualche difettuccio probabilmente sul piano del ritmo: la partenza è coinvolgente, ma verso la metà la trama si incarta, per chiudere quindi nuovamente ad alti livelli. Tratto da un romanzo di Steve Erickson con una sceneggiatura di Ian Olds e Paul Felten, il film sfrutta molto bene le musiche (memorabile è la coppia di scene in cui compare I wanna be your dog degli Stooges) e sfoggia nel suo cast, oltre ai già citati, anche Will Ferrell, Seth Rogen, Dave Franco e Jacki Weaver. 6/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati