Espandi menu
cerca
Silenzio, si gira!

Regia di Carlo Campogalliani vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 151
  • Post 16
  • Recensioni 10294
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Silenzio, si gira!

di mm40
2 stelle

La lavorazione di un film viene interrotta dal protagonista, un famoso tenore, quando egli scopre che la coprotagonista, un'avvenente ragazza, se la intende con un altro e non ha nessuna intenzione di accettare la corte del tenore. Ma il segretario di quest'ultimo ha in mano la soluzione perfetta per la situazione.

 

Silenzio, si gira! è una commediola innocente girata in pieno secondo conflitto mondiale da un mestierante sufficientemente competente come Carlo Campogalliani, una pellicola che riesce con pochi mezzi a disposizione a intrattenere, divertire ed emozionare, come si dice nelle ricette, q.b.: quanto basta. E che, naturalmente, non fa nulla di più di questo. Un compitino svolto dignitosamente con un cast dal discreto appeal: il tenore Beniamino Gigli, che ovviamente viene impiegato anche in alcune sequenze canore inserite a forza nella trama; Carlo Campanini, Rossano Brazzi, Mariella Lotti, Luigi Pavese, Elvira Marchionni occupano i ruoli centrali della storia. Soggetto di Guido Brignone e Tomaso Smith; sceneggiatura di Cesare Zavattini, Nino Novarese e Mario Brancacci: il peso della componente zavattiniana è qui difficile a stabilirsi, ma d'altronde si sta pur sempre parlando di un prodotto meramente alimentare. L'intreccio è in effetti piuttosto ingenuo, ma l'evidente mestiere di regista e interpreti tiene a galla il film. Nello stesso anno Campogalliani usciva in sala anche con il bellico Il treno crociato. 2,5/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati