Trama

Un gruppo di sei attori più o meno giovani lottano quotidianamente contro mille difficoltà nel tentativo di emergere mentre occupano il tempo libero a giocare a calcio. Gilles è un giovane attore di soap, bello e amato dalle ragazzine, spavaldo all'apparenza, ma così insicuro e debole che finisce nel tunnel della cocaina. Vincenzo passa le sue giornate ad accudire il padre in ospedale, è sempre cupo e silenzioso, si mantiene cantando in un ristorante, ma nonostante il suo talento e la sua bellezza statuaria si sfoga nel sesso e nella violenza fisica. Leandro, il più grande del gruppo, torna nella sua Napoli, con una consapevolezza e determinazione diversa da quella in cui la aveva lasciata molti anni prima, decidendo di chiudere i conti con un passato ingombrante ed oscuro e muovendosi sotto le smentite spoglie di Jennifer, il trans che interpreta a teatro. Anche Max torna spesso nella sua terra, la Basilicata, dopo l'illusione di poter fare una vera carriera, ritrovandosi a un doloroso bivio. Antonio fa teatro, grazie anche alla donna che lo mantiene e che ha trent'anni più di lui, ma è coraggioso, si è rimesso in discussione, ha studiato, ha rischiato, e affronta il provino che gli permetterà di fare il protagonista della sua vita. Emiliano, infine, si è arreso alle sue insicurezze, ha perso la determinazione e la voglia di farcela: il lavoro da facchino e il passatempo da doppiatore hanno rubato tempo alla recitazione e lo hanno portato a rinchiudersi in un mondo fatto solo di sogni.

Approfondimento

TRE TOCCHI: SEI STORIE INTRECCIATE DAL CALCIO

Diretto da Marco Risi e scritto dal regista con Francesco Frangipane e Riccardo Di Torrebruna, Tre tocchi intreccia sei storie di attori, di uomini alle prese con le loro passioni e frustrazioni, con gioie e delusioni, e con successi e fallimenti. Seppur separate, le esistenze dei sei sono accomunate da due grandi passioni: il calcio e il lavoro, che permettono alle loro esistenze di sfiorarsi e incrociarsi. Con la direzione della fotografia di Andrea Busiri Vici D'Arcevia, le scenografie di Sonia Peng e Massimiliano Forlenza, i costumi di Antonella Balsamo e le musiche di Jonis Bashir, Tre tocchi è stato presentato nella sezione Gala del Festival di Roma 2014 e viene così descritto da Risi: «Sono sei storie che si intrecciano nella comune passione per il calcio. Sei storie di sei attori che lavorano poco. L’obiettivo è vincere un provino che alcuni di loro sono chiamati a fare per un regista importante. Il provino che potrebbe cambiargli la vita… Il pubblico è convinto che il cinema e gli attori in genere appartengano ad una categoria privilegiata, senza rendersi conto di quante frustrazioni, delusioni, amarezze ma anche improvvise rivincite e soddisfazioni questo mestiere comporti. È nato come una scommessa: da sei anni vado a giocare a calcio nella squadra degli attori, allenata dal glorioso Giacomino Losi. La squadra nella quale una volta giocava anche Pasolini… Ogni martedì e sabato ci troviamo su un campaccio di periferia e ogni volta sono racconti allegri e sgangherati di esperienze di vita.

Mi incuriosivano questi attori che non lavorano e che il lavoro lo cercano con ogni mezzo, ma anche con orgoglio e dignità. Li ho convocati, e gli ho chiesto di raccontarmi le loro storie. Ne sono uscite 6, le più belle, vere e forti, piene di sentimento e folli, ma tutte con un’energia che tocca il cuore.

Questo è Tre tocchi, il film che volevo fare, senza soldi ma libero, con un desiderio che non provavo da tempo. Oggi è questo quello che ci vuole».

Interpretato nei ruoli principali da sei attori tutti alla loro prima importante esperienza cinematografica (Massimiliano Benvenuto, Leandro Amato, Emiliano Ragno, Vincenzo De Michele, Antonio Folletto e Gilles Rocca), Tre tocchi conta su numerosi cammei eccellenti: da Marco Giallini, Luca Argentero e Claudio Santamaria, in insoliti panni femminili al regista Paolo Sorrentino nel ruolo di se stesso.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Marco Risi pedina sei personaggi in cerca d’autore con notevole senso della narrazione cinematografica, quasi a volere scongiurare il rischio teatralità o qualsivoglia tentazione “fotoromanzesca”. Non sempre però i ritratti risultano azzeccati. Anzi, spiace l’indulgenza con la quale si maneggiano i cliché dell’”attore sfigato” o di quello che a quarant’anni ancora aspetta di svoltare. Né sono del tutto incisivi i volti freschi dei protagonisti, che lasciano ai margini le “celebrità” (Giallini, Inaudi, Ludovini). Nonostante una certa irresolutezza, l’operazione di Risi è comunque interessante.

Commenti (1) vedi tutti

  • "Tre Tocchi" di Risi è un prodotto indipendente dalla fotografia tendente alle tinte noir e dei curiosi contenuti esistenzialisti; ciononostante a infastidire è il quadro macchiettistico dei protagonisti, non in grado di uscire dalla loro beffarda bidimensionalità.

    commento di Stefano L
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
8 stelle

Tre tocchi, tre palleggi o smarcature che dir si voglia, ed il gioco è fatto: avversario superato, azione che si conclude in rete: risultato, riuscita, gloria, fama soldi. Se la vita si giocasse in un campo di calcio, sarebbe certo facile, almeno teoricamente, trovare la soluzione per realizzarsi e divenire celebri e ricchi. Nel mondo di tutti i giorni la stessa ricetta può… leggi tutto

3 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

steno79 di steno79
5 stelle

Festival Internazionale del Film di Roma- Sezione Gala   Un affresco corale ambientato nella Roma dei giorni nostri in cui si intrecciano le storie di sei aspiranti attori, ognuno con il proprio percorso umano e professionale più o meno “incasinato”, tra piccoli successi e inevitabili fallimenti sentimentali, ma sempre animati da un desiderio di riscatto personale.… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Sei attori non più giovanissimi sono in cerca della consacrazione, barcamenandosi come meglio riescono e tentando tutto il possibile per raggiungere la gloria.   La vita è come una partita di calcio: con tre tocchi vai in gol. Al di là della discutibile (insulsa?) morale, pregna di retorica facile quanto sterile, Tre tocchi non è neppure un brutto film:… leggi tutto

1 recensioni negative

2018
2018
2017
2017

Recensione

Corinzio di Corinzio
7 stelle

Lo spunto mi è piaciuto, è una buona idea che adesso verrebbe quasi scontato ridurre ad un mockumentary a livello formale, ma Risi invece percorre una linea apparentemente più classica del racconto di finzione, non priva di felici intuizioni. L'idea è quella di utilizzare degli attori che si potrebbero definire di seconda o terza linea, volti che passano per qualche…

leggi tutto
2015
2015
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Sei attori non più giovanissimi sono in cerca della consacrazione, barcamenandosi come meglio riescono e tentando tutto il possibile per raggiungere la gloria.   La vita è come una partita di calcio: con tre tocchi vai in gol. Al di là della discutibile (insulsa?) morale, pregna di retorica facile quanto sterile, Tre tocchi non è neppure un brutto film:…

leggi tutto
Recensione

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

Tre tocchi, tre palleggi o smarcature che dir si voglia, ed il gioco è fatto: avversario superato, azione che si conclude in rete: risultato, riuscita, gloria, fama soldi. Se la vita si giocasse in un campo di calcio, sarebbe certo facile, almeno teoricamente, trovare la soluzione per realizzarsi e divenire celebri e ricchi. Nel mondo di tutti i giorni la stessa ricetta può…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti

Recensione

OGM di OGM
6 stelle

I sogni infranti sono ruvidi al tatto. Si presentano duri, beffardi, spigolosi. Dissonanti rispetto alla soffice melodia dell’arte. Quando la mancata bellezza non si arrende rischia di diventare una volgare caricatura, lo sfogo pacchiano di un’illusione andata a male. Questa volta Marco Risi affonda le mani in un marcio che cerca di non puzzare, che a suo modo ancora profuma,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
2014
2014
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

ilpanda di ilpanda
8 stelle

“Buongiorno, un biglietto per “Tre tocchi””. “Ah, “Tre tocchi”? Un bel film, solo è un po’ strano, sa… ma come tutti i film di Risi”. Questo mi dice la cassiera mentre acquisto il biglietto, e alla fine del film non posso non ammettere che avesse ragione. Sei aspiranti attori fanno parte di una squadra di calcio amatoriale, tra…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Il mondo è fatto col culo

scapigliato di scapigliato

ATTENZIONE: contenuto hard e linguaggio volgare.   Ho letto questa simpatica notizia di un’attrice inglese di soap-opera che ha scoperto che il proprio fidanzato, Keo Reid di 25 anni, partecipava a film…

leggi tutto

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
6 stelle

Gruppo di attorgiovani (o quasi) in un interno: lo spogliatoio, il luogo di chiacchiere più intimo al quale gli uomini possano aspirare. Dopo la proiezione al Festival di Roma 2014 qualche spettatrice s’è un po’ risentita, per via della misoginia di fondo tra le righe del loro cicaleccio. Ci sta, non frequentando gli spogliatoi maschili dove la grevità fa parte…

leggi tutto
Recensione
Uscito nelle sale italiane il 10 novembre 2014
Roma 2014: Giorno 7

Roma 2014: Giorno 7

Il Festival di Roma volge quasi al termine. Sono rimaste le ultime due giornate piene di visioni e il sistema di voto è già ben avviato:… segue

Post

Recensione

steno79 di steno79
5 stelle

Festival Internazionale del Film di Roma- Sezione Gala   Un affresco corale ambientato nella Roma dei giorni nostri in cui si intrecciano le storie di sei aspiranti attori, ognuno con il proprio percorso umano e professionale più o meno “incasinato”, tra piccoli successi e inevitabili fallimenti sentimentali, ma sempre animati da un desiderio di riscatto personale.…

leggi tutto
Roma 2014: Giorno 5

Roma 2014: Giorno 5

Per Alan Smithee arriva il momento dei saluti e di lasciare Roma ma non prima di averci raccontato quali sono state le (tante) visioni del suo ultimo giorno… segue

Post
locandina
Foto
Leandro Amato, Gianfranco Gallo
Foto
Massimiliano Benvenuto, Leandro Amato, Emiliano Ragno, Vincenzo De Michele, Antonio Folletto, Gilles Rocca
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito