Trama

Aydin, un ex attore emotivamente spento, gestisce un piccolo albergo nel centro dell'Anatolia con la moglie Nihal, con cui ha un rapporto burrascoso, e la sorella Necla, reduce da un sofferto divorzio. Durante l'inverno, mentre la neve ricopre il paesaggio circostante, l'hotel si trasforma in un rifugio sicuro ma anche in un covo che inevitabilmente alimenta le loro animosità.

Note

Il regno d’inverno - Winter Sleep, più che un film, è uno spettacolo da incontrare, anche fortuitamente, come una quercia centenaria o un ciclopico cumulonembo nel cielo. O come un formidabile romanzo: al pari di Theo Angheopoulos, Nuri Bilge Ceylan sembra ascoltare in ogni istante il rumore perenne dell’eternità; come il suo connazionale Orhan Pamuk trasforma la provincia in un altrove misterioso; come Haruki Murakami sembra sapere che in uno sguardo si celano sempre più cose di quelle che si trovano tra cielo e terra.

Commenti (4) vedi tutti

  • Qualcosa di carino c'e' ma il resto si perde nella Montagna e la Neve tutt'intorno.voto.4.

    commento di chribio1
  • Vinto a Cannes, è un film particolare.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Bello ma con qualche eccesso di troppo. La scena del dialogo tra lui e la moglie (anzi: del monologo di lui alla moglie) sarebbe perfetta se poi non ci venisse proposto il ripensamento di lui. La scena di lei e dei soldi è di sicuro effetto ma plagiata dall'idiota di Dostoevskiy.

    commento di Oss
  • Il gelo blocca e conserva. Utilizza una morte apparente per posticipare il cambiamento. Ha l'aspetto grigio di una verità già consumata, di una promessa sospesa. Eppure, al suo interno, la vita continua a pulsare. Disperatamente, senza pietà, scandendo la durissima prosa di un'anima prigioniera.

    leggi la recensione completa di OGM
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
9 stelle

“Temevamo un poco questa pellicola a causa della sua durata: tre ore e 16 minuti sono tante! E lo abbiamo iniziato a vedere con qualche riluttanza programmando persino qualche pausa per andare in bagno. Ci siamo però accorti quasi subito che aveva un tale ritmo, una fascinazione tutta sua che lo rendeva avvincente come pochi altri. Ce lo siamo guardato insomma tutto d’un… leggi tutto

16 recensioni positive

Recensione

tobanis di tobanis
7 stelle

Ci possono essere due chiavi di lettura, in definitiva, per questo film. La prima potrebbe essere che questo è il cinema, pensiero che mi è venuto in mente in una delle prime scene: volti segnati, sguardi, parole che pesano come macigni, silenzi, le inquadrature, i tempi giusti. E spesso in questo film ci sono dei momenti al top, delle scene madri, degli squarci di grande cinema.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Il male. È freddo e silenzioso come l’inverno. Inattaccabile da parte del calore umano. Inutile la vicinanza: è un luogo lontano da tutto, dove, pur riuscendo ad arrivarci, non si può restare a lungo. Bisogna andare oltre, e dimenticare. Per chi lo pratica, invece, quella è la casa per sempre. Aydin è proprietario di un albergo sperduto tra le montagne…

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015
Disponibile dal 3 marzo 2015 in Dvd a 12,99€
Acquista

Recensione

logos di logos
9 stelle

  Il personaggio Aydin, figura complessa e multiforme, espressiva di una borghesia voyeurista e intraprendente nello spirito, che ama mantenere il controllo ma nel senso di farlo con il più laico rispetto della libertà, che si avvale della coscienza e della moralità, come segni distintivi di una mentalità che si autoinganna nelle sue illusioni redentrici,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

spopola di spopola
9 stelle

“Temevamo un poco questa pellicola a causa della sua durata: tre ore e 16 minuti sono tante! E lo abbiamo iniziato a vedere con qualche riluttanza programmando persino qualche pausa per andare in bagno. Ci siamo però accorti quasi subito che aveva un tale ritmo, una fascinazione tutta sua che lo rendeva avvincente come pochi altri. Ce lo siamo guardato insomma tutto d’un…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 6 ottobre 2014
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito