Espandi menu
cerca
La migliore offerta

Regia di Giuseppe Tornatore vedi scheda film

Recensioni

L'autore

EightAndHalf

EightAndHalf

Iscritto dal 4 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 209
  • Post 51
  • Recensioni 812
  • Playlist 35
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La migliore offerta

di EightAndHalf
1 stelle

Ed ecco forse il più grosso passo falso del cinema degli ultimi anni. Tornatore cerca di realizzare un thriller che affronti temi quali la verità, il valore dei rapporti umani, la curiosità (con tutte le sue conseguenze), ma ha realizzato invece il suo film più insulso, senonché ridicolo. Il regista nostrano prende i personaggi e ne fa davvero ciò che vuole, modellandoli a prescindere da qualsiasi criterio di realismo, con dialoghi al limite dell'imbarazzante, e calibra una storia il cui finale (grandioso per molti) è prevedibile fin dalle prime scene, benché uno faccia fatica ad ammetterlo, vista la sua assurdità e inverosimiglianza. Si fa fatica inoltre a far fronte a una regia leccata e priva di inventiva, a un Geoffrey Rush troppo grande per il suo personaggio, e a una sceneggiatura con più di un'ingenuità, senza contare che la storia dell'uomo che impara ad "amare" suona spocchiosa e falsa già da prima che si raggiunga metà film. Allo stesso tempo è stato uno dei film più sopravvalutati degli ultimi anni, spacciato per grande riflessione sulla menzogna e sul valore dei sentimenti. Ed è disgustoso come Tornatore sia già convinto, durante il corso della pellicola, di aver fatto un capolavoro, di come si atteggi a maestro, di come, alla fin fine, moraleggi. Recuperiamo La sconosciuta, piuttosto, che nella sua inverosimiglianza sapeva dire e inquietare, almeno un poco, e ricordava l'arte cinematografica.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati