Espandi menu
cerca
Treno di notte per Lisbona

Regia di Bille August vedi scheda film

Recensioni

L'autore

michemar

michemar

Iscritto dal 13 dicembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 29
  • Post 9
  • Recensioni 353
  • Playlist 4
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Treno di notte per Lisbona

di michemar
8 stelle

Bello, raccontato con la giusta calma e lentezza, ottimamente recitato, soprattutto da un eccellente Jeremy Irons, attore splendido che meriterebbe di essere utilizzato in misura maggiore. La sua bravura trabocca dallo schermo e inonda lo spettatore. Ma bravi tutti, con menzione speciale per la solita Charlotte Rampling e Martina Gedeck.

Bellissimo il film di Bille August, con una punta di malinconia dovuta agli avvenimenti trascorsi che vengono ricordati dai protagonisti. Il tranquillo professore svizzero, annoiato da una vita forse monotona e grigia, ha un incontro drammatico con una donna che sta per suicidarsi e ciò dà un sussulto alla sua vita, del tutto inatteso. Il bisogno di recarsi a Lisbona per andare a fondo alla storia misteriosa che si dipana dall'incontro con quella ragazza lo porta in un mondo che non conosceva, se non per quello che si può leggere dalle cronache politiche estere e dalla Storia recente. Il suo è inaspettatamente un risveglio di interesse per le vicende politiche portoghesi, la dittatura che lì vigeva, le atrocità conseguenti a quella situazione.

Jeremy Irons

Treno di notte per Lisbona (2013): Jeremy Irons

Contemporaneamente si affacciano considerazioni esistenziali, risvegli politici, rivisitazioni della vita passata sui libri, una forte simpatia verso una oculista che lo aiuta nelle ricerche. Nasce forse un amore per quella terra e la sua storia e verso una sua abitante.

Martina Gedeck, Jeremy Irons

Treno di notte per Lisbona (2013): Martina Gedeck, Jeremy Irons

Bello, raccontato con la giusta calma e lentezza, ottimamente recitato, soprattutto da un eccellente Jeremy Irons, attore splendido che meriterebbe di essere utilizzato in misura maggiore. La sua bravura trabocca dallo schermo e inonda lo spettatore. Ma bravi tutti, con menzione speciale per la solita Charlotte Rampling e Martina Gedeck. Da notare che curiosamente sia in Svizzera, punto di partenza della trama, che in Portogallo la lingua utilizzata nel film è l'inglese.

Inutile dire che è da vedere assolutamente.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati